Coronavirus in Lombardia, nel Pavese 21 classi in quarantena

Lombardia

Sono 21 le classi delle scuole della provincia di Pavia finite in quarantena dopo che studenti o insegnanti sono risultati positivi a Covid-19. Circa 450 gli alunni in isolamento domiciliare

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

Sono 21 le classi delle scuole della provincia di Pavia finite in quarantena dopo che studenti o insegnanti sono risultati positivi a Covid-19. Circa 450 gli alunni attualmente in isolamento domiciliare. Il dato emerge dal monitoraggio effettuato da Ats Pavia. I casi di positività al coronavirus sono stati riscontrati nei comuni di Pavia, Voghera, Mortara, Casei Gerola e Gambolò. 
Nel frattempo, il provveditore di Cremona, Fabio Molinari, lancia un appello agli studenti. ‘Rispettate le regole, e fatelo più di adesso, perché l'epidemia non è passata’: questo, in sintesi, il succo della lettera appello che ha scritto. 

In Lombardia, a fronte di 16.567 tamponi effettuati, sono 216 i nuovi casi di Coronavirus accertati (DIRETTA).

16:49 - In Lombardia 216 positivi su 16.567 tamponi

Sono 216 i positivi al coronavirus registrati nelle ultime ore in Lombardia a fronte di 16.567 tamponi ( totale complessivo: 2.068.416) Tra i nuovi contagiati 38'sono debolmente positivi' e due a seguito di test sierologico mentre sono in in terapia intensiva 31 pazienti (più 1) e 302 quelli non in terapia intensiva: 302 (meno 10). I decessi,sono stati cinque (totale complessivo: 16.946)

11:24 - Cremona, appello provveditore a studenti: "Rispettate regole"

‘Rispettate le regole, e fatelo più di adesso, perché l'epidemia non è passata’. È questo, in sintesi, il succo della lettera appello che ha scritto a tutti gli studenti il provveditore di Cremona, Fabio Molinari, che nel periodo del lockdown ha fatto sentire la sua voce facendo il tifo per Mattia, il diciottenne finito in terapia intensiva all'ospedale Maggiore. "Dalla ripresa dell'attività scolastica - spiega nella lettera riportata dalla Provincia di Cremona - mi è capitato di vedere molti di voi in condizioni di assoluta mancanza di sicurezza: gli assembramenti in generale, e la mancata applicazione delle regole del distanziamento in particolare mettono a rischio la vostra salute, quella dei vostri compagni e quella dei vostri famigliari". "Vi invito caldamente - aggiunge - a non sottovalutare una situazione pandemica che è tutt'altro che conclusa e, ancora una volta, a non sottovalutare i problemi che potrebbero verificarsi in caso di superficialità". Da qui la sua decisione di scrivere la lettera che è "l'unico strumento che ho per dirvi di avere cura di voi stessi perché soltanto da questo si dimostra l'umanità e il valore che date alla salute e al benessere degli altri".

10:56 - Milano, tendone in piazza Duomo per vaccini antinfluenzali

Ci sarà anche un tendone in piazza Duomo fra i luoghi a Milano in cui verranno eseguiti i vaccini antinfluenzali. Lo riporta la Repubblica sulle pagine milanesi spiegando che le vaccinazioni saranno eseguite anche in sette centri anziani di altrettanti municipi della città, con la possibilità di aggiungerne altri. Questo prevede il piano allo studio dell'Ats (l'ex Asl). La campagna vaccinale quest'anno sarà allargata perché è importante poter distinguere fra i sintomi del Covid e quelli di una normale influenza, Quindi servono più luoghi dove fare i vaccini, e soprattutto luoghi spaziosi per garantire il distanziamento. A fare da hub saranno l'ospedale Sacco e l'ospedale militare di Baggio. Le prime persone ad essere vaccinate saranno le più fragili: donne in gravidanza, malati cronici e operatori sanitari, poi toccherà agli over 65.

8:03 – Nel Pavese 21 classi in quarantena

Sono 21 le classi delle scuole della provincia di Pavia finite in quarantena dopo che studenti o insegnanti sono risultati positivi a Covid-19. Circa 450 gli alunni attualmente in isolamento domiciliare. Il dato emerge dal monitoraggio effettuato da Ats Pavia. I casi di positività al coronavirus sono stati riscontrati nei comuni di Pavia, Voghera, Mortara, Casei Gerola e Gambolò. Come prevedono i protocolli, le classi dove sono stati riscontrati i contagi sono state chiuse e sottoposte a interventi di sanificazione, nella restante parte degli istituti l'attività è proseguita regolarmente.

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24