Mafia Capitale, le immagini della sentenza di primo grado. FOTO

Nell'aula bunker di Rebibbia giudicati colpevoli i due principali imputati, Massimo Carminati e Salvatore Buzzi, ma con pene ridotte rispetto alle richieste dei pm perché cade l'accusa di associazione mafiosa. LA FOTOGALLERY
  • ©LaPresse
    Massimo Carminati è stato condannato a 20 anni di carcere, Salvatore Buzzi a 19. Undici anni di carcere per l'ex capogruppo del Pdl in consiglio regionale Luca Gramazio. Undici anche per il presunto braccio destro di Carminati, Riccardo Brugia - Mafia capitale: Carminati condannato a 20 anni, Buzzi a 19
  • ©LaPresse
    Tra gli altri condannati ci sono l'ex capo dell'Assemblea capitolina Mirko Coratti (6 anni) e Luca Odevaine, ex responsabile del tavolo per i migranti (6 anni e 6 mesi). Dieci anni per l'ex Ad di Ama Franco Panzironi, 5 per Andrea Tassone, ex minisindaco del municipio di Ostia - Mafia Capitale, la storia del 'Mondo di Mezzo': tutte le tappe
  • ©LaPresse
    Per Carminati erano stati chiesti 28 anni, per Buzzi 26 e tre mesi. I due imputati hanno seguito la lettura del verdetto collegati in videoconferenza: Carminati è recluso a Parma, in regime di 41 bis. Buzzi è incarcerato a Tolmezzo (Udine) - Le richieste dei pm
  • ©LaPresse
    Tra i condannati ci sono anche la moglie e la segretaria di Salvatore Buzzi, Alessandra Garrone e Nadia Cerrito. A Garrone è stata inflitta una condanna di 13 anni e sei mesi mentre a Cerrito, che teneva i libri contabili di Buzzi e annotava il flusso delle tangenti, 5 anni - Mafia Capitale, Buzzi: "Se denunci la politica non lavori più"
  • ©LaPresse
    I giudici hanno comminato pene complessive per 250 anni di carcere. Circa la metà rispetto a quelli richiesti dall'accusa, composta dal procuratore aggiunto Paolo Ielo e dai sostituti Luca Tescaroli e Giuseppe Cascini (nella foto) - Mafia Capitale, al processo Carminati fa il saluto romano
  • ©LaPresse
    "Sono state date anche condanne alte", ha detto il procuratore aggiunto Paolo Ielo (nella foto): "Rispettiamo la decisione dei giudici anche se ci danno torto in alcuni punti mentre in altri riconoscono il lavoro svolto in questi anni. Attenderemo le motivazioni" - Il pm Ielo: "Rispettiamo sentenze"
  • ©LaPresse
    Il procedimento è durato circa venti mesi, con centinaia di udienze e una mole di documenti impressionante con migliaia di intercettazioni depositate. L'accusa (nella foto uno dei pm, Luca Tescaroli) indicava Buzzi e Carminati come i vertici di un'associazione che coinvolgeva diversi politici romani - Carminati: "La guerra non è finita"
  • ©LaPresse
    Giosuè Naso, avvocato difensore di Carminati, si è detto soddisfatto per l'esclusione dell'aggravante mafiosa: "È stato certificato che mafia capitale non esiste". Aumenta adesso la probabilità che all'imputato possa essere revocato il 41 bis - L'intervista ai legati di Carminati
  • ©LaPresse
    Presente in aula anche la sindaca di Roma Virginia Raggi. Il Campidoglio si era infatti costituito come parte civile, rappresentato dall'avvocato Rodolfo Murra - Raggi: "Sentenza importante per Roma"
  • ©LaPresse
    Gli imputati in totale erano 46. Alcuni sono stati assolti: tra loro Rocco Rotolo e Salvatore Ruggiero, accusati di aver garantito i contatti tra Mafia Capitale e ambienti della 'ndrangheta. Assolto anche l'ex dg di Ama Giovanni Fiscon - Il legale di Fiscon: assolto, non era corrotto