In 31 anni 29 trofei: l'era del Milan di Silvio Berlusconi. FOTO

Con la cessione del club alla nuova proprietà cinese si chiude un'era. La sua presidenza ha trasformato una squadra reduce dagli scandali del calcio scommesse e due retrocessioni in serie B, in uno dei club più blasonati del mondo. LA FOTOGALLERY
  • ©Fotogramma
    Era il 20 febbraio 1986 quando Silvio Berlusconi rilevò le quote di maggioranza del Milan. La squadra, distrutta dagli scandali del calcioscommesse e da due retrocessioni in Serie B, fu completamente risanata dai debiti e da una campagna aquisti che solo due anni dopo la portò a vincere il campionato italiano. Nella foto, Silvio Berlusconi festeggia lo scudetto del 1988 - Berlusconi, la storia in dieci lettere
  • ©Fotogramma
    L'affermazione in campionato anticipò il cosiddetto "Triennio d'oro" della squadra che forte della presenza dei tre gioielli olandesi Ruud Gullit, Marco van Basten e Frank Rijkaard, vinse due coppe dei Campioni nel 1989 e 1990, due Supercoppe europee (1989, 1990), due Coppe Intercontinentali (1989, 1990) e la Supercoppa italiana nel 1989. Nella foto, Silvio Berlusconi con Marco van Basten nel 1991 - Milan, firmato il closing: il club diventa di proprietà cinese
  • ©Fotogramma
    Esclusa dalle coppe europee dopo l'incredibile “notte di Marsiglia” del 20 marzo 1991, quando i giocatori si ritirarono durante una partita con l'Olympique a causa dello spegnimento dei riflettori, la squadra tornò a vincere con Fabio Capello due anni dopo. Nel 1992 il Milan vinse il campionato senza mai perdere una partita. Nella foto, Silvio Berlusconi con Gianni Agnelli allo Stadio nel 1993 - Closing Milan, Berlusconi: "Lascio con dolore"
  • ©Getty Images
    Nel 1993 il Milan vinse il suo secondo scudetto di fila e la Supercoppa italiana, subendo però una sconfitta nella finale di Champions League contro l'Olympique Marsiglia. L'anno seguente fu quello che segnò la memorabile doppietta scudetto-Champions. In Europa il Milan s'impose per 4 a 0 contro il superfavorito Barcellona di Johan Cruyff. Prima di salutare il pubblico di San Siro, mister Capello regalò ancora la Supercoppa italiana, la Supercoppa UEFA nel 1994 e uno scudetto nella stagione 1995-96 - Milan, fine dell'era Berlusconi: 31 anni di gloria
  • ©Getty Images
    Dopo la parentesi deludente della gestione di Oscar Tabarez, nel 1998-99 il Milan torna a vincere lo scudetto guidato da Alberto Zaccheroni. Nella foto George Weah e Oliver Bierhoff durante il derby con l'Inter del 23 ottobre 1999 - Closing Milan, ci siamo: Fassone incontra i cinesi
  • ©Getty Images
    Per riportare la squadra nell'olimpo del calcio mondiale, la dirigenza si affida alla guida di Carlo Ancelotti che in otto stagioni, dal 2001 al 2009, riesce a vincere due Champions League, una Coppa Italia (la prima dell'era Berlusconi), uno scudetto, due Supercoppe europee, una Supercoppa Italiana e una Coppa del mondo per club. Nella foto, Berlusconi è portato in trionfo dopo la vittoria della Champions League contro il Liverpool all'Olympic Stadium di Atene il 23 maggio 2007 - Milan: stay, faraway so closing
  • ©Fotogramma
    Dopo una parentesi con Leonardo in panchina, nel 2010 arriva Massimo Allegri che alla prima stagione porta la squadra a conquistare il suo 18esimo scudetto e, nella stagione 2011-2012, la sua sesta Supercoppa italiana nella finale di Pechino disputata contro l'Inter e vinta per 2-1. Nella foto, l'arrivo del Milan all'aeroporto di Malpensa, 17 dicembre 2007, dopo aver conquistato la Coppa del mondo per club. Da sinistra, Paolo Maldini, Silvio Berlusconi e Carlo Ancelotti - Milan, countdown closing. Oggi Li e ultimi 370 mln
  • ©Getty Images
    Dopo la partenza di Allegri si alternano sulla panchina della squadra Mauro Tassotti, Clarence Seedorf, Filippo Inzaghi, Sinisa Mihajlovic e Christian Brocchi. Il tournover di allenatori e le tensioni create nell'assetto societario dall'entrata, nell'aprile del 2011, della figlia Barbara Berlusconi nel consiglio di amministrazione della squadra, portano scarsi risultati. Nella foto, Silvio Berlusconi e la figlia Barbara in visita a Casa Milan, la nuova sede della società, il 6 giugno 2014 - Closing Milan, ci siamo: si chiude il 13 aprile
  • ©Getty Images
    Il 1° luglio 2016, Silvio Berlusconi e l'amministratore delegato Adriano Galliani – per 38 anni a fianco del presidente – decidono di affidare la squadra a Vincenzo Montella. Nella foto, Silvio Berlusconi e Adriano Galliani al "Trofeo Berlusconi" disputato tra Milan e Inter il 21 ottobre 2015 - Galliani: "Closing? Resterò per sempre del Milan"
  • ©Getty Images
    Il tecnico napoletano conquista la settima Supercoppa italiana per il Milan, battendo a Doha la Juventus ai calci di rigore. Nella foto, i festeggiamenti per la vittoria della Supercoppa - Closing Milan, Montella: "Sarà futuro glorioso"
  • ©LaPresse
    13 aprile 2017. L'atto finale della presidenza Berlusconi che, dopo 31 anni, vende l'A.C. Milan, all'imprenditore cinese Yonghong Li. L'affare ha portato nelle casse della Finivest 740 milioni di euro. Nella foto, la foto ufficiale del closing. Da sinistra Marco Fassone, nuovo ad rossonero, Danilo Pellegrino, ad Finivest, David Han Li, braccio destro di Yonghong Li, e Alessandro Franzosi, responsabile business development di Fininvest - Chi è Yonghong Li, il nuovo proprietario del Milan