Ribery contro Fifa 20, il suo alter ego digitale non gli assomiglia

Tecnologia

L’attaccante francese della Fiorentina ha pubblicato sui social la foto del suo personaggio presente nel titolo targato Electronic Arts. E nella discussione è intervenuta anche la rivale Konami 

Uscito lo scorso 27 settembre, Fifa 20 ha dimostrato subito alla community che segue il titolo targato Electronic Arts una duplice faccia. Da una parte l’entusiasmo dei videogiocatori può essere certificato dagli ottimi riscontri in fatto di vendite e dai 10 milioni di utenti nel mondo certificati dalla stessa Ea, dall’altra almeno inizialmente sono emersi alcuni problemi tecnici, sfociati ad esempio  nell’hastag #FixCareerMode che era diventato popolare su Twitter. Tra i principali segnalati, quelli della modalità ‘carriera’, dove sono stati riscontrati alcuni difetti con l'intelligenza artificiale avversaria, che in modo inspiegabile schierava in campo le riserve invece che i titolari, oltre a vari problemi nella struttura delle leghe. Nell’attesa che gli sviluppatori lavorino per risolvere questi intoppi, c’è chi ha fatto notizia mettendo in imbarazzo proprio la software house che ha prodotto il celebre titolo calcistico. Si tratta di Franck Ribéry, l’asso francese che sta giocando la sua prima stagione in Serie A, dopo essere approdato alla Fiorentina. 

Una somiglianza 'discutibile'

“Stavo giocando con i miei figli qualche tempo fa. Ma chi è questo ragazzo?”, ha twittato l’attaccante transalpino, postando la foto di un presunto Ribery presente in Fifa 20 che effettivamente, a dirla tutta, non ha grandi somiglianze con quello che ben si sta disimpegnando sui campi del nostro massimo campionato di calcio. Il post ha scatenato presto l’ilarità dei suoi follower, che hanno invaso il profilo di Ribery con commenti, like e retweet oltre ad aver attirato l’attenzione del grande competitor di Fifa 20, cioè eFootball Pes 2020. I social media manager di Konami hanno rilanciato con ironia la questione: “Hei Frank, riconosci questo ragazzo?”, pubblicando una foto che, in netto contrasto con quella riferita al titolo di Ea Sports, mostra un livello di dettaglio grafico particolarmente realistico. Se infatti nel caso di Fifa 20 è difficile riconoscere le sembianze del campione francese, con Pes la storia è differente: la conformazione facciale, i dettagli del viso e la celebre cicatrice che campeggia sul suo volto sono assolutamente fedeli all’originale.

La rivalità continua

Insomma quest’ultima diatriba social, che ha coinvolto i due colossi del settore, non fa altro che alimentare ancora una volta e di più la rivalità. Se da una parte Fifa è tornata a riproporre la chicca del calcio di strada con la modalità ‘Volta’, Konami ha risposto chiudendo una serie di esclusive per Pes, da quella sulla licenza ufficiale della Serie A, sulla Juventus (che su Fifa 20 si chiama Piemonte Calcio), su grandi big del calcio europeo come Barcellona e Manchester United e sul calcio brasiliano, fino alla recente licenza ufficiale della lega di Serie B italiana.
 

Tecnologia: I più letti