1994, lo speciale sulla serie tv VIDEO

E' in arrivo su Sky Atlantic 1994 , il terzo e ultimo capitolo della trilogia iniziata con 1992 e proseguita con 1993. L'apputamento con la serie è ogni venerdì alle 21.15 a partire dal 4 ottobre , ma intanto andiamo a scoprire qualcosa di più nello speciale video di lancio. - 1994: le anticipazioni sulla serie tv

1994, scopri tutto sulla serie tv

1994, il capitolo conclusivo della trilogia iniziata con 1992 e proseguita con 1993, sta per arrivare su Sky Atlantic - l'appuntamento è ogni venerdì alle 21.15 a partire dal 4 ottobre -, dunque tra pochissimo torneremo dentro le vite di Leonardo Notte (Stefano Accorsi), Veronica Castello (Miriam Leone) e Pietro Bosco (Guido Caprino), intenti a muoversi e a lottare per la sopravvivenza (a volte metaforica, a volte letterale!)  durante un anno decisivo della storia del nostro paese.

Come per 1992 e 1993, la sceneggiatura è firmata da Stefano Sardo, Ludovica Rampoldi e Alessandro Fabbri, mentre alla regia troviamo Giuseppe Gagliardi (episodi 1, 2, 3, 5) e Claudio Noce (episodi 4, 6, 7, 8). Oltre ai sopracitati tre protagonisti ritroveremo anche il battagliero Antonio Di Pietro (interpretato da Antonio Gerardi); Dario Scaglia (interpretato da Giovanni Ludeno), il braccio destro di Di Pietro, che si ritroverà a dover fare alcune scelte veramente difficili; Silvio Berlusconi (interpretato da Paolo Pierobon), il Cavaliere intenzionato a dare un nuova direzione, molto personale, alla politica italiana; Giulia Castello (interpretata da Elena Radonicich), giornalista alla ricerca dello scoop nonché sorella di Veronica e fidanzata di Dario. Grandissimo come sempre il lavoro di ricostruzione storica, dai costumi ai set, passando per gli oggetti di scena, il trucco e soprattutto il parrucco.

1994, ecco il trailer della serie tv

1994, cosa dobbiamo aspettarci

Nel 1994 l’Italia cambia per sempre: è l’anno della restaurazione. Lo sa bene Leonardo Notte: ha capito che conquistare il potere è difficile, ma mantenerlo è davvero una missione impossibile. Così come sembra impossibile per Pietro Bosco riuscire a cambiare: anche ora che ha un ufficio al Viminale, non riesce ad abbandonare i suoi vecchi difetti, né riesce a dimenticare l’unica donna che ha davvero amato. Veronica Castello deve infatti decidere chi sarà il suo compagno di vita, ma nel frattempo capisce che non vuole più essere solo la donna di uomini potenti e inizia così a giocare in prima persona la partita per il potere, diventando una parlamentare. Ritroveremo anche il PM di Mani Pulite Antonio Di Pietro, che continua la sua battaglia, Silvio Berlusconi interpretato da Paolo Pierobon e Dario Scaglia. Con loro anche Maurizio Lombardi, già visto in 1992 e 1993 nel ruolo di Paolo Pellegrini, uomo di Berlusconi e neo-onorevole, che vive in adorazione del Cavaliere.

1994, ecco cosa succederà ai personaggi

Leonardo Notte vede finalmente diventare realtà il suo piano: Silvio Berlusconi, candidato premier per Forza Italia, è pronto a cambiare il paese. Ma dopo la vittoria la strada per Leo sarà in salita, perché torneranno a fargli compagnia alcuni vecchi fantasmi: per esempio, chi gli ha sparato la famigerata notte del Jolly Hotel? Come possono Silvio e gli altri fidarsi di lui, se lui continua a mentire sul suo passato? Nel progetto di Notte verrà subito a formarsi qualche crepa: Berlusconi va al governo con la Lega Nord di Bossi, un alleato che si rivelerà molto pericoloso. Costi quel che costi, però, Leo va avanti, imperterrito: il miracolo italiano non può più aspettare.

Addio al rugbista rude e un po' ignorante, addio al militare pronto a tutto, addio al giovane politico avventato e pieno di rabbia: ormai quel Pietro Bosco sembra non esistere più. Raggiunto il potere ed entrato nelle stanze del governo dalla porta principale, insieme a Roberto Maroni, Pietro, ora sottosegretario agli Interni, capisce veramente e pienamente che cos’è la politica. Il nuovo governo Forza Italia-Lega Nord non sembra avere vita lunga davanti a sé, e lui dovrà decidere da che parte stare, se abbracciare le idee in cui ha iniziato a credere o cavalcare l’opportunismo politico per rimanere in sella. Ma cosa vuole davvero Pietro Bosco? Prima o poi dovrà darsi una risposta.

Dopo aver cercato a lungo la propria strada, Veronica Castello sembra finalmente averla trovata, peraltro nel posto più inaspettato: in Piazza di Montecitorio, tra gli scranni del Parlamento italiano. Per una come lei, una abituata a essere la donna dei potenti, significa un netto cambio di vita. Finalmente non dipenderà più dagli uomini che vogliono usarle ed esibirla, ma sarà lei stessa una donna di potere. Eppure, sarà complicato lasciarsi alle spalle il passato: per tutti sembra essere ancora la solita bella ragazza in cerca dei riflettori. Per dimostrare il suo cambiamento, Veronica dovrà stingere nuove alleanze, ma un vecchio amico, Leonardo, sarà il suo asso nella manica.

Antonio Di Pietro si scontra con un avversario degno del suo livello: il neo Primo Ministro Silvio Berlusconi. Quando rifiuta la proposta del Cavaliere di fare parte della sua squadra di governo, il magistrato comprende di essersi fatto un nuovo e potente nemico. Assisteremo dunque a una lotta serrata senza esclusioni di colpi, una lotta durante la quale Di Pietro deciderà di rinunciare alla sua carica di magistrato per poter portare avanti la sua personale battaglia contro l’uomo più potente d’Italia. La cosa, ovviamente, provocherà non pochi mal di pancia dentro e fuori dalla procura.

Dopo una vita al fianco di Di Pietro, per Dario Scaglia si avvicina finalmente il momento della verità. Riuscirà a trovare quel filo rosso che unisce le tangenti di alcuni finanzieri a una delle aziende del nuovo Presidente del Consiglio? Questo viaggio lo porterà di fronte a una scelta inaspettata, quella tra il suo senso dell'onore e della giustizia e la sua famiglia. Per la prima volta in vita sua, Scaglia metterà in crisi tutto quello in cui ha sempre creduto. Come risponderebbe ad eventuali lusinghe da parte degli uomini che ha sempre provato a combattere?

Silvio Berlusconi, l’imprenditore più chiacchierato d’Italia, diventa Presidente del Consiglio dei Ministri, un evento semplicemente inimmaginabile fino a poco tempo prima, un vero e proprio terremoto per la politica italiana. I vecchi partiti sembrano spazzati via, e una nuova forza sembra essere pronta a cambiare per sempre l’Italia. Ma il matrimonio d’interesse con la Lega Nord mostra subito tutti i suoi limiti, e la magistratura sembra non lasciargli tregua. Eppure per Berlusconi il 1994 sarà sicuramente l’anno più incredibile della sua vita.

1994, pochi giorni all’uscita: le foto del cast della serie all’anteprima