Sanremo 2022, Gianni Morandi: "Per me vinceranno Mahmood e Blanco". VIDEO

Musica

Il cantante, al Festival con Apri tutte le porte, è intervenuto ai microfoni di Sky TG24 per raccontare la sua esperienza. "Mi sto divertendo", ha detto. Poi si è schermito: "Io vincitore? Improbabile"

È un Gianni Morandi ancora più fresco e vivace quello che si prepara alla grande serata finale del 72esimo Festival di Sanremo (IL LIVELA SCALETTALA CONFERENZA STAMPA DI PRESENTAZIONE). Per lui pare che il tempo che passa, ogni esibizione, aumenti le energie piuttosto che consumarle (LEGGI LE PAGELLE DELLA FINALE). “Mi diverto, mi sto divertendo”, dice raggiante ad Alessio Viola nell’intervista che potete vedere nel video in alto su questa pagina. IL DIETRO LE QUINTE – I TESTI DI TUTTE LE CANZONI - LO SPECIALE)

Sul palco con l'amico Jovanotti

leggi anche

Sangiovanni a Sanremo: "Tutto il resto si ferma e c'è solo la musica"

Felice anche di aver ricevuto la visita un po’ a sorpresa dell’amico Lorenzo, che per lui ha scritto Apri tutte le porte e che con lui ha cantato un medley dei loro successi conquistando la vittoria nella serata dedicata alle cover (RIVIVI IL MEGLIO DELLA SERATA COVER). “Ho avuto la fortuna che è venuto a trovarmi Jovanotti – dice Morandi - e questo mi ha dato una spinta notevole. Ha vinto lui, senza di lui non avrei mai vinto”.

"IO VINCITORE? IMPROBABILE"

leggi anche

Sanremo 2022, Mahmood e Blanco e la loro finale da Brividi

E chissà che ora, da quel secondo posto provvisorio in cui si è ritrovato ieri sera, non possa cullare anche speranze di vittoria: “No, questo penso sia improbabile – si schermisce – io ho già vinto il mio Festival per essere in questo contesto e la mia canzone la sento canticchiare già, questo è il vero risultato”. Poi parla del rapporto con chi gli sta davanti, il duo composto da Mahmood e Blanco, di come scherzi con loro, che hanno portato una canzone che gli piace “moltissimo”: “Per me vinceranno loro”.

COSÌ È NATA APRI TUTTE LE PORTE

leggi anche

Sanremo 2022, Elisa un ritorno al futuro che è un viaggio dell'anima

E ad Alessio Viola, che gli chiede se gli piacerebbe cantare Brividi, risponde con la solita dose di umiltà: “Non so se sarei capace, Mahmood scrive in una maniera strana”. E rivela che non è stato facile nemmeno imparare a cantare Apri tutte le porte, perché anche Jovanotti “scrive in una maniera strana”. “Gli ho chiesto di rendermela più semplice ma lui mi ha detto che lui scrive così, perché viene dal rap. Allora gli ho chiesto di darmi almeno un finale melodico, qualcosa che assomigli a Gianni. ‘Tu mi fai cantare solo le consonanti, io vorrei le vocali’, gli ho detto”.

Spettacolo: Per te