Zaino: i consigli per prevenire mal di schiena e problemi posturali

Salute e Benessere
Immagine di archivio (Ansa)

Gli esperti spiegano che è importante evitare di trasportare un carico superiore al 10-15% del peso corporeo dello studente. Inoltre, invitano a distribuire gli oggetti in tutti gli scompartimenti disponibili e a inserire quelli più pesanti nella parte centrale 

Si avvicina il ritorno a scuola e gli studenti di tutta Italia sono impegnati a recuperare l’occorrente per affrontare il nuovo anno: libri di testo, diari, astucci, album da disegno, righelli e molto altro ancora. Tutti questi oggetti andranno a riempire gli zaini che bambini e adolescenti dovranno portare sulle spalle nei prossimi mesi. Bisogna però prestare attenzione al peso: trasportare ogni giorno un carico eccessivo può causare dolori alla schiena e determinare una postura errata.

Il peso dello zaino

Un documento pubblicato nel 2009 dal Ministero della Salute indica che il peso dello zaino non dovrebbe superare il 10-15% del peso corporeo dello studente. Ignorare questa indicazione può esporre al rischio di mal di schiena e problemi posturali, che possono talvolta portare a soffrire di dolore cronico alla schiena in età adulta. Gli esperti vogliono però tranquillizzare i genitori: non basta uno zaino pesante per provocare danni strutturali alla schiena o deviazioni della colonna vertebrale, come la scoliosi o la cifosi.

Come organizzare lo zaino

Per evitare ogni problema, è comunque consigliabile non riempire troppo lo zaino. Gli esperti invitano a distribuire gli oggetti in tutti gli scompartimenti disponibili e a inserire quelli più pesanti nella parte centrale. Per assicurarsi che lo zaino sia abbastanza leggero, i pediatri consigliano ai genitori di rifarlo assieme ai figli. Anche gli insegnanti possono contribuire a risolvere il problema, non solo invitando gli studenti a non trasportare carichi eccessivi, ma anche preferendo, quando possibile, i testi digitali a quelli cartacei. Si tratta di una soluzione piuttosto diffusa in alcuni Paesi europei, dove il tablet sostituisce tutti i libri di testo. In alternativa, gli studenti possono lasciare i testi in un armadietto, se presente nell’edificio scolastico, o organizzarsi col compagno di banco per portare solo alcuni libri a testa.

La scelta dello zaino

Gli esperti della American Academy of Pediatrics (AAP) invitano genitori e studenti a prestare particolare attenzione alla scelta dello zaino. Si tratta di un acquisto importante e non deve essere preso sottogamba. Secondo i pediatri, la scelta dovrebbe ricadere su uno zaino con manici e schienale imbottiti, per evitare che il peso del materiale scolastico scenda verso il bacino, sbilanciando e affaticando chi trasporta il carico. Per quanto riguarda la capienza, è bene che sia superiore ai 15 litri. La presenza di tasche esterne e di un alloggiamento per il computer può rappresentare un valore aggiunto. Lo schienale deve essere robusto e possibilmente sagomato. Infine, è bene optare per uno zaino resistente, waterproof e con il fondo doppio.

Come correggere la postura

Gli esperti spiegano che l’attività fisica regolare rappresenta una delle soluzioni più efficaci per correggere la postura alterata. Per il benessere della schiena, è bene che gli studenti si allenino almeno due o tre volte alla settimana con un’intensità media. L’attività sportiva più consigliata per correggere la postura è il nuoto, ma anche gli sport di squadra come la pallavolo e il basket possono portare dei benefici, oltre a favorire la socialità e il senso del gruppo. Inoltre, anche la semplice ginnastica può fornire un valido aiuto.

Il trolley

Rispetto allo zaino tradizionale, il trolley è più comodo e facile da trasportare e rappresenta dunque una valida alternativa per gli studenti che non desiderano sforzare la schiena. Uno studio condotto nel 2017 da un team di ricercatori dell’Università di Granada su 78 ragazzi di età compresa tra i 6 e i 12 anni ha dimostrato che il trolley affatica meno i muscoli del collo e della schiena e riduce il rischio di dolori muscolari e mal di testa. Inoltre, un sondaggio svolto dagli studiosi ha rivelato che l’85% dei bambini abituati a utilizzare lo zaino prova spesso una sensazione di stanchezza durante il trasporto. Tra chi usa un trolley la percentuale scende al 71%. Anche il mal di schiena è più comune per chi opta per lo zaino.

Come indossare lo zaino

Per salvaguardare la salute della schiena, gli esperti di ortopedia invitano gli studenti a distribuire simmetricamente il peso dello zaino, portandolo su entrambe le spalle. È dunque importante evitare di appoggiare tutto il carico su una sola spalla. Inoltre, lo zaino deve aderire in maniera omogenea alla schiena, come indica uno studio pubblicato sulla rivista specializzata Plos One

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24