Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Batteri e virus non sono la stessa cosa, ecco le differenze

I titoli di Sky Tg24 delle ore 8 del 9/11

4' di lettura

I primi sono microrganismi unicellulari, dotati di una sola cellula, in grado di replicarsi in vari tessuti del nostro corpo. I secondi, più piccoli e costituiti da materiale genetico, possono replicarsi solamente all'interno delle cellule dei tessuti dell’organismo

Batteri e virus sono la stessa cosa? A far luce sulle differenze, che quindi non li mettono sullo stesso piano, è il portale dell’Istituto Superiore di Sanità (ISS) che, in primo luogo, pone l’accento sulle diversità partendo dalle definizioni scientifiche.

La definizione di virus

I virus sono dei microrganismi estremamente piccoli, visibili solo al microscopio elettronico, costituiti da materiale genetico (Dna o Rna) racchiuso in un involucro di proteine, definito in gergo scientifico ‘capside’ e, spesso, anche in una membrana più esterna costituita da lipidi e proteine, conosciuta dagli specialisti come pericapside. I virus sono in grado di replicarsi solamente all'interno delle cellule dei tessuti dell’organismo, provocandone la distruzione o la trasformazione in cellule tumorali. La resistenza dei virus all'aria aperta è estremamente bassa, anche se alcuni virus respiratori possono sopravvivere più a lungo. Si possono trasmettere per via aerea, alimentare, attraverso vettori o rapporti sessuali, e causare disturbi locali (per esempio all’apparato urogenitale, a quello digerente o respiratorio) o generali qualora si diffondano in tutto il corpo. Alcuni tipi di virus possono essere combattuti con farmaci efficaci o prevenuti grazie alla vaccinazione specifica.

La definizione di batteri

I batteri, invece, sono dei microrganismi unicellulari, dotati quindi di una sola cellula, più grandi dei virus ed in grado di replicarsi in vari tessuti del nostro corpo. In alcuni organi, come ad esempio la bocca e l’intestino, determinati tipi di batteri sono presenti in modo naturale e non causano danni. Altri tipi di batteri, definiti in gergo ‘patogeni’, invece, possono essere aggressivi, contribuendo a danneggiare gli organi e i tessuti dell’organismo. Tali batteri sono resistenti al di fuori del corpo umano e possono essere trasmessi per via aerea, alimentare o nel corso dei rapporti sessuali. Possono diventare motivo di infiammazione a livello locale e, solo in casi più rari, diffondersi e riprodursi nell’organismo. Alle infezioni batteriche si può porre un rimedio medico con gli antibiotici ma, per la diversa sensibilità che i vari tipi di batteri possono avere nei confronti di questi farmaci, la terapia deve essere prescritta dal proprio medico che valuta la natura dell'infezione.

I sintomi sono spesso comuni

I disturbi che le infezioni virali e batteriche causano a carico dei diversi organi o apparati sono spesso simili e dunque per individuarne la causa è necessaria la valutazione del medico curante o dello specialista, unite a specifici esami di laboratorio. Le infezioni virali e batteriche, infatti, provocano sintomi comuni come malessere, debolezza e febbre che compaiono come conseguenza di uno stato di infiammazione generale. Ad esempio, considerando l'apparato respiratorio, sia le infezioni virali sia quelle batteriche determinano, nella maggior parte dei casi, dolore e infiammazione a carico della bocca e della gola, della laringe, della trachea e dei bronchi con possibile insorgenza di tosse e febbre. Le infezioni di origine batterica possono determinare la presenza di placche visibili in gola e di secrezione purulenta, mentre quelle virali generano di solito una secrezione trasparente e viscosa. Invece a livello gastrointestinale le infezioni da virus o batteri possono determinare vomito, dolore addominale e diarrea, talora in presenza di febbre. Nell’apparato uro-genitale le infezioni virali o batteriche possono causare infiammazione e dolore a carico dell’uretra o della vagina. Inoltre, possono comparire vescicole localizzate con secrezione trasparente o purulenta di colore giallastro (in caso di infezioni batteriche). Anche sulla pelle la comparsa di orticaria, bolle e pustole può essere causata da infezioni virali o batteriche distinguibili solo con una visita specialistica e con l’esecuzione di accurati esami di laboratorio.

La diagnosi con esami mirati

L’accertamento delle infezioni da virus o batteri è molto importante per iniziare la cura migliore e mirata. Poiché i sintomi causati dalle infezioni sono spesso generici e comuni, come detto, è importante rivolgersi ad un medico che può prescrivere specifici esami di laboratorio. Tra questi gli specialisti segnalano test sul sangue, che evidenziano la presenza degli anticorpi o degli antigeni dei virus e batteri, oppure test molecolari, che dimostrano la presenza nel sangue, o nei tessuti, del materiale genetico del virus o del batterio. Ancora, sono possibili test microscopici e colturali, che evidenziano, tramite l'osservazione diretta o la crescita in laboratorio, determinati ceppi batterici fornendo indicazioni per una terapia antibiotica adeguata.  

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"