Covid Gb, quasi 60mila contagi in 24 ore: dato più alto da gennaio

Salute e Benessere
©Ansa

Superato il picco di 58.194 contagi registrato lo scorso 10 dicembre. Intanto, nel Paese, prosegue la campagna vaccinale con protagoniste le terze dosi: solamente nella giornata di ieri ne sono state somministrate 513.722

Nel Regno Unito sono stati registrati, nelle ultime 24 ore, 59.610 nuovi casi di coronavirus. Si tratta del totale giornaliero più alto sin dal 9 gennaio, secondo quanto riportano i dati diffusi dal governo britannico, anche oltre il picco di 58.194 contagi registrato lo scorso 10 dicembre. I decessi sono stati, invece, 150. Intanto, proprio nella giornata di ieri, sono state somministrate 513.722 terze dosi del vaccino anti-Covid, con le autorità sanitarie e l'esecutivo guidato dal premier Boris Johnson sempre impegnati nel tentativo di arrivare ad un milione di dosi “booster” somministrate al giorno.

Variante Omicron, crescita simile a quella in Sudafrica

approfondimento

Covid in Italia e nel mondo: le notizie di oggi 14 dicembre. DIRETTA

Tra i dati segnalati dagli esperti, poi, l'aumento della diffusione della variante Omicron del coronavirus che, ad oggi, sta rispecchiando nel Regno Unito l’andamento rilevato in Sudafrica. Lo ha riferito il ministro della Sanità britannico, Sajid Javid, che ha ribadito l'“elevata gravità” rappresentata dalla variante stessa. Il ministro, comunque, ha rassicurato sul fatto che il Paese sia ad oggi molto più preparato ad affrontare la situazione, anche per merito della vasta campagna vaccinale nazionale, rispetto allo scorso inverno.

Rimossi tutti gli 11 Paesi dalla “lista rossa”

Lo stesso ministro della Sanità, poi, ha annunciato che a partire da domani verranno rimossi tutti gli 11 Paesi inseriti precedentemente in una “lista rossa” legata al divieto di viaggio nel Regno Unito, inseriti per contenere la diffusione internazionale della variante Omicron.

Nel Paese oltre il 40% degli adulti ha ricevuto la terza dose

A proposito di vaccini anti-Covid, poi, “oltre il 40% degli adulti” nel Paese ha ricevuto la terza dose “booster”. Lo ha confermato il vicepremier britannico Dominic Raab, sottolineando come il governo stia “facendo di tutto per vaccinare quante più persone possibile”, con l’obiettivo di frenare proprio la diffusione della variante Omicron.

Salute e benessere: Più letti