Effetto Green pass, le prenotazioni dei vaccini in aumento del 40%

Salute e Benessere
©Ansa

Dopo il decreto relativo al Green pass, che estende l'obbligo di certificazione verde a tutti i lavoratori, circa 23 milioni in Italia, a partire dal prossimo 15 ottobre, si è segnalato un aumento nella richiesta del vaccino anti-Covid. “A livello nazionale si è verificato un incremento generalizzato delle prenotazioni di prime dosi tra il 20% e il 40% rispetto alla scorsa settimana”, ha detto nelle scorse ore il Commissario per l’emergenza coronavirus, Figliuolo

Un aumento evidente, tra il 20 e il 40%, delle prenotazioni delle prime dosi di vaccino anti-Covid nell’arco di pochi giorni. E’ quello registrato dopo il decreto Green pass, che estende l'obbligo di certificazione verde a tutti i lavoratori, circa 23 milioni in Italia, a partire dal prossimo 15 ottobre e fino al 31 dicembre. La conferma di questo trend, durante il weekend appena trascorso, è arrivata direttamente dal Commissario straordinario per l'emergenza coronavirus, il generale Francesco Paolo Figliuolo. “A livello nazionale si è verificato un incremento generalizzato delle prenotazioni di prime dosi tra il 20% e il 40% rispetto alla scorsa settimana”, ha riferito. Inoltre, solamente nella giornata di sabato 18 settembre, “si è riscontrato un aumento del 35% di prime dosi rispetto alla stessa ora di sabato scorso”, aveva sottolineato.

L’andamento dei prossimi giorni

approfondimento

Vaccino Covid: dati e grafici sulle somministrazioni in Italia

Le richieste sono in aumento, dunque, ma secondo Figliuolo occorre aspettare, per capire se questo dato si consoliderà “in maniera strutturale”. Importante, per tracciare la rotta verso la quota fissata dal Governo e dalla struttura commissariale, di raggiungere l'80% di popolazione vaccinabile immunizzata entro la fine di settembre, attendere gli sviluppi dei prossimi giorni. “Considerando che la maggior parte dei centri vaccinali sono ad accesso libero, occorre monitorare, nei prossimi giorni, l’andamento delle adesioni per valutare se il trend attuale si consoliderà in maniera strutturale”, aveva confermato, nel dettaglio, Figliuolo. Intanto, come confermato dal Commissario, “ad oggi 40 milioni 850.892 cittadini hanno completato il ciclo vaccinale, pari al 75,64% della platea di over 12”.

I dati a livello regionale

Tra gli hub vaccinali regionali che hanno segnalato un incremento della richiesta legata ai vaccini anti-Covid, quelli della Lombardia, dove le adesioni sono aumentate nell’arco di un paio di giorni, passando dalle oltre 6mila alle quasi 15mila. Medesimo trend riscontrato in Piemonte dove, nell’arco di 24 ore, si sono segnalate quasi 4.100 nuove adesioni rispetto alle 1.900 di una settimana prima. Il Lazio, infine, ha fatto registrare un aumento delle somministrazioni dei vaccini pari al 10%, ed anche in Liguria la richiesta è salita. Intanto, proprio a partire da oggi, 20 settembre, l'Italia è partita con la campagna che prevede l’inoculazione della terza dose di vaccino, destinata attualmente alle persone immunocompromesse, ai trapiantati e ai malati oncologici con determinate specificità. Si tratta, in tutto, di circa tre milioni di pazienti.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24