Covid, dai bar ai treni: in Francia al via l’uso del Green pass

Salute e Benessere
©Ansa

Per quanto riguarda i trasporti a lunga percorrenza, “l'obiettivo del pass sanitario è incitare a vaccinarsi e a preservare la libertà”, ha sottolineato il ministro dei Trasporti, Jean-Baptiste Djebbari, nel corso di un’intervista radiofonica. Intanto, è record di decessi in Iran mentre in Cile è stata proclamata una due giorni di lutto nazionale

Dopo essere stato convalidato quasi integralmente dal Consiglio di Stato e nonostante le numerose proteste di piazza, il Green pass sanitario è entrato in vigore proprio oggi, in Francia. Il cosiddetto “pass sanitario”, ovvero il certificato che attesta l'avvenuta vaccinazione, o un test negativo di meno di 72 ore o ancora la guarigione dal Covid-19 da meno di 6 mesi, risulta quindi necessario per l’accesso a bar, ristoranti, cinema, ospedali e trasporti a lunga percorrenza. “L'obiettivo del pass sanitario nei trasporti è incitare a vaccinarsi e a preservare la libertà”, ha sottolineato nelle scorse ore il ministro dei Trasporti, Jean-Baptiste Djebbari, nel corso di un’intervista radiofonica. I controlli nei trasporti, ha aggiunto, “saranno massicci”, sebbene non possano essere “sistematici, perché sui treni viaggiano 400 mila passeggeri al giorno”, ha detto il ministro, annunciando anche che, all’inizio, è prevista “una settimana di rodaggio”. Per i trasgressori è possibile una multa da 135 euro.

Covid, in Russia 22mila casi in 24 ore

approfondimento

Coronavirus in Italia e nel mondo: news di oggi 9 agosto

Intanto, arrivano i bollettini relativi a contagi e decessi da coronavirus anche da altre parti del mondo. Il numero di morti legate al virus in Russia, ad esempio, è salito di 769 unità nelle ultime 24 ore, rispetto ai 787 del giorno precedente. Il totale ufficiale delle vittime nel Paese, legate al Covid-19, è salito così a quota 165.650. Lo ha comunicato il centro di crisi nazionale anti-coronavirus. Il tasso di mortalità provvisorio, attualmente, è pari al 2,56%. I nuovi casi di coronavirus rilevati nel Paese, nelle scorse 24 ore, sono stati 22.160.

Cile, 2 giorni di lutto nazionale per le vittime

In Cile, invece, si fa la conta dei morti con il presidente Sebastián Piñera che ha annunciato due giorni di lutto nazionale, previsti per oggi e domani, con bandiere a mezz'asta, in ricordo degli oltre 36mila decessi causati dalla pandemia. Obiettivo del provvedimento, ha sottolineato il capo dello Stato in un discorso ufficiale, è che “tutte le donne e gli uomini cileni possano ricordare queste vittime e dare un senso alla loro morte, perché il loro sacrificio non è stato vano”, ha detto. “Abbiamo potuto parlare con le persone care, i parenti, le madri, le mogli, i colleghi, i figli, di alcune delle persone che hanno perso la vita a causa della pandemia e oggi siamo qui per ricordare ognuno degli oltre 36.000 cileni che hanno perso la vita a causa della pandemia”, ha poi aggiunto.

Iran, 588 morti nelle ultime ore

Tra i dati più eclatanti relativi al coronavirus, sempre considerando i numeri più recenti, quelli dell’Iran dove nelle ultime 24 ore sono morte 588 persone. Lo ha annunciato il ministero della Sanità locale, precisando che si tratta del numero di vittime più alto in un singolo giorno dall'inizio della pandemia. Inoltre si sono verificati 40.808 contagi, che hanno portato il totale a 4.199.537. Prosegue la campagna vaccinale, con 3.146.130 persone che hanno ricevuto entrambe le dosi del vaccino e 13.002.245 a cui è stata inoculata la prima dose. Attualmente, 336 città sono in condizioni di rischio molto alto o rosse, 84 ad alto rischio o arancione e 28 a rischio medio o gialle. Inoltre gli ospedali stanno affrontando una carenza di attrezzature, compresi letti, ventilatori e farmaci.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24