Iss, terminata la stagione influenzale: epidemia mai partita

Salute e Benessere
©Ansa

Lo ha certificato l’ultimo bollettino InfluNet, il sistema di sorveglianza integrata dell’influenza, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss). Sono stati, in totale, 2.431.000 i casi dall'inizio della sorveglianza. L'anno scorso, l'epidemia influenzale era arrivata al termine dopo aver contagiato oltre 7,5 milioni di persone in Italia, oltre 5 milioni in più di quelli visti nella stagione in corso

“Con la 16esima settimana del 2021 si conclude il periodo di sorveglianza con un livello di incidenza di sindromi simil-influenzali che si è stabilmente mantenuto al di sotto della soglia basale per tutta la stagione”. E’ questo il dato più significativo riportato nel consueto bollettino InfluNet, il sistema di sorveglianza integrata dell’influenza, coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità (Iss).

Conclusa la sorveglianza stagionale

approfondimento

Influenza, in Italia cala l’incidenza grazie all’uso delle mascherine

In particolare, Italia, nel periodo che è andato dal 19 al 25 aprile, l’incidenza delle sindromi simil-influenzali è risultata pari a 0,8 casi per mille assistiti e, in tutte le Regioni italiane che hanno attivato la sorveglianza, il livello di incidenza delle sindromi simil-influenzali si è ampiamente confermato sotto la soglia basale, anche rispetto alla scorsa stagione. Dall’inizio del monitoraggio, sono stati oltre 2,4 milioni i casi di sindromi simil influenzali e con l’ultimo bollettino l’Iss ha ufficialmente considerata conclusa la sorveglianza stagionale dell'influenza, senza che l'epidemia sia mai di fatto partita e senza che nessun virus influenzale vero e proprio sia mai stato isolato in Italia.

Un totale di 2.431.000 casi dall'inizio della stagione

In particolare, per quanto riguarda proprio l’ultimissimo bollettino, rispetto ai dati inviati dai medici sentinella, è risultato che nella 16esima settimana dell’anno l'incidenza totale delle sindromi simil-influenzali è stata pari a 0,85 casi per mille assistiti, con i casi stimati rapportati all'intera popolazione italiana pari a circa 51.000, per un totale di 2.431.000 dall'inizio della sorveglianza. L'anno scorso, l'epidemia influenzale era arrivata al termine, dopo aver contagiato oltre 7,5 milioni di persone in Italia, oltre 5 milioni in più di quelli visti nella stagione in corso. La curva epidemica, hanno confermato gli esperti, è rimasta da ottobre ad oggi sempre sotto la soglia epidemica, anche grazie alle misure anti-Covid che hanno ridotto la circolazione di altre infezioni respiratorie.

I campioni clinici analizzati

Tra i dati segnalati dall’Iss, infatti, anche quello che segnala come durante la stagione 2020/21 un totale di 6.818 campioni clinici sono stati ricevuti e analizzati dai diversi laboratori afferenti alla rete InfluNet e, tra questi, “nessuno è risultato positivo al virus influenzale”. Tra i campioni analizzati, però, 1.470 sono risultati positivi al Sars-CoV-2.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.