Covid, dall’Ema via libera al vaccino Moderna. Ok dell’Ue alla commercializzazione

Salute e Benessere
©Fotogramma

L'Agenzia europea del farmaco ha dato l'ok al vaccino anti-Covid di Moderna. Lo comunica la stessa Ema. Si tratta del secondo farmaco che riceve il via libera da parte dell'agenzia: lo scorso 21 dicembre aveva approvato quello di Pfizer-BioNtech. "Il vaccino Moderna è sicuro ed efficace", ha commentato la Commissione europea. Domani riunione Aifa per il via libera: prime dosi in Italia già la prossima settimana, 80 milioni in Ue entro settembre. Speranza: "Passo avanti, ma sfida ancora dura"

L'Agenzia europea del farmaco ha dato l'ok al vaccino anti-Covid di Moderna. Lo comunica la stessa Ema. Si tratta del secondo vaccino che riceve il via libera da parte dell'agenzia: lo scorso 21 dicembre era stato approvato quello di Pfizer-BioNtech. "Il vaccino Moderna è sicuro ed efficace", ha commentato la Commissione europea dopo il parere positivo. Ha poi "concesso un'autorizzazione condizionata all'immissione in commercio" (Covid-19, il vaccino in Italia e nel mondo: DATI E GRAFICI - Pillole di vaccino, dal vaiolo al Covid-19: i video delle puntate - AGGIORNAMENTI LIVE SPECIALE).

Il vaccino Moderna in Italia dalla prossima settimana

approfondimento

Covid-19, il vaccino in Italia e nel mondo: DATI E GRAFICI

Per quanto riguarda l'Italia, la Commissione tecnico scientifica (Cts) dell'Agenzia italiana del farmaco (Aifa) si riunirà domani, 7 gennaio, per esaminare il dossier del vaccino e per l'autorizzazione all'immissione in commercio e all'utilizzo nell'ambito del Servizio sanitario nazionale. L'arrivo nel nostro Paese delle prime dosi è previsto già dalla prossima settimana. Complessivamente, nei prossimi tre mesi, arriveranno in Italia 1 milione e 300mila dosi di Moderna, con cadenza settimanale: 100mila a gennaio, 600mila a febbraio e 600mila a marzo. Con l'arrivo delle dosi di Moderna, partirà il meccanismo di distribuzione nazionale del vaccino a cura della Difesa. Il Piano prevede lo stoccaggio delle dosi di Moderna nell'hub nazionale di Pratica di Mare e il trasporto nei vari centri di somministrazione con i mezzi militari. Il vaccino Pfizer Biontech continuerà a essere consgnato, invece, dalla casa farmaceutica (la Difesa era stata coinvolta solo per la distribuzione delle 9.750 dosi Pfizer in Italia in occasione del V-Day, che si è svolto in tutta Europa). "La sfida è ancora dura, ma quello di oggi è un altro importante passo avanti contro il virus", ha scritto su Facebook il ministro della Salute Roberto Speranza. 

Ottanta milioni di dosi in Ue entro settembre

Gli 80 milioni iniziali di dosi di vaccino Moderna saranno distribuiti in Europa entro settembre 2021: 10 milioni nel primo trimestre 2021, 35 milioni nel secondo trimestre e 35 milioni nel terzo trimestre. Lo si apprende dall'azienda, che sottolinea come le prime dosi saranno distribuite dalla prossima settimana, all'incirca negli stessi giorni, tra gli Stati membri. Anche gli ulteriori 80 milioni di dosi opzionali, fa sapere sempre l'azienda, saranno distribuiti nel 2021.

Ok dell'Ue alla commercializzazione

leggi anche

Covid, Arcuri: programma prevede 5,9 milioni vaccinati per fine marzo

La Commissione Europea ha quindi "concesso un'autorizzazione condizionata all'immissione in commercio per il vaccino Covid-19 sviluppato da Moderna". "Questa autorizzazione - si spiega in una nota - segue una raccomandazione scientifica positiva basata su una valutazione approfondita della sicurezza, efficacia e qualità del vaccino da parte dell'Agenzia europea per i medicinali (Ema) ed è approvata dagli Stati membri".

La valutazione dell'Ema

In una nota dell'Ema, si legge che l'agenzia "ha raccomandato la concessione di un'autorizzazione all'immissione in commercio condizionata per il vaccino anti Covid-19 di Moderna per prevenire la malattia nelle persone a partire dai 18 anni di età. Questo è il secondo vaccino Covid-19 che l'Ema ha raccomandato per l’autorizzazione". "Il Comitato per i medicinali ad uso umano (Chmp) dell'Ema - si legge ancora - ha valutato accuratamente i dati sulla qualità, sicurezza ed efficacia del vaccino e ha raccomandato per consenso la concessione di un'autorizzazione all'immissione in commercio condizionale formale da parte della Commissione europea". "Questo vaccino ci fornisce un altro strumento per superare l'attuale emergenza", ha affermato Emer Cooke, direttore esecutivo dell'Ema. "È una testimonianza degli sforzi e dell'impegno di tutte le parti coinvolte", ha aggiunto. Cooke ha poi assicurato che "come per tutti i medicinali, monitoreremo attentamente i dati sulla sicurezza e l'efficacia del vaccino per garantire una protezione continua" e che il lavoro dell'Ema "sarà sempre guidato dalle prove scientifiche e dal nostro impegno a salvaguardare la salute dei cittadini dell'Ue".

Von der Leyen: "Avremo altre 160 milioni di dosi"

leggi anche

Vaccini, Speranza: "Paese pronto a un'accelerazione"

"L'Agenzia europea per i medicinali (Ema) ha giudicato il vaccino di Moderna sicuro ed efficace. Questa è una buona notizia per i nostri sforzi per fornire più vaccini agli europei", ha commentato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen su Twitter. Ha poi aggiunto: "Con il vaccino Moderna, il secondo ora autorizzato in Ue, avremo altre 160 milioni di dosi". Von der Leyen ha ribadito che "arriveranno altri vaccini" e che "l'Europa si è assicurata" in tutto "fino a due miliardi di dosi di potenziali vaccini per il Covid-19": i vaccini, ha assicurato. saranno "più che sufficienti, sicuri ed efficaci, per proteggere tutti gli europei".

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.