Sei mesi di sport aiutano a ringiovanire il cervello di 9 anni

Salute e Benessere
GettyImages-129090120

Uno studio condotto da ricercatori statunitensi ha rilevato che praticare regolarmente esercizi aerobici per sei mesi aiuta a migliorare notevolmente le funzioni cognitive

Svolgere esercizio aerobico tre volte a settimana per sei mesi continuati, che si tratti di una camminata oppure di una corsa in bicicletta, può ringiovanire il cervello di circa nove anni di età, aiutando a migliorare le funzioni cognitive. È quanto sostiene una ricerca condotta da un gruppo di studiosi guidati da James Blumenthal, ricercatore del Duke University Medical Center di Durham, nella Carolina del Nord, e pubblicata sulla rivista Neurology.

Studio condotto su 160 partecipanti

Gli esperti hanno coinvolto 160 partecipanti con un’età media di 65 anni, tutti con lievi deficit cognitivi, quali problemi di memoria e di organizzazione mentale, capacità decisionale e con uno stile di vita sedentario. Il campione esaminato è stato poi diviso in quattro gruppi, ciascuno con dei precisi esercizi da compiere. Il primo doveva svolgere 45 minuti di sport, che comprendevano 10 minuti di riscaldamento e 35 su un tapis roulant correndo o camminando, per tre volte a settimana. Al secondo è stata prescritta una dieta contro l'ipertensione (DASH), composta da carne, alimenti ricchi di fibre (legumi, frutta secca, frutta fresca, verdura) e poveri di sale. Il terzo gruppo, invece, doveva seguire entrambe le indicazioni, mentre l'ultimo nessuna delle due. Tutti i partecipanti sono stati valutati prima e dopo il test con esami cognitivi specifici e studiati ad hoc.

Sport aiuta a migliorare funzioni cognitive

Il programma è durato in totale sei mesi, al termine dei quali coloro che facevano parte del primo gruppo (solo sport) e quelli appartenenti al terzo gruppo (sport e dieta) hanno mostrato un miglioramento considerevole nelle loro 'funzioni esecutive’, ossia nella capacità di riflettere, decidere, organizzare e portare a termine un compito, comparabile a nove anni di ringiovanimento. Gli studiosi hanno quindi osservato che i partecipanti che hanno praticato sport e seguito la dieta, il cui cervello aveva inizialmente un’età stimata di 93 anni, 28 in più rispetto alla loro vera età anagrafica a causa dei deficit cognitivi, al termine della ricerca mostravano di aver migliorato le proprie funzioni esecutive, comparabili dopo l'esperimento a quelle di un 84enne.
Nessun miglioramento è stato rilevato, invece, negli altri due gruppi, segno che la dieta da sola non è sufficiente a sortire cambiamenti significativi. Gli esperti, però, affermano che saranno necessari ulteriori test su un campione più ampio che verificare questo dato.

Salute e benessere: Più letti