G20 Roma: ambientalisti si incatenano davanti al Foro Traiano, poi bloccano il traffico

Lazio
©Ansa

Gli attivisti hanno esposto dei cartelli con su scritto "Crisi climatica ed ecologica, i Governi hanno fallito”. In seguito, hanno bloccato il traffico in via IV Novembre, nel centro della Capitale

È terminata dopo oltre 5 ore l'azione degli attivisti di Extinction Rebellion al centro di Roma, che si sono seduti al centro della strada in via Quattro Novembre in tarda mattinata bloccando il traffico in occasione del G20 (LO SPECIALE - LA DIRETTA). Poco fa il gruppo di ambientalisti, controllato costantemente dalle forze dell'ordine, è andato via. (G20 ROMA, TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE - I PAESI MEMBRI - IL LANCIO DELLA MONETINA - I LEADER  - L'INCONTRO TRA BIDEN E IL PAPA - I VERTICI DAL 2008 A OGGI)

La manifestazione

Alcuni attivisti si sono simbolicamente incatenati alla cancellata del Foro di Traiano con dei cartelli con su scritto "Crisi climatica ed ecologica, i Governi hanno fallito”. In seguito, un gruppo di attivisti ha bloccato il traffico in via IV Novembre, nel centro della Capitale. Sit-in anche in via Nazionale da parte di Extinction Rebellion. 

Gli attivisti: "Crisi climatica finora sottovalutata da politica"

Ad organizzare l'azione sono stati attivisti di ExtinctionRebellion, movimento internazionale che si batte per la giustizia climatica ed ecologica. "La gravità della crisi climatica ed ecologica è stata finora sistematicamente sottovalutata dalla classe politica mondiale ed italiana - sottolineano - con questa azione, vogliamo evidenziare l'inadeguatezza del Governo italiano che, limitando gli spazi per manifestare, nega ai propri cittadini il diritto di esprimere la propria preoccupazione per una crisi planetaria che non viene raccontata né gestita. Questo G20 e la COP26 sono l'ultima possibilità che l'umanità ha per evitare il caos climatico".

©Ansa

La protesta di ieri

leggi anche

G20 a Roma, la protesta sulle note di “Money, Money, Money”. VIDEO

Ieri una cinquantina di attivisti del Climate Camp aveva bloccato il traffico a ridosso della zona rossa, su via Cristoforo Colombo, sedendosi al centro della carreggiata. Le forze dell'ordine li hanno poi sgomberati: i manifestanti si sono lasciati sollevare di peso facendo resistenza passiva. Dopo di che hanno dato vita a un corteo diretto al Ministero dell'ambiente e della tutela del territorio e del mare. "La catastrofe arriva, è tempo di agire" e "Da Roma a Glasgow le vostre iniziative sono il problema", alcuni degli slogan scanditi durante la protesta.

©Ansa

Roma: I più letti