Covid Sicilia, 782 casi su 27.072 tamponi. Al via prenotazioni vaccini per 50enni

Sicilia

Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 152, quelle negli altri reparti sono 1.121 mentre quelle in isolamento presso il proprio domicilio sono 23.256

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Sicilia

 

Nelle ultime ore in Sicilia si registrano 782 nuovi contagi a fronte di 27.072 tamponi processati. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 152, quelle negli altri reparti sono 1.121 mentre quelle in isolamento presso il proprio domicilio sono 23.256.

Oggi la via le prenotazioni delle vaccinazioni per i 50enni, come annunciato ieri dal presidente Nello Musumeci.

Sono circa 1400 le persone che saranno vaccinate a Salina, nell'ambito della campagna di massa per le isole minori. Si partirà il 7 maggio, in contemporanea con altre due isole: Lampedusa e Linosa (COVID: TUTTI GLI AGGIORNAMENTI - MAPPE E GRAFICI DEL CONTAGIO).

19:21 - Da domani dosi a cinquantenni

E' confermato, da domani alle ore 20, l'avvio delle prenotazioni in Sicilia - sulla piattaforma di Poste italiane - per le vaccinazioni nella fascia 50-59 anni (nati dal 1962 al 1971). Lo prevede un'ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci, appena firmata. Lo stesso provvedimento dispone, per gli ultracinquantenni (senza patologie), l'utilizzo del vaccino AstraZeneca. L'inizio delle somministrazioni per questa fascia d'età è fissato per giovedì 13 maggio. Da venerdì prossimo, inoltre, nei Centri vaccinali dell'Isola, all'interno dell'iniziativa Open day, gli over 50 con patologie di fragilità e tutti i cittadini rientranti nel target over 60 potranno vaccinarsi (anche senza prenotazione) con una corsia preferenziale. Sempre dal 7 maggio, inoltre, prende il via la campagna di immunizzazione degli abitanti maggiorenni delle isole minori e dei lavoratori stagionali non residenti. Si parte con Salina, Lampedusa e Linosa. Da lunedì 10 si proseguirà negli altri Comuni.

19:05 - Tre nuove zone rosse in Sicilia e undici proroghe

In Sicilia sono state istituite tre nuove 'zone rosse'. Sono i comuni di Bolognetta, Santa Cristina Gela e San Cipirello' nel Palermitano. Lo prevede un'ordinanza del presidente della Regione Nello Musumeci, adottata su richiesta dei sindaci e sulla scorta delle relazioni delle Asp, che ha prorogato anche le 'zone rosse' in altri 11 comuni. Il provvedimento, necessario a causa del numero elevato di positivi al Covid, sarà valido da domani a mercoledì 12 maggio. Le misure restrittive sono state prorogate a Baucina, Belmonte Mezzagno, Giardinello, Mezzojuso, Termini Imerese, Cefalù, nel Palermitano; Gela, in provincia di Caltanissetta; Mineo, nel Catanese; Cerami, in provincia di Enna; Fiumedinisi, nel Messinese; Lampedusa e Linosa, in provincia di Agrigento.

19:04 - Inaugurato hub Misilmeri in area artigianale

Otto postazioni per l'inoculazione del vaccino, 5 di anamnesi per i medici e 4 per gli amministrativi che si occupano di caricare i dati sul portale nazionale. E' stato attivato questa mattina, alla presenza tra gli altri del sindaco Rosario Rizzolo, del direttore generale dell'Asp di Palermo Daniela Faraoni e del dirigente generale del dipartimento della Protezione civile regionale Salvatore Cocina, il nuovo hub vaccinale di Misilmeri, nel Palermitano.E' stato realizzato in un edificio di circa 800 mq. coperti nella locale area artigianale. L'hub - il primo della provincia di Palermo - sarà in funzione sette giorni su sette dalle 8 alle 20. Gli utenti che hanno problemi motori, saranno vaccinati in auto. "Il centro Hub di Misilmeri è l'esempio di una sanità che deve articolare in maniera uniforme la propria presenza su tutto il territorio - dice Faraoni - ringrazio la Protezione civile per le opere realizzate in pochissimo tempo e per i lavori in via di completamento e di prossima attivazione di Cefalù e Bagheria. La nostra grande forza rimangono i medici di medicina generale che, con la loro capillare organizzazione, coprono tutto il territorio". Intanto, da domani a domenica 9 maggio tornerà a disposizione degli utenti dalle 8 alle 20 il Drive In della Casa del Sole con l'importante novità della possibilità di vaccinare a bordo dell'auto, non solo gli Over 80, ma anche i fragili. Questi ultimi dovranno presentarsi muniti - oltre che di documento di identità e tessera sanitaria - anche del tesserino di esenzione ticket per patologia con codice rientrante nel target nazionale.

18:52 - Divieto permanenza in strade Catania nel weekend

Divieto di permanenza e stazionamento per le persone per tre giorni, da venerdì a domenica prossimi, dalle 18 alle 05 in quattro piazze e tre vie nelle zone tra le più frequentate la sera di Catania. L'ordinanza sarà emessa dal sindaco e riguarderà le piazze Sciuti,. Vincenzo Bellini, Currò e Scammacca e le vie Gemmellaro, Santa Filomena e Pulvirenti. E' quanto deciso da una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica presieduta dal prefetto Maria Carmela Librizzi per "predisporre servizi per prevenire e contrastare pericolosi assembramenti nella zona del Centro storico dove si svolge la movida". "Resta consentita - precisa una nota della Prefettura - la possibilità di accesso e deflusso agli esercizi commerciali legittimamente aperti nel rispetto delle norme anticovid-19 e del divieto di assembramento e l'accesso alle abitazioni private e per comprovate esigenze lavorative ovvero situazioni di necessità o motivi di salute. In sede di riunione di tavolo tecnico che la Questura convocherà al più presto verranno esaminati nel dettaglio i profili esecutivi del provvedimento e i relativi servizi di prevenzione e controllo delle forze di Polizia a supporto della Polizia Locale. Da parte di tutti i componenti il Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica - prosegue la nota della Prefettura - è stato vivamente auspicato che il sistema di controlli messo in atto dalle forze dell'ordine e l'adozione dell'ordinanza da parte del sindaco di Catania possano contribuire a ripristinare il rispetto delle regole e della legalità nonché assicurare una civile convivenza ai residenti di quelle zone". Il prefetto Maria Carmela Librizzi ha "evidenziato come quest'ultimo sforzo predisposto possa essere recepito come ulteriore tentativo di contrastare, con gli strumenti a disposizione, le intemperanze di una minoranza che vanifica gli sforzi posti in essere dalla maggioranza dei catanesi sul rispetto delle misure di distanziamento".

18:04 – In Sicilia 782 nuovi contagi su 27.072 tamponi

Nelle ultime ore in Sicilia si registrano 782 nuovi contagi a fronte di 27.072 tamponi processati. Le persone ricoverate in terapia intensiva sono 152, quelle negli altri reparti sono 1.121 mentre quelle in isolamento presso il proprio domicilio sono 23.256.  Le vittime sono state 24 e portano il totale a 5.492, i guariti sono 1.052. La distribuzione tra le province vede Palermo con 217 casi, Catania 142, Messina 65, Siracusa 157, Trapani 38, Ragusa 32, Caltanissetta 79, Agrigento 42, Enna 10

16:10 - Vaccini: via a somministrazioni Pfizer e Moderna nel Catanese

Al via da venerdì prossimo nel Catanese la somministrazione del vaccino Pfizer e Moderna senza prenotazione, per la fascia d'età 50/59 anni, ma per coloro che rientrano nelle patologie pubblicate sulla pagina Facebook commissario area metropolitana Catania. Per sapere se si rientra in una delle categorie indicate si può chiamare il numero verde 800 954 414. Negli hub vaccinali di Catania e Giarre si andrà avanti ad oltranza dalle 8 alle 20. "L'obiettivo - spiega il commissario per l'emergenza Covid Pino Liberti - è quello di dare un ulteriore impulso alla campagna vaccinale e proteggere velocemente i soggetti vulnerabili certificati da un codice di esenzione". Nel contempo si accelera l'iter per il resto della popolazione. Già da domani sera, attraverso la piattaforma di Poste italiane, i nati dal 1971 in giù, fascia di età 50/59 anni, potranno prenotare la somministrazione del vaccino Astrazeneca, che avverrà a partire da giovedì 13 maggio. E nel week-end sarà avviata una operazione di screening a Sant'Agata Li Battiati (domenica), e Adrano (sabato e domenica). "Testare e tracciare - ricorda Liberti - sono strumenti assai efficaci per contrastare la diffusione del contagio. Gli screening sono ormai periodici, proseguiranno ancora e in tal senso stiamo lavorando per realizzare un altro drive in permanente allo stadio di Acireale. I lavori sono in corso e sarà operativo a breve. L'auspicio è quello di avere un'estate più tranquilla, ma le precauzioni devono sempre essere ai massimi livelli, anche per i vaccinati. Solo dei comportamenti responsabili, di tutti, ci consentiranno di convivere con meno restrizioni questo difficile momento".

15:43 - Vaccini: Musumeci, non possiamo aspettare i riottosi

"Non è vero che in Sicilia non ci occupiamo degli ultra 80enni. Per un mese abbiamo lanciato appelli per fare il vaccino, ma molti sono riottosi verso AstraZeneca, mentre tanti cittadini di diverse fasce di età ci invitano ad accelerare e non possiamo certo aspettare che gli incerti si convincano. Ecco perché abbiamo aperto le prenotazioni ai cinquantenni". Così il presidente della Regione siciliana, Nello Musumeci, a Tgcom24. "Per gli ultra 80enni ovviamente porte sempre aperte - ha aggiunto - ci sono i medici di famiglia disponibili e i centri di vaccinazione".

15:21 - Arcivescovo di Messina risultato positivo, sta bene

L'arcivescovo di Messina Giovanni Accolla è risultato positivo al Covid 19. Le sue condizioni sono buone e ha iniziato il trattamento farmacologico previsto dai protocolli. Da giorni il presule non partecipava a celebrazioni pubbliche. Le ultime persone incontrate dall'Arcivescovo sono state comunque avvisate, come previsto dalla normativa in atto. 

14:58 - Vaccini, sindaco di Lampedusa: "Dosi a 3.900 cittadini"

Comincerà sabato prossimo la vaccinazione di massa dei cittadini a Lampedusa e Linosa. "Stiamo chiedendo alla gente di prenotarsi ma solo per una questione di organizzazione per evitare che si creino assembramenti al Poliambulatorio, l'unica struttura dove vengono somministrate le dosi", dice il sindaco delle Pelagie, Totò Martello. Si tratta di 3.900 persone da vaccinare. Per il sindaco il via libera alle isole Covid free, "tuttavia è arrivato in ritardo, noi lo avevamo chiesto al governo centrale un mese fa ma per svariati motivi non è stato dato. Il presidente Nello Musumeci ha fatto bene ad accelerare, perché conosce i problemi sanitari delle isole minori e di Lampedusa in particolare - aggiunge il sindaco - Ricordo a tutti che Lampedusa è la frontiera d'Europa".

14:44 - Arcivescovo di Palermo positivo: sta bene

L'arcivescovo di Palermo, monsignor Corrado Lorefice è risultato positivo al tampone per l'identificazione del virus Covid-19. Le sue condizioni di salute non destano alcuna preoccupazione. L'arcivescovo è costantemente monitorato così come prevedono i protocolli sanitari specifici. Lo rende noto l'ufficio diocesano per la comunicazione sottolineando che "negli ultimi giorni Sua Eccellenza non ha presieduto celebrazioni pubbliche, né effettuato incontri, preferendo lavorare via web. Lo stesso arcivescovo ha scritto un messaggio ai fedeli: "Come in una famiglia dove si condividono gioie e trepidazioni, desidero essere io a comunicarvi che sono risultato positivo al test del coronavirus Covid-19. In questi giorni mi sottoporrò agli esami clinici e radiologici del protocollo sanitario previsto per iniziare subito la terapia". 

13:04 - Vaccini, hub in centro commerciale a Milazzo: primo in Sicilia

Nascerà a Milazzo (Me) il primo hub vaccinale all'interno di un centro commerciale, il secondo in ordine temporale sarà aperto a Palermo. "Sicuramente è una novità per la Sicilia - dice il commissario Covid a Messina, Alberto Firenze - Abbiamo raccolto l'invito di un imprenditore, avremo grandi numeri nelle prossime settimane: sarà aperto il 14 maggio". Il centro si trova nel Parco Corolla, dove stamani il commissario ha effettuato un sopralluogo. Saranno allestiti 10 box per la vaccinazione e 15 per l'anamnesi. Si potranno inoculare centinaia di dosi quotidiane in un ambiente climatizzato anche in piena estate. Obiettivo è fare almeno 500 vaccinazioni al giorno. "Si tratta di un centro che, come gli altri si troverà in locali adatti dal punto di vista igienico sanitario - spiega Firenze - e resterà aperto tutti i giorni dalle 8 alle 20 con le prenotazioni per le categorie previste dal piano nazionale, per permettere ai cittadini che fanno shopping o la spesa per casa, nello stesso tempo di fare anche il vaccino. Un modo per agevolare così le famiglie che potranno fare acquisti e anche ricevere il vaccino per combattere la pandemia. Una scelta quella di realizzare vaccini nei luoghi di prossimità che sarà particolarmente apprezzata dagli utenti". "Questa iniziativa va nella direzione delle direttive impartite dal commissario nazionale Francesco Paolo Figliuolo - conclude - che ha intenzione di triplicare gli hub vaccinali anche in provincia di Messina e raggiungere il target delle 6300 vaccinazioni".

12:28 - Vaccini, commissario Messina: Eolie 'covid free' in 15 giorni

Sono circa 1400 le persone che saranno vaccinate a Salina, nell'ambito della campagna di massa per le isole minori. Si partirà il 7 maggio, in contemporanea con altre due isole: Lampedusa e Linosa. "Verranno vaccinati tutti i cittadini, dai 18 anni in su senza prenotazione e senza target - dice il commissario Covid a Messina, Alberto Firenze - Avremo la collaborazione del ministero della Difesa, che ci supporterà con proprio personale". Nelle altre isole dell'arcipelago delle Eolie, aggiunge Firenze, "si dovrebbe cominciare domenica, al massimo lunedì: Alicudi, Filicudi, Stromboli, Vulcano, quindi Panarea e chiuderemo con Lipari che ha il maggior numero di residenti". "L'obiettivo - avverte Firenze - è di fare in modo di avere le Eolie Covid free in quindici giorni".

12:15 - Vaccini, in Sicilia in arrivo il 7 maggio quasi 30mila dosi di Moderna

Saranno consegnate venerdì prossimo circa 30mila dosi di vaccini Moderna, dal corriere espresso Sda, di Poste Italiane. Le forniture saranno destinate alle farmacie ospedaliere di Giarre (5.500), Milazzo (4.200), Enna (1.700), Palermo (9.000), Erice Casa Santa (2.200), Siracusa (1.800), Ragusa (1.500), Agrigento (2.200) e Caltanissetta (1.500). Intanto, di concerto con la Regione Siciliana, anche i canali messi a disposizione da Poste Italiane si preparano a ricevere le richieste di prenotazione da parte del nuovo target di cittadini over 50 che saranno aperte dalle 20 di domani.

11:17 - Vaccini, medici di famiglia a Musumeci: “Distorce la realtà”

"Distorcere la realtà consapevolmente per allontanare l'attenzione dei cittadini da ritardi e insufficienze della macchina organizzativa anti-Covid è un fatto grave". Replica così il segretario della Fimmg Sicilia, Luigi Galvano, alle dichiarazioni del presidente della Regione Musumeci, che ieri, in conferenza stampa, ha detto che dai medici di medicina generale ci aspettiamo molto di più e che sono troppo pochi quelli che hanno accettato di somministrare i vaccini. "Probabilmente - puntualizza Galvano - Musumeci non sa che la medicina generale è stata coinvolta dall'assessorato della Salute solo il 26 marzo 2021, temporeggiando poi nell'inviare la circolare applicativa alle Asp". "Una volta operativi, per i medici ogni giorno è una corsa ad ostacoli", dice Galvano. Che elenca alcune delle inefficienze del sistema: "Ad oggi i medici continuano a vaccinare i fragili il più delle volte con le dosi residuali dei grandi centri. Vaccini prenotati anche oltre 48 ore prima e appuntamenti fissati con i pazienti, ma spesso i medici vanno su e giù per le farmacie aziendali, lontane dal loro studio anche 30-40 chilometri, tornando indietro a mani vuote. Un sistema che funziona consegna vaccini che possono stare in frigo almeno 30 giorni e non quelli che scadono nella migliore delle situazioni dopo solo 5 giorni e stabilisce la consegna delle dosi prima ai medici di famiglia e ai centri periferici più prossimi ai cittadini, poi ai grandi hub". "Alla disorganizzazione della macchina vaccinale - continua Galvano - ricordiamo il fallimento del tracciamento dei positivi Covid e dei loro contatti stretti che ha determinato la privazione della libertà ben oltre il tempo necessario di soggetti in quarantena e in isolamento, aspettando un provvedimento di liberazione che non arrivava. Da dicembre 2020, gli stessi medici oggetto delle delazioni del presidente della Regione, investiti di un ruolo non negoziato, con grande impegno hanno risolto il citato grave problema sociale, istruendo le pratiche di contumacia e rilasciando i relativi provvedimenti di liberazione". La Fimmg invita Musumeci "a una azione comune contro la pandemia Covid nell'esclusivo interesse della salute di ogni siciliano”.

10:17 - Ipotesi Ustica aperta solo per chi è vaccinato

Ustica off limits per chi non è vaccinato? Al momento è solo una ipotesi, ma il sindaco Salvatore Militello sta lavorando al progetto con l'obiettivo di proteggere l'isola dal Covid in vista della stagione estiva. "Mi rendo conto che sarebbe necessario un accordo con lo Stato o la Regione - dice il sindaco all'Ansa - ma l'esperienza di questa lunga fase di pandemia ci ha insegnato che è meglio muoversi in tempo e anche in modo autonomo. Nella nostra comunità non ci sono stati problemi particolari, tranne un caso che siamo riusciti a contenere con la quarantena e i controlli evitando così focolai - aggiunge Militello -. Vogliamo scongiurare, a tutti i costi, l'esplosione di contagi. Il solo tampone non da' la garanzia assoluta, l'unica certezza è il vaccino".

7:10 - 325 dosi inoculate a Lampedusa nel primo giorno

Sono state complessivamente 325 le vaccinazioni effettuate ieri da medici e infermieri dell'Asp di Palermo a Lampedusa. Tra coloro che hanno ricevuto il siero, anche il sindaco delle Pelagie Totò Martello. Oggi una parte della squadra di operatori dell'Asp di Palermo si sposterà a Linosa per vaccinare più di cento residenti.

I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24