Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

Ethiopian Airlines, 59 incidenti aerei nella storia della compagnia

Aereo caduto in Etiopia, 8 italiani fra le 157 vittime

4' di lettura

La compagnia di bandiera del Paese, fondata nel 1945, opera voli verso 80 destinazioni. Nel 1988 persero la vita 31 passeggeri dopo che un Boeing impattò con dei volatili. Nel ’96 un volo fu dirottato: morirono in 123. Il 10 marzo 2019 l’incidente più grave: 157 vittime

La storia dell’Ethiopian Airlines, la compagnia aerea di bandiera dell'Etiopia fondata nel 1945, è stata funestata da 59 incidenti aerei. L’ultimo, che è stato anche il più grave, è avvenuto il 10 marzo 2019: un Boeing 737-800 Max (Volo ET 302), decollato da Addis Abeba alle 8:38 e diretto a Nairobi, è precipitato con 157 persone a bordo vicino Bishoftu. Nessuno è sopravvissuto. Tra le vittime anche 8 italiani (CHI ERANO - LE FOTOCHI ERA SEBASTIANO TUSA, L'ASSESSORE SICILIANO MORTO NEL DISASTRO - IL DOLORE DELLA SUA FAMIGLIA).

Boeing 737 MAX: aereo moderno, ma possibili problemi con sensore

Il Boeing 737 MAX è una famiglia di aeromobili progettata dalla Boeing. Il primo volo per un 737 MAX 8 è stato effettuato nel 2016. A dicembre 2018 la Boeing ha firmato ordini per un totale di 5.005 unità. Il MAX 8 è stato ordinato da molte compagnie aeree tra cui American Airlines, United Airlines, Norwegian e FlyDubai. Boeing ha lanciato un’allerta sicurezza  dopo il drammatico incidente in Indonesia del 29 ottobre 2018, che ha coinvolto un 737 Max 8 della Lion Air con soli pochi mesi di vita. Il produttore Usa ha emesso un warning su un software di controllo che potrebbe confondere i piloti e provocare una discesa ripida degli aerei (ETIOPIA E CINA BLOCCANO I BOEING 737 MAX).

La storia della compagnia

Ethiopian Airlines opera voli passeggeri e cargo verso 80 destinazioni nel mondo, 28 delle quali sono destinazioni nazionali. Il suo hub, l’aeroporto principale, è l'Aeroporto di Addis Abeba-Bole. La compagnia è stata fondata il 30 dicembre del 1945 dall'ultimo imperatore di Etiopia Hailé Selassié con l'assistenza della TWA, la Trans World Airlines. Iniziò le operazioni nell'aprile del 1946 con un servizio settimanale da Addis Abeba al Cairo con 5 Douglas DC-3 a elica. I primi voli intercontinentali risalgono invece al 1958 con il collegamento a Francoforte, mentre nel 1963 entrarono in servizio i primi aerei a reazione con il volo da Addis Abeba a Nairobi. Nel 1965 diventò una società per azioni e modificò il suo nome da Ethiopian Air Lines a Ethiopian Airlines. Il capitale è tuttora completamente detenuto dal governo etiope.

Gli incidenti più significativi

Tra i 59 incidenti e altri episodi che hanno coinvolto velivoli della Ethiopian si ricordano:

Il 15 settembre 1988 entrambi i motori a reazione di un Boeing 737 in decollo da Bahir Dar impattarono con dei volatili: il primo perse immediatamente efficienza, mentre il secondo si spense durante la manovra di rientro d'emergenza. Durante la fase di atterraggio persero la vita 31 dei 105 passeggeri.

Il 22 ottobre 1995 un bimotore "de Havilland Canada DHC-6 Twin Otter 300 (ET-AIO)" entrò in collisione con un grosso volatile costringendo il velivolo a un atterraggio di fortuna.

Il 23 novembre 1996 tre dirottatori presero possesso di un Boeing 767 del volo Ethiopian Airlines 961. I dirottatori ordinarono al pilota di fare rotta sull'Australia, il controllo aereo confermò che non avrebbero potuto arrivare tanto lontano e consigliò di atterrare a Mombasa. Il carburante terminò e un motore si spense e il comandante dovette tentare un atterraggio d'emergenza sulla costa nei pressi di Moroni nelle Isole Comore. Morirono 123 dei 175 passeggeri e membri dell'equipaggio. Anche i dirottatori rimasero uccisi.

Il 25 gennaio 2010 un aereo della compagnia con 90 persone a bordo è precipitato nel mar Mediterraneo poco dopo essere decollato dall'aeroporto internazionale di Beirut. Il Volo Ethiopian Airlines 409, diretto ad Addis Abeba, è scomparso dai radar di sistema circa cinque minuti dopo essere decollato, all'1:37 del mattino, sotto una pioggia battente. Sul volo c'erano 83 passeggeri e sette membri dell'equipaggio. Tra i passeggeri c'erano 54 libanesi, 22 etiopi, due britannici e c'erano anche cittadini canadesi, russi, iracheni, siriani e francesi.

Il 17 febbraio 2014 il Volo Ethiopian Airlines 702 da Addis Abeba per Roma Fiumicino è stato dirottato dal co-pilota del velivolo, il cui gesto è stato accompagnato dalla richiesta di asilo politico in Svizzera. L'aereo, intercettato dai caccia italiani e francesi, è infine atterrato presso lo scalo di Ginevra. Illesi i 193 passeggeri, mentre l'autore del dirottamento è stato arrestato dalle autorità elvetiche.

Data ultima modifica 10 marzo 2019 ore 13:45

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"