Indonesia, aereo Lion Air precipita in mare: oltre 180 persone a bordo

3' di lettura

Il velivolo, nuovo, era stato controllato il giorno prima per un guasto. È caduto 13 minuti dopo il decollo. Aveva chiesto di rientrare per un problema tecnico. Il relitto è in un'area a Ovest di Java. Fonti della Farnesina confermano: un italiano tra i passeggeri

È caduto in mare, con oltre 180 persone a bordo, l’aereo della compagnia indonesiana Lion Air decollato da Giacarta in mattinata (LE FOTO). Come ha precisato l’agenzia indonesiana per la gestione dei disastri (Bnpb), sul volo c’erano 188 persone: 181 passeggeri e sette membri dell’equipaggio. Ma diversi media, fra cui Sky News, sostengono che le persone a bordo fossero 189. Tra loro c'era anche un cittadino italiano, un 26enne di Massa, come ha riferito la compagnia aerea e come hanno poi confermato fonti della Farnesina. Secondo una prima ricostruzione, il pilota dopo la partenza ha chiesto alla torre di controllo di poter tornare indietro, per via di un problema tecnico, ricevendo il permesso. Ma l'aereo è poi scomparso dai radar. Centinaia di persone, tra soldati, agenti di polizia e pescatori, intanto sono impegnate nelle ricerche delle vittime, o di eventuali sopravvissuti, e sono già stati recuperati resti umani. Le autorità hanno fatto sapere che le acque in cui è caduto l'aereo - a Ovest di Java - sono profonde 30-35 metri. 

Aereo caduto dopo 13 minuti dal decollo

Il ministero dei Trasporti indonesiano ha dichiarato che l'aereo si è schiantato 13 minuti dopo il decollo dalla capitale, avvenuto verso le 6:20 del mattino. I dati del sito di monitoraggio aereo FlightAware mostrano che il velivolo aveva raggiunto un'altitudine di soli 5.200 piedi (1.580 metri). Si tratta del peggior disastro aereo in Indonesia. Un precedente simile risale al dicembre 2014 quando un volo AirAsia da Surabaya a Singapore precipitò in mare uccidendo tutti i 162 a bordo. 

Il velivolo era stato controllato per un problema

Secondo quanto sostiene il sito di monitoraggio aereo Flightradar24, il volo - un Boeing 737 Max 8 - era nuovo ed era stato utilizzato solo per un paio di mesi prima dello schianto. Il velivolo era stato registrato come PK-LQP e consegnato ad agosto. L'amministratore delegato della Lion Air, Edward Sait, intanto ha fatto sapere che l'aereo precipitato era stato controllato domenica notte per un problema tecnico, come scrive il The Guardian. Il velivolo era in viaggio da Denpasar a Giacarta il giorno prima della tragedia, quando i piloti hanno scoperto il problema. L'aereo sarebbe stato poi controllato dai tecnici - che hanno dato il disco verde, ha sottolineato Sait - per poi decollare questa mattina alla volta di Pangkal Pinan, la principale città sull'isola di Bangka.

Le compagnie indonesiane e i problemi di sicurezza

Le compagnie aeree indonesiane erano state escluse nel 2007 dalle rotte verso l'Europa a causa di problemi di sicurezza, anche se a molte è stato permesso di riprendere i servizi nel decennio successivo. Il divieto è stato completamente revocato nel giugno di quest'anno. Intanto il governo australiano ha vietato a tutti i suoi dipendenti di volare con Lion Air finché non sarà fatta chiarezza su quanto accaduto all'aereo precipitato. 

Data ultima modifica 29 ottobre 2018 ore 13:00

Leggi tutto
Prossimo articolo

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"