Covid e variante Omicron, il presidente del Sudafrica: "Chiusure ingiustificate, deluso"

Mondo
©Ansa

Cyril Ramaphosa critica la decisione di chiudere le frontiere ai viaggiatori provenienti dal suo Paese e da altri Stati della regione, tanto che ha chiesto la revoca urgente dei divieti imposti da diverse nazioni. Non sono previste nuove restrizioni anti-Covid in territorio sudafricano, ma si esplorerà la possibilità dell'obbligo di vaccino in alcuni casi specifici

Il presidente sudafricano Cyril Ramaphosa è “profondamente deluso" per la decisione "ingiustificata" di chiudere le frontiere ai viaggiatori provenienti dal suo Paese e da altri Stati della regione a causa della variante Omicron del coronavirus, tanto che ha chiesto la revoca urgente dei divieti imposti (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE).

“Danno alle economie dei Paesi coinvolti”

approfondimento

Covid, allarme per la variante Omicron: cosa sappiamo (e cosa no)

Nel suo discorso alla nazione, Ramaphosa ha parlato della mancanza di prove scientifiche su cui fondare una simile decisione e di un'ingiusta discriminazione nei confronti della regione del Sud dell'Africa. Le chiusure inoltre, ha avvertito, non saranno efficaci contro la diffusione della variante. "L'unica cosa che i divieti provocheranno è un ulteriore danno alle economie dei Paesi coinvolti che minerà la loro capacità di rispondere alla pandemia".

L’appello ai Paesi che hanno chiuso le frontiere

approfondimento

Covid, paura variante Omicron: Giappone chiude frontiere a stranieri

Ramaphosa ha quindi rivolto un appello ai Paesi che hanno chiuso le frontiere chiedendo loro "di tornare con urgenza sulla decisione prima che ulteriori danni vengano arrecati alle nostre economie". L'emergere di questa nuova variante, ha poi aggiunto, deve fungere da campanello di allarme sul tema dell'iniqua distribuzione dei vaccini, che rende inevitabile l'insorgere di nuovi ceppi fino al momento in cui tutti saranno vaccinati.

Si valuta obbligo vaccino

approfondimento

Covid, Ricciardi: "Probabile vaccini proteggano da variante Omicron"

Il presidente sudafricano ha poi sottolineato che, al momento, non sono previste nuove restrizioni anti-Covid ma si esplorerà la possibilità dell'obbligo di vaccino in alcune circostanze. "Il governo - ha detto - ha istituito un gruppo di lavoro che intraprenderà ampie consultazioni per rendere obbligatoria la vaccinazione per attività e luoghi specifici e fornirà raccomandazioni al governo".

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24