Covid, paura variante Omicron: il Giappone chiude le frontiere agli stranieri

Mondo
©Ansa

L'annuncio è stato dato dal governo nipponico ad appena tre settimane da quando erano state allentate alcune restrizioni per consentire l'ingresso nel Paese a viaggiatori d'affari, studenti e stagisti stranieri

Il Giappone chiuderà i suoi confini a tutti i visitatori stranieri, per arginare rischio della variante Omicron del Covid-19. Lo ha annunciato il governo nipponico ad appena tre settimane da quando erano state allentate alcune restrizioni per consentire l'ingresso nel Paese a viaggiatori d'affari, studenti e stagisti stranieri (TUTTI GLI AGGIORNAMENTI LIVE).

Frontiere chiuse dal 30 novembre

approfondimento

Covid, allarme per la variante Omicron: cosa sappiamo (e cosa no)

"Vietiamo tutti i (nuovi) ingressi di cittadini stranieri provenienti da tutto il mondo dal 30 novembre", ha detto ai giornalisti il primo ministro Fumio Kishida. I giapponesi di ritorno da 9 Stati e Paesi dell'Africa meridionale in cui sono state identificate infezioni con la nuova variante dovranno sottoporsi a "rigorose misure di isolamento basate sul rischio", ha aggiunto Kishida.

Le misure prese dal Giappone

Il Giappone, che ha messo in atto restrizioni alle frontiere dall'inizio della pandemia, a inizio di novembre aveva allentato le misure rimanendo però chiuso ai turisti. Il governo giapponese venerdì ha inoltre annunciato l'estensione a 10 giorni della quarantena in hotel per i visitatori provenienti da Sudafrica, Botswana, Eswatini, Lesotho, Namibia e Zimbabwe. Tokyo ha poi esteso la misura, questo fine settimana, anche ai visitatori in arrivo da Malawi, Mozambico e Zambia.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24