Maradona, il ricordo di Macron: "Era un genio del calcio. La mano di Dio se l'è ripreso"

Mondo

Il presidente della Repubblica francese ha omaggiato in un comunicato la leggenda del calcio scomparsa all'età di 60 anni. Per l'inquilino dell'Eliseo, Diego era "il sovrano incontrastato del pallone", un "giocatore sontuoso, imprevedibile" amato dai francesi. E poi fa le condoglianze ai "napoletani che hanno disegnato affreschi degni di Diego Rivera con la sua immagine"

Anche il presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron ha omaggiato Diego Armando Maradona, la leggenda del calcio scomparsa all'età di 60 anni (IL LIVEBLOG - LO SPECIALE). "La mano di Dio aveva deposto un genio del calcio sulla Terra. Ora se l'è ripreso, con un dribbling imprevisto che ha ingannato tutte le nostre difese", si legge nel comunicato diffuso dall'Eliseo.

"Sovrano incontrastato del pallone"

approfondimento

Morte Maradona, il tributo di Buenos Aires al suo Pibe de oro. FOTO

Nel suo sentito ricordo, Macron definisce Maradona il "sovrano incontrastato del pallone", che "i francesi hanno tanto amato", e invia le condoglianze "a tutti quelli che hanno risparmiato i soldi per completare l'album Panini Mexico 1986 con la sua figurina, a quelli che hanno tentato di negoziare con la propria compagna per chiamare il proprio figlio Diego, a suoi compatrioti argentini, ai napoletani che hanno disegnato affreschi degni di Diego Rivera con la sua immagine, a tutti gli amanti del calcio".

"A Napoli, Diego diventa Maradona"

approfondimento

Morto Diego Armando Maradona, i messaggi di cordoglio sui social

Nel comunicato c'è anche spazio per una breve ricostruzione della carriera di Maradona, dove si sottolinea il ruolo fondamentale di Napoli. "Nato in una periferia povera di Buenos Aires", ricorda l'Eliseo, fu rivelato al calcio mondiale grazie al Boca Juniors. Poi Barcellona si ritrovò "quel diamante", ma "è a Napoli che Diego diventa Maradona. Nel Sud dell'Italia, il Pibe de Oro ritrova gli smisurati stadi del Sudamerica, il fervore irrazionale dei tifosi e porta Napoli sulla strada dello scudetto, sul tetto d'Europa. Il Mezzogiorno si prende la sua rivincita sulla storia e soltanto il rinforzo di Platini permetterà alla Juventus di duellare di nuovo ad armi pari con la sua rivale storica".

"Diego se queda"

leggi anche

Maradona, de Magistris: "Lo stadio San Paolo sarà intitolato a Diego"

Per il presidente francese, Diego è stato un "artista" del pallone, un "giocatore sontuoso e imprevedibile", il cui calcio non aveva nulla di recitato grazie "a un'ispirazione sempre rinnovata". Maradona incarnava infatti "la magia del gioco". Il comunicato termina con tre parole: "Diego se queda", ossia "Diego resta" nel cuore degli amanti del calcio (IL CORDOGLIO - I GOL CULT DI DIEGO - "DIEGO MI HA CAMBIATO LA VITA" - IL TRIBUTO DI BUENOS AIRES).

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.