Telefonata Conte-Biden: “Forte volontà di collaborare di fronte alle grandi sfide globali”

Mondo
©Ansa

Il premier italiano e il presidente eletto degli Stati Uniti hanno avuto un colloquio venerdì sera per tracciare una prima roadmap per la futura cooperazione, anche in vista della presidenza italiana del G20 nel 2021. In cima all’agenda, lotta al coronavirus, ripresa economica, rafforzamento dei rapporti nel contesto europeo e transatlantico, clima

Coronavirus, ripresa economica e clima. Sono questi i temi principali di cui hanno parlato il premier Giuseppe Conte e il presidente eletto degli Stati Uniti Joe Biden (FOTOSTORIA). I due si sono sentiti al telefono venerdì sera e hanno tracciato una prima roadmap per la futura cooperazione, anche in vista della presidenza italiana del G20 nel 2021. Anche il governo italiano quindi, nonostante il presidente uscente Donald Trump non abbia ancora riconosciuto la sconfitta dopo le elezioni (LO SPECIALE), ha avviato la collaborazione con la nuova amministrazione Biden.

La telefonata tra Conte e Biden

approfondimento

Joe Biden, dall'elezione al giuramento: le tappe verso la Casa Bianca

In cima all’agenda di Italia e Usa c’è la lotta alla pandemia (GLI AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE), insieme alla ripresa economica, al rafforzamento dei rapporti nel contesto europeo e transatlantico, al cambiamento climatico. Palazzo Chigi ha sottolineato che Conte ha ribadito le sue congratulazioni a Biden e alla sua vice Kamala Harris e ha sottolineato “i tradizionali, profondi legami di amicizia e alleanza fra i due Paesi”. Inoltre, continua Palazzo Chigi, è stata “riaffermata la forte volontà di collaborare di fronte alle grandi sfide globali, in merito alle quali Italia e Stati Uniti condividono le medesime priorità”.

Prima visita di Biden in Italia forse per il G20

vedi anche

Usa, dal Covid all'immigrazione: i primi 100 giorni di Joe Biden

Biden, secondo quanto reso noto dal suo staff, ha espresso il suo “impegno a rafforzare le relazioni con l'Italia e a rivitalizzare le relazione transatlantiche, anche attraverso la Nato e la Ue”. Il presidente eletto si è detto inoltre “impaziente di lavorare insieme durante la presidenza italiana del G20 il prossimo anno". Potrebbe essere la sua prima visita nel nostro Paese, insieme alla moglie Jill che è per metà di origini siciliane. Biden ha poi espresso il suo plauso alla “opportunità di cooperare su una serie di interessi comuni, compreso il contenimento del Covid-19 e il miglioramento della sicurezza sanitaria globale, perseguendo una ripresa economica sostenibile e affrontando la minaccia del cambiamento climatico”.

I rapporti Italia-Usa

vedi anche

Usa 2020, da Putin a Kim Jong-un: chi non ha ancora chiamato Biden

Negli anni passati, Conte ha avuto sempre un buon rapporto con Trump. Già il 7 novembre, comunque, il presidente del Consiglio italiano aveva riconosciuto la vittoria di Biden e twittato la sua disponibilità "a lavorare con il presidente eletto per rafforzare le relazioni transatlantiche”. “Gli Stati Uniti possono contare sull'Italia come un solido alleato e un partner strategico”, aveva scritto Conte. Lo stesso giorno anche il presidente della Repubblica Sergio Mattarella aveva mandato un messaggio di congratulazioni a Biden, dicendosi certo che sotto la sua presidenza “Stati Uniti e Italia - e l'intera Unione Europea - potranno ulteriormente consolidare i legami di profonda e radicata amicizia, nel nome dei comuni valori di libertà, giustizia e democrazia che li uniscono”. E auspicando che “l’imminente presidenza italiana del G20 possa concretamente rappresentare un'ulteriore occasione di sviluppo della cooperazione fra Washington e Roma”. Un auspicio subito colto da Biden.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.