Coronavirus, la Russia annuncia: “Prodotto il primo lotto di vaccino”

Mondo
©Ansa

Il ministero della Sanità russo ha fatto sapere: "Il primo lotto del vaccino prodotto dal Gamaleya Center for Microbiology and Epidemiology è stato prodotto”. La produzione su scala industriale dello Sputnik V, approvato martedì scorso da Putin, è prevista a partire da settembre. Mosca conta di produrne cinque milioni di dosi al mese. Prima sarà messo a disposizione dei medici e poi sarà disponibile a tutti i russi su base volontaria

La Russia ha dichiarato di aver prodotto il primo lotto del suo vaccino contro il coronavirus (GLI AGGIORNAMENTI LIVE - LO SPECIALE). L’annuncio è arrivato dal ministero della Sanità che ha fatto sapere in una nota: "Il primo lotto del vaccino prodotto dal Gamaleya Center for Microbiology and Epidemiology del ministero della Salute russo è stato prodotto”. In precedenza, il direttore del Centro Gamaleya, Alexandr Ginzburg, aveva indicato che entro il prossimo dicembre o entro gennaio 2021 la Russia produrrà cinque milioni di dosi di vaccino al mese e che nel corso di un anno il Paese sarà in grado di coprire tutte le esigenze. La produzione del vaccino su scala industriale è prevista a partire da settembre (IN FASE DI SVILUPPO CIRCA 200 VACCINI - QUELLO PER GLI USA PRONTO NEL 2021).

Lo Sputnik V

leggi anche

Covid-19, esperti su Nature: “Vaccino russo avventato”

Martedì scorso il presidente russo Vladimir Putin aveva annunciato di avere approvato, primo al mondo, un vaccino contro il Covid-19, registrato con il nome Sputnik V, dal nome del primo satellite di epoca sovietica lanciato nello spazio nel 1957. L'annuncio di Putin sul vaccino è stato accolto con cautela dagli scienziati e dall'Organizzazione mondiale della sanità che hanno affermato che necessitava ancora di un rigoroso controllo di sicurezza (I DUBBI DI NATURE). 

Putin ha garantito sull’efficacia

leggi anche

Coronavirus Russia, il presidente Putin: registrato il primo vaccino

Il presidente Putin ha assicurato che il vaccino è sicuro, tanto da farlo inoculare ad una delle sue figlie (CHI SONO MARIA E KATERINA), anche se gli studi clinici non erano ancora stati completati e solo questa settimana sono iniziati i test della fase finale che hanno coinvolto più di 2.000 persone. Inoltre aveva bollato lo scetticismo di molti altri Paesi come un atteggiamento a lui ostile. Il capo dell’istituto che ha realizzato il vaccino ha dichiarato alla Tass che i volontari che prendono parte alla fase finale di test sulla sicurezza e l'efficacia del vaccino subiranno una doppia somministrazione. 

Vaccino prima per sanitari

vedi anche

Coronavirus, il vaccino della Russia si chiamerà Sputnik V. FOTO

Il ministro della Sanità Mikhail Murashko ha detto questa settimana che il vaccino sarà prima messo a disposizione dei medici e successivamente sarà disponibile a tutti i russi su base volontaria. Con oltre 917mila contagi confermati, la Russia è attualmente il quarto Paese al mondo che ne ha registrati di più dopo Stati Uniti, Brasile e India. Attualmente la Russia ha 92mila persone ricoverate in ospedale per Covid-19 e 2.900 in terapia intensiva, secondo il ministero della Salute.

Mondo: I più letti