Coronavirus Lombardia, oggi i primi otto voli a Linate

Lombardia

In mattinata il decollo del primo volo dopo la riapertura dello scalo il 13 luglio. Si tratta del collegamento Lufthansa per Francoforte. Il primo volo ad atterrare è stato invece di Iberia: a sbarcare per primi due imprenditori spagnoli

Il nuovo LIVE con tutti gli aggiornamenti di oggi in Lombardia

 

È decollato questa mattina alle 10:40 il primo volo dall'aeroporto di Linate dopo la riapertura del 13 luglio. Si tratta del collegamento Lufthansa per Francoforte. Il primo volo ad atterrare alle 11 è stato invece di Iberia, proveniente da Madrid: a sbarcare per primi due imprenditori spagnoli. Nella giornata di ripresa del traffico saranno in tutto otto i collegamenti in programma: quattro in partenza e quattro in arrivo.

Intanto, cade l'obbligo di indossare la mascherina all'aperto in Lombardia, purché sia mantenuta la distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone. È quanto prevede la nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione, Attilio Fontana, valida da oggi al 31 luglio.

Nel frattempo la procura di Pavia ha avviato un'indagine su 35 case di riposo della provincia per le morti avvenute durante la pandemia di coronavirus. (DIRETTA)

19:02 - Ordine Medici Milano a Regione Lombardia: "Serve campagna vaccini"

"Bisogna stimolare una campagna vaccinale antinfuenzale e antipneumococcica sia per tutto il personale medico sanitario del nostro sistema sanitario regionale che per la popolazione": è la richiesta che l'Ordine dei Medici di Milano ha fatto alla Regione Lombardia e al Comune di Milano per scongiurare il rischio che in una eventuale ripresa del Covid i casi si sovrappongano e confondano con quelli della normale influenza, creando una "paralisi da quarantena". Il presidente Roberto Carlo Rossi lo ha messo nero su bianco in una lettera indirizzata all'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, al Sindaco di Milano Giuseppe Sala, al Direttore Generale Marco Trivelli e al Direttore Generale Ats Milano Walter Bergamaschi spiegando che bisogna "definire protocolli precisi per la segnalazione di nuovi casi". Secondo l'ordine, bisogna fare tamponi "in tempi rapidissimi" ai casi segnalati. La proposta che Rossi fa nella sua lettera è rivolta in particolare al Comune di Milano è quella di allestire degli spazi per questa "massiva campagna vaccinale" con personale amministrativo e sanitario di supporto. "L'obiettivo complessivo - spiega un comunicato dell'Ordine dei Medici - è quindi permettere a tutti i Sanitari di valutare con maggiore oggettività ciascun caso, poiché, escludendo forme infuenzali tradizionali, potrebbero applicare misure restrittive verso coloro che manifestino sintomi fortemente suggestivi per infezione da Covid-19, senza 'paralizzare' inutilmente l'intera città di Milano".

18:54: Tunnel sanificatore in Palazzo Regione

Un tunnel sanificatore che misura la temperatura, sanifica scarpe e vestiti è da oggi all'ingresso di Palazzo Pirelli, a Milano, dove ha sede il Consiglio Regionale della Lombardia. "Il Consiglio regionale della Lombardia è il primo ente pubblico in Italia a essere dotato di questa struttura tecnologica d'avanguardia - spiega in una note il presidente Alessandro Fermi -. Grazie alla società che ce ne ha fatto dono, in pochi secondi e in pochi metri vengono assicurate e garantite tutte le misure di sanificazione e tutela previste dalle normative vigenti". Il tunnel è stato donato dalla società Cloud Technologies che ha provveduto alla realizzazione, al trasporto e all'installazione del tunnel, che resterà a disposizione gratuita dell'istituzione regionale per i prossimi sei mesi (fino al 14 febbraio 2020). Chiunque entri a palazzo ha l'obbligo di attraversare il tunnel. 

17:53 - In Lombardia 63 nuovi positivi e altri 5 decessi

Con 10.426 tamponi effettuati, sono stati 63 i casi positivi di Covid registrati in Lombardia, di questi 11 a seguito di test sierologici e 12 'debolmente positivi’. Sono stati 475 i guariti, ed è ancora scesa il numero dei ricoverati in terapia intensiva che sono 23 (-4), aumenta leggermente invece il numero di ricoveri negli altri reparti (177, uno più di ieri). I decessi sono stati 5, per un totale complessivo che sale a 16.765. Fra i nuovi positivi, 18 si sono registrati a Milano (di cui 10 in città), 15 a Bergamo e 8 a Brescia.

15:56 - Nembro, bimbo in centro estivo positivo ma asintomatico

Un bambino di 7 anni che frequenta il Centro ricreativo estivo di Nembro, assieme ad Alzano paese fulcro dell'epidemia da coronavirus, è risultato positivo al Covid-19, benché del tutto asintomatico. Per questo è stata avvisata Ats Bergamo: la scoperta è stata casuale, visto che il bambino si era ferito giocando a calcio e, giunto al Pronto soccorso, è stato sottoposto anche al tampone in via precauzionale, risultando positivo. Il Cre non è stato sospeso: il bimbo faceva parte, come prevedono le norme, di un gruppetto ristretto. Ora gli altri bambini e l'educatore saranno sottoposti al tampone e dovranno svolgere la quarantena, come ovviamente lo stesso bambino. Per gli altri (gli iscritti sono 250) l'attività potrà continuare normalmente

15:26 - Ambulanti Bergamo a sindaci: "SI riaprano le fiere"

Gli ambulanti bergamaschi hanno scritto una lettera aperta ai sindaci dei Comuni della provincia di Bergamo, inviata stamattina, per portare alla loro attenzione le difficoltà vissute dagli operatori che svolgono fiere e sagre, fermi dal 23 febbraio. Nella lettera non manca un ringraziamento ai primi cittadini bergamaschi per la gestione in sicurezza dei mercati all'aperto, dalla loro prima apertura parziale il 29 aprile alla ripresa a regime il 18 maggio. Il presidente Fiva Bergamo, Giovanni Mauro Dolci, nel testo della lettera, a sua firma, sottolinea che "malgrado siano arrivati i permessi per la ripartenza da parte del governo e della Regione Lombardia, i quali hanno già previsto misure anticontagio da adottare per lo svolgimento di queste attività, gli operatori commerciali che svolgono fiere e sagre sono fermi da 143 giorni. Nel corso di questi mesi sono state cancellate e non sono state più ripristinate sagre patronali, notti bianche, street food, fiere a tema, eventi che appartengono al territorio, perché si rinnovano periodicamente e sanciscono un legame tra tradizione, folclore locale e spirito di appartenenza". Lo stop delle manifestazioni, scrive Dolci, sta mettendo a dura prova gli operatori: "È necessario aggiungere ed evidenziare che ci sono centinaia di famiglie nella nostra provincia che vivono solo di questo lavoro e non possono permettersi di proseguire questa sospensione delle attività per altre settimane, la lunga chiusura delle loro attività ha già fortemente messo alla prova la loro situazione economica. Riteniamo che adottando le misure per la prevenzione dal rischio di contagio previste dalla Regione Lombardia, si possano far ripartire le manifestazioni fieristiche in calendario senza nessun rischio".

13:46 - Codogno, murales con Wonder Womano medico

Wonder Woman vestita da medico con stetoscopio e mascherina chirurgica tricolore: è questa l'immagine apparsa a Codogno, il Comune del Lodigiano dove è stato scoperto il primo caso italiano di Coronavirus. L'immagine - un ringraziamento ai sanitari che hanno dovuto affrontare l'emergenza Covid - sta facendo il giro dei social.

13:39 - Lufthansa: "Felici di essere tornati a Linate"

Il volo LH271 di Lufthansa, operato da Air Dolomiti e partito questa mattina in direzione Francoforte, ha inaugurato la tanto attesa riapertura dello scalo di Linate. Lo sottolinea la stessa compagnia aerea la quale annuncia che a partire da oggi il Gruppo Lufthansa offrirà 17 partenze settimanali da Linate verso i propri hub di Francoforte e che entro il mese di ottobre si punta a ripristinare il 50% delle frequenze precedentemente operate in Italia. Il volo di stamani segna il ritorno nello scalo cittadino milanese del Gruppo Lufthansa che offrirà un totale di 17 frequenze settimanali attraverso le sue compagnie aeree Lufthansa verso il proprio hub di Francoforte. Le nuove frequenze non sostituiscono, bensì si aggiungono alle attuali 46 frequenze settimanali con cui attualmente le compagnie aeree del Gruppo collegano lo scalo di Malpensa con gli hub di Bruxelles, Dusseldorf, Monaco e Zurigo. La riapertura di Linate e l'annuncio di queste nuove rotte rappresenta un ulteriore passo in avanti nel nuovo piano di voli che Lufthansa Group ha predisposto per il mercato italiano e che entro il mese di ottobre arriverà ad offrire circa 500 voli alla settimana da ben 16 aeroporti in tutta Italia. "Siamo felici che sia proprio un nostro volo ad inaugurare la tanto attesa riapertura dell'aeroporto di Linate" ha commentato Steffen Weinstok, senior director sales Italy & Malta Lufthansa Group. "Crediamo che questa opportunità sia fondamentale per garantire ai nostri viaggiatori - leisure e business - la più completa flessibilità e possibilità di scelta. Questi voli si vanno infatti ad aggiungere alle 46 frequenze già operate su Milano Malpensa, dove, anche in periodo di lockdown, non abbiamo mai smesso di volare. Siamo stati e vogliamo continuare ad essere vicini a Milano e all'Italia, un mercato di fondamentale importanza per noi, secondo in Europa solo ai nostri mercati domestici."

12:51 – Comitato di Bergamo: “Gli operatori della sanità sono stati le prime vittime”

Risponderà con le querele il comitato Noi Denunceremo, che raccoglie parenti delle vittime per Covid "alle uscite di alcuni esponenti politici (e non solo) da cui - è scritto in una nota - siamo costantemente tacciati di condurre una caccia alle streghe verso medici ed infermieri, che sono stati, a nostro avviso, le prime vittime di questa tragedia. E' "una posizione che abbiamo ribadito in centinaia di interviste (in italiano, ma anche inglese) sin dalle nostre origini - scrivono gli esponenti del Comitato - Anzi, siamo convinti che le denunce da noi depositate in Procura saranno la base di una vera e propria riforma del sistema sanitario lombardo a totale beneficio di medici e pazienti": "Abbiamo ragione di credere che chi si ostini a dire o scrivere che il comitato Noi Denunceremo voglia attaccare l'operato dei medici lo faccia in totale malafede ed in maniera strumentale - aggiungono - Abbiamo per altro ribadito tramite le nostre iniziative e dichiarazioni la nostra totale fiducia nell'operato della magistratura. Una magistratura con la quale stiamo proficuamente cooperando tramite le centinaia di esposti verso ignoti arrivati sulla scrivania dei nostri legali da tutta Italia". "A riprova che per il comitato l'unico verdetto che conta sarà quello di un giudice. Fino a quel giorno non ci sentiamo di assolvere nessuno, tranne gli operatori sanitari chiamati a combattere a mani nude un nemico armato fino ai denti.Tanto meno condanneremo, prima che lo faccia un giudice, l'operato del Governo e della Regione Lombardia", concludono.

12:31 - Sperimentazione test Covid sul personale di Sea

L'università dell'Insubria e Sea, la società che gestisce gli aeroporti milanesi, hanno unito le forze per una sperimentazione di test rapidi per il Covid. Su base volontaria, i dipendenti di Sea si sottoporranno al test rapido salivare e alla toccatura lacrimale, due procedure innovative nate nei laboratori dell'ateneo di Varese Como e Busto Arsizio i cui risultati saranno messi a confronto con quelli del tampone standard. Il Test rapido salivare è un prototipo elaborato dalla ditta NatrixLab di Reggio Emilia, partner nel progetto con l'Università dell'Insubria: la sperimentazione servirà per studiare le performance del dispositivo e calibrare eventuali aggiustamenti prima di partire con una produzione su larga scala. Anche la toccatura lacrimale è una metodologia non invasiva e studia il ruolo delle lacrime come fluido biologico per l'individuazione del virus, ampliando una ricerca già condotta all'Asst dei Sette Laghi di Varese con esiti giudicati molto interessanti. Si tratta, spiega una nota dell'Università, dell'inizio di una collaborazione strutturata con Sea che, se la sperimentazione darà esito positivo, potrebbe utilizzare "i test salivari in aeroporto anche per i passeggeri". "Impegno incessante per garantire l'accesso ai nostri aeroporti in condizioni di sicurezza per passeggeri e operatori; responsabilità sociale d'impresa; valorizzazione di un progetto scientifico che nasce anche dalla intuizione di giovani ricercatori italiani. Queste sono le tre motivazioni principali che ci hanno portato ad accogliere la proposta di collaborazione di Università dell'Insubria" ha sottolineato Massimiliano Crespi, direttore Human Resources di SEA. "È sempre una soddisfazione - ha aggiunto Mauro Fasano, delegato del rettore dell'Insubria Angelo Tagliabue per l'Innovazione e il trasferimento tecnologico, e co-inventore del Test rapido salivare - vedere come le iniziative scientifiche, nate nel contesto universitario, siano in grado di uscire dai laboratori e generare valore sul territorio".

12:25 – Sala: “Aziende lasciano a casa, nessuno assume”

Il tema del lavoro "è centrale. In questo momento le aziende stanno lasciando a casa le persone a tempo determinato e nessuno assume". Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha parlato del tema occupazionale in città dopo l'emergenza Covid. "Il tema dell'occupazione è quello che mi preoccupa decisamente di più a Milano - ha aggiunto a margine della conferenza stampa del progetto Forestami alla Triennale -. Anche oggi Tito Boeri si esprime con un'analisi interessante, seppur peculiare. La sua idea è che c'è la necessità di tutelare chi ha un lavoro con la Cig e il divieto di licenziare, però crea problemi a chi un lavoro non ce l'ha o ce l'ha a tempo determinato".

11:35 - I primi ad arrivare a Linate sono due imprenditori spagnoli 

Sono stati due imprenditori spagnoli nel campo degli impianti sportivi i primi a scendere dal volo da Madrid a Linate a bordo del primo volo atterrato all'aeroporto milanese dopo circa quattro mesi di lockdown. "Stiamo qui un giorno e domani ripartiamo", hanno raccontato. Il volo è arrivato puntualmente alle 11. Il prossimo volo da Francoforte è previsto alle 15.

11:34 - Fontana: “Stop mascherine all'aperto non è liberi tutti”

La revoca dell'obbligo di indossare la mascherina all'aperto, purché sia mantenuta la distanza minima anti-contagio, "non è un liberi tutti, bisogna dirlo evidenziarlo e sottolinearlo" dunque i lombardi devono "continuare a rispettare le regole". Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, a margine dell'inaugurazione del MediaWorld Tech Village a Milano. "Siete stati bravi, continuate a rispettare le regole perché è merito vostro se siamo passati dalla situazione peggiore del Paese ad una situazione assolutamente controllabile" il messaggio che ha voluto dare Fontana ai cittadini.

“Lo stato di emergenza era quello di qualche mese fa, adesso c'è una fase che va gestita con molta attenzione, forse più delicata, ma che non ha niente a che vedere con lo stato di emergenza", ha aggiunto. Il governatore si è anche detto "stupito che questo argomento non sia stato dibattuto all'interno della Conferenza delle Regioni. Forse il Governo a questo punto sa delle cose che noi non sappiamo, perché non siamo stati messi a parte di nessun ragionamento, quindi questa è già una cosa che mi lascia molto perplesso”.

10:53 – Fontana: “Attenzione ai contagi dagli altri Paesi”

"In questo momento dobbiamo stare molto attenti alle infezioni che arrivano dagli altri Paesi dove il virus è molto attivo e virulento. Per cui non si può abbassare la guardia", ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, dicendosi d'accordo "con ciò che ha già detto il ministro Speranza" sul rischio di importare contagi da fuori. Fontana ha parlato a margine dell'inaugurazione del nuovo Mediaworld Tech Village, a Milano.

10:41 - A Linate tutto pronto per la ripartenza

Tutto pronto a Linate per i primi voli dopo quattro mesi di chiusura causa lockdown. Nello scalo milanese i passeggeri sono accolti con un termoscanner e sono invitati a rispettare le distanze al check in. Quelli in partenza per Francoforte a bordo di un aereo Lufthansa delle 10 e 40 - primo volo in programma - sono stati imbarcati mentre sono in attesa delle procedure di imbarco quelli che partiranno alle 12 per Madrid. Tra di loro un gruppo di ragazzi di Lugano in vacanza. "Finalmente - raccontano visibilmente felici - non vedevamo l'ora". Un altro volo è previsto alle 15 e 05 per Malta, un altro per Francoforte alle 18.

10:16 – Avvocati Milano denunciano rischi di assembramenti durante i processi

Al Palazzo di Giustizia di Milano si stanno verificando "rischi di assembramenti" a causa di udienze di processi fissate tutte alla stessa ora. Lo denuncia il direttivo della Camera penale di Milano con una lettera inviata al presidente del Tribunale milanese Roberto Bichi. "Fra giovedì e venerdì scorso - scrivono gli avvocati milanesi - ci sono state segnalate diverse udienze nelle quali erano fissati più di dieci, ma anche quindici o venti, processi per la stessa ora". A distanza di mesi dall'esplodere della pandemia, prosegue la Camera penale, "ci pare incredibile e inaccettabile che tutti i processi non abbiano subito uno scaglionamento orario in modo da poter anche gli avvocati operare con presupposti di sicurezza". I legali della Camera penale nella lettera segnalano, inoltre, una serie di "criticità" nel funzionamento di cancellerie e segreterie: "si creano code di fronte agli Uffici, anche in ragione del non affidabile scambio di informazioni per via telematica, oltre che a causa degli ancora ridotti orari di apertura al pubblico".

9:17 - A Pavia aperte le indagini su 35 case di riposo

Sono 35 le case di riposo della provincia di Pavia (su 85 complessive presenti nel territorio) finite al centro dell'indagine della Procura della Repubblica per morti avvenute durante da pandemia da coronavirus. Per 12 di queste Rsa sono già stati svolti i primi accertamenti, con l'acquisizione di alcuni documenti (tramite l'Ats di Pavia) e l'audizione (in qualità di testimoni) di dipendenti delle strutture e familiari degli ospiti. A darne notizia è oggi il quotidiano "La Provincia pavese". L'inchiesta è coordinata dal procuratore aggiunto Mario Venditti, ed è condotta dai sostituti procuratori Valentina Terrile, Diletta Balduzzi e Andrea Zanoncelli. È di 660 la stima (giudicata ancora al ribasso) dei morti per Covid-19 nelle case di riposo pavesi. L'ipotesi di reato avanzata dagli inquirenti è omicidio colposo. L'indagine (alla quale collaborano Carabinieri, Polizia e Guardia di Finanza) vuole chiarire se siano state adottate le misure necessarie per arginare il contagio ed evitare i decessi. Vengono prese in esame anche le le delibere di Regione Lombardia, a partire da quella dell'8 marzo che forniva indicazioni sulla possibilità di accogliere nelle strutture per anziani i pazienti Covid "in remissione": gli investigatori cercheranno di capire quante strutture, in provincia di Pavia, hanno accolto pazienti di questo tipo.

8:56 - Da Piacenza in Lombardia per giocare a calcetto

Il divieto di giocare a calcetto imposto dalla regione e miglia Romagna viene eluso ogni giorno da centinaia di sportivi piacentini semplicemente oltrepassando il Po e raggiungendo le vicine strutture sportive di San Rocco al Porto e Guardamiglio che si trovano in Lombardia dove questa pratica è invece consentita. Come racconta il quotidiano Libertà è questo uno degli effetti delle diverse regolamentazioni per quanto riguarda la prevenzione del covid-19. "Onestamente io ho più paura di infettarmi sul treno per Milano che devo prendere ogni mattina, che non giocando a calcetto" commenta uno dei giovani 'trasfertisti' intervistati dal quotidiano di Piacenza, che pubblica un servizio su questo fenomeno.

8:51 – In Lombardia resta l'obbligo di misurare la temperatura sul lposto di avoro

La nuova ordinanza della Regione Lombardia per combattere la diffusione del coronavirus In tema di organizzazione del lavoro, prevede che resti obbligatoria la misurazione della temperatura per il datore e per i dipendenti, così come per i clienti dei ristoranti. "Se tale temperatura dovesse risultare superiore a 37,5 non sarà consentito l'accesso alla sede e l'interessato sarà informato della necessità di contattare il proprio medico curante", è scritto. Recependo le linee guida della Conferenza della Regioni negli esercizi pubblici, anche in Lombardia, infine, "è consentita la messa a disposizione, possibilmente in più copie, di riviste, quotidiani e materiale informativo a favore dell'utenza per un uso comune, da consultare previa igienizzazione delle mani". Nelle sale giochi e nei circoli si potrà tornare a giocare a carte, purché siano rigorosamente rispettate regole quali l'obbligo di utilizzo di mascherina, l'igienizzazione frequente delle mani e della superficie di gioco e il rispetto della distanza tra giocatori.

8:22 - Stop mascherina all'aperto se c'é la distanza di sicurezza

Cade l'obbligo di indossare la mascherina all'aperto in Lombardia, purché sia mantenuta la distanza di sicurezza di almeno un metro tra le persone. È quanto prevede la nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Attilio Fontana, valida da oggi al 31 luglio. Resta l'obbligo di usare le mascherine o, in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca, nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto. Negli spazi aperti l'obbligo della mascherina, prevede l'ordinanza, si applica "in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di un metro tra soggetti che non siano membri dello stesso gruppo familiare oppure conviventi". Per questo motivo "in ogni caso la mascherina deve essere sempre detenuta con sé ai fini del suo eventuale impiego".

7:12 – Oggi i primi otto voli a Linate

Parte questa mattina alle 10.40 il primo volo in decollo dall'aeroporto di Linate dopo la riapertura del 13 luglio. Si tratta del collegamento Lufthansa per Francoforte. Il primo volo ad atterrare sarà invece di Iberia. Arriverà sulla pista dello scalo, che era stato chiuso per l'emergenza Covid lo scorso 16 marzo, alle 11 proveniente da Madrid. Nella giornata di ripresa del traffico saranno in tutto otto i voli in programma: quattro in partenza (oltre al collegamento con Francoforte, quello con Madrid di Iberia alle 12, di Airmalta alle 15:05, e di nuovo per Francoforte alle 18), e quattro in arrivo (Airmalta alle 14,10 e due Lufthansa da Francoforte alle 17,15 e 21, 55).

Milano: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24