Scuola, studenti in piazza: "La manovra ci ignora". FOTO

In migliaia in piazza per il diritto allo studio. Denunciano mancanza di risorse e provvedimenti per contrastare la precarietà: mancano interventi per rimettere al centro l'istruzione e investire sui giovani. A Torino bruciati manichini di Salvini e Di Maio
  • Fumogeni, maschere e slogan. Migliaia di studenti sono scesi in piazza in tutta Italia per protestare contro il governo e per promuovere il diritto allo studio. Manichini raffiguranti i vicepremier Matteo Salvini e Luigi Di Maio sono stati bruciati dagli studenti a Torino. "Una cosa schifosa" il commento del ministro dell'Interno. - Speciale scuola e università
  • ©ANSA
    "La manovra ci ignora, ora bisogna investire sui giovani" è l'appello degli studenti - I motivi della protesta
  • ©ANSA
    La scritta "Futuro" campeggia su parte di uno striscione esposto dagli studenti in piazza a Roma. E' polemica anche con il ministro Bussetti sul nuovo esame di maturità - Come cambia la maturità
  • ©ANSA
    Ecco qui lo striscione completo degli studenti romani in lotta davanti alla Piramide dell'Eur - Quanti insegnanti servono nel mondo
  • ©ANSA
    La rete degli studenti critica il "governo del cambiamento", accusandolo di "propaganda" e "strumentalità", per avere definito “risparmi” i "100 milioni di tagli sulla scuola” - La mia scuola - Lo speciale Sky
  • ©ANSA
    Hanno aderito all'iniziativa anche gli universitari e la Flc Cgil rivendicando l'urgente messa in sicurezza degli edifici scolastici, un ripensamento dell’alternanza scuola-lavoro e investimenti per il diritto allo studio - Cittadinanzattiva: a scuola un crollo ogni 4 giorni
  • ©ANSA
    La Flc Cgil sottolinea che "le risorse per la scuola sono ancora le grandi assenti del dibattito pubblico, è urgente la messa in sicurezza degli edifici scolastici, un ripensamento globale dell'alternanza scuola-lavoro" - In piazza in tutta Italia
  • VEDI ANCHE

    Omicidio Yara, le tappe dalla scomparsa ai processi per Bossetti. FOTO

    Sfoglia la gallery >

    Oppure

    VAI ALLA SEZIONE FOTO

SCELTI PER TE