Fuorisalone, cosa vedere nel centro storico di Milano. FOTO

Da Brera, dove venerdì sera si è tenuta la Notte bianca del design, alla Triennale, con i 20 anni della mostra-evento di Interni, passando per l'installazione COS. Le opere imperdibili del Fuorisalone nel cuore del capoluogo lombardo. LA FOTOGALLERY  
  • ©LaPresse
    Da Brera al Duomo, passando per l'Università di Festa del Perdono: il Fuori Salone ha invaso il Centro del capoluogo meneghino. Tra le installazioni da visitare nello storico primo municipio figura senz'altro Open Sky di COS. L'opera è curata da Phillip K Smith III, artista americano virtuoso della luce per la prima volta alle prese con un contesto urbano - Il Fuorisalone compie 20 anni
  • ©LaPresse
    Open Sky, ospitata nel cortile di Palazzo Isimbardi in corso Monforte, è una struttura di specchi che gioca con luci e ombre, mescolando le linee dell'architettura con i riflessi del cielo - L'articolo della rivista Domus su Open Sky
  • ©LaPresse
    Centro nevralgico del Fuorisalone è il Brera Design District, dove venerdì sera si è tenuta la classica edizione della Notte Bianca del design. Il tema di quest'anno è "Be Human", tappa immancabile l'appartamento Lago in via Brera, 30 - Fuorisalone, cosa vedere a Tortona
  • ©LaPresse
    Una grande folla si è riversata per le vie del centro per la Brera Design Night. Tantissimi gli showroom che hanno aderito all'iniziativa, restando aperti fino a tarda sera - Il sito ufficiale del Brera Design District
  • ©Fotogramma
    Sempre a Brera, la Pinacoteca ospita l'evento Transitions di Panasonic. A dominare parte del cortile interno dell'Accademia è l’installazione Air Inventions, una bolla all'interno della quale si respira un’aria il più possibile purificata - Il robot di Panasonic
  • ©Fotogramma
    Air Inventions mette in mostra la più evoluta tecnologia di climatizzazione dell'azienda giapponese, nell'anno del suo centesimo anniversario, con l'ambizione di elevare l'aria da elemento etereo a materico - L'evento nel sito del Fuorisalone
  • ©Fotogramma
    Non molto distante si trova l'Orto Botanico, una delle due sedi dell'esposizione di Interni House in Motion (l'altra grossa fetta è all'Università Statale), visitabile fino al 28 aprile - Milano capitale del design
  • ©Fotogramma
    Il giardino è stato trasformato in una città smart e green da Mario Cucinella Architects e SOS-School of Sustainability, in collaborazione con Eni - Fuorisalone, cosa vedere a Lambrate
  • ©Fotogramma
    Da sempre, il Fuorisalone tende a valorizzare gli spazi aperti. Ecco dunque, sempre in centro a due passi dal Duomo, l'installazione Living Nature in Piazzetta Reale: una passeggiata attraverso le quattro stagioni - Fuorisalone, dieci eventi da non perdere
  • ©Fotogramma
    Anche la zona fra la Triennale e il castello Sforzesco (in foto) è foriera di eventi. Diverse le mostre ospitate dal museo votato all'arte contemporanea e al design - Le mostre in Triennale
  • ©Fotogramma
    Come detto, compie 20 anni la mostra-evento della rivista Interni. Fulcro degli allestimenti è, come sempre, il cortile dell'Università Statale, dove sono raccolti progetti realizzati da professionisti affermati ma anche da giovani designer - Fuorisalone, i preparativi
  • ©Fotogramma
    La sede di via Festa del Perdono, aperta anche la sera, è visitata ogni giorno da migliaia di persone. All'ingresso troneggia La scatola di lacca di Davide Rampello, mentre in fondo al cortile si può osservare la torre My Dream Home - Il magazine di Interni
  • ©Fotogramma
    Il tema è appunto quello della House in Motion, l'idea di una casa in movimento. Tra le altre installazioni si trovano Face to Face e FutureSpace, progetto in legno di Peter Pichler. Nel loggiato, infine, la nuvola rosa di Limbo firmata da Jacopo Foggini - I robot che montano la sedia Ikea
  • VEDI ANCHE

    Fuorisalone, le installazioni del Bar Anne al Museo Diocesano. FOTO

    Sfoglia la gallery >

    Oppure

    VAI ALLA SEZIONE FOTO

SCELTI PER TE