Lite tra Giorgia Meloni e Fedez, botta e risposta su fascismo e cocaina

Cronaca
©Getty

Tutto è partito da un post di Chiara Ferragni che, a proposito dell’omicidio di Willy, ha sostenuto che “dietro fatti del genere ci sta una cultura fascista”. Dura la replica della leader di FdI: “Sono distanti anni luce da qualunque cultura. Mi chiedo solo come mai la Ferragni e Fedez non facciano una bella campagna contro la diffusione della cocaina tra i giovani”. Al che il rapper ha risposto: “Faccio il test antidroga se lo fanno i parlamentari”

Botta e risposta fortemente polemico su fascismo e uso delle droghe tra Giorgia Meloni e i Ferragnez. Tutto è partito da un post di Chiara Ferragni che, a proposito dell’omicidio di Willy Monteiro Duarte (GLI ARRESTI - L'AUTOPSIA - LA BANDA - LA TESTIMONIANZA), ha sostenuto che “dietro fatti del genere ci sta una cultura fascista”. Dura la replica della leader di Fratelli d’Italia a La Verità: “Sono distanti anni luce da qualunque cultura. Escludo che abbiano mai letto un libro”. Per poi aggiungere: “Mi chiedo solo come mai la Ferragni e Fedez non facciano una bella campagna contro la diffusione della cocaina tra i giovani”.

Fedez: "Faccio test antidroga se lo fanno i parlamentari"

leggi anche

Chiara Ferragni e Fedez a Roma per il secondo anniversario

Alla presidente di FdI ha risposto Fedez, marito della fashion blogger: “In interviste passate ho detto di aver fatto utilizzo di droghe in un discorso molto più ampio che verteva proprio alla condanna dell’utilizzo delle droghe stesse… Non mi fumo neanche le canne, reggo molto male l’acool. Faccio una vita terribile da pensionato”, ha sottolineato il rapper in una storia Instagram sul proprio profilo. “Mi metto a disposizione di tutte le procure possibili e immaginabili per fare tutti i test anti-droga se anche i senatori e i parlamentari della Repubblica fanno lo stesso”, ha poi aggiunto.

Il post sull’esponente di FdI fermato per cocaina

leggi anche

Chiara Ferragni, cambiamenti per la sua società Serendipity

Fedez ha rilanciato la polemica anche su Twitter: "La Meloni provoca i Ferragnez", ha scritto, accompagnando la frase con il ricordo di una vicenda di un anno fa, quando a Lagosanto, in provincia di Ferrara, un assessore comunale eletto in quota Fratelli d'Italia fu sorpreso dai carabinieri ad acquistare cocaina. "È tutto bellissimo", il commento sarcastico del post.

"Siamo figli vostri"

In un’altra storia Instagram, il rapper milanese ha risposto a chi criticava lui e la moglie: ”Il problema di questa società saremmo noi? Dicono che i criminali si ispirerebbero a noi perché porteremmo avanti un modello vuoto e narcisista”. Una teoria assurda, secondo il cantante: "Diamo per assodato che Chiara Ferragni e Fedez siano il problema di questa società. Se non esistessero Chiara Ferragni e Fedez non ci sarebbero più crimini, persone violente e il mondo sarebbe un posto fantastico. Allora domandiamoci che cosa, chi ha creato Chiara Ferragni e Fedez? Di cosa sono figli? Siamo figli vostri", ha insistito.

FdI: "Disperato bisogno di visibilità"

A difendere Giorgia Meloni è invece intervenuto il senatore di FdI Giovanbattista Fazzolari, che su Facebook risponde: "Il duo social canoro Fedez-Ferragni torna oggi ad attaccare Giorgia Meloni con mistificazioni tipiche di chi è abituato a vivere di gossip e pettegolezzi. Non si capisce se sia un disperato bisogno di visibilità, avendo forse finito le foto dei loro fondoschiena, o il preludio a un loro maggiore impegno in politica. Avranno legittimamente pensato che visto il livello medio dei comunicatori, degli intellettuali e dei politici di riferimento del governo pentapiddino anche loro possono giocarsi le loro carte e diventare punti di riferimento del panorama culturale della sinistra italiana. Effettivamente non hanno tutti i torti. Suggerisco subito un convegno alla Festa dell'Unità: Da Gramsci a Fedez-Ferragni evoluzione della sinistra. Auguri".

Cronaca: i più letti