Alex Zanardi, il bollettino medico: "Stabile, nei prossimi giorni valutazioni"

Cronaca

I medici dell'ospedale Santa Maria alle Scotte di Siena hanno fatto sapere che il campione, dopo l'incidente dello scorso 19 giugno, ha trascorso la terza notte in terapia intensiva senza variazioni. Rimane grave il quadro neurologico. La prognosi resta riservata

"Rimangono stabili le condizioni cliniche di Alex Zanardi. La terza notte di degenza in terapia intensiva è trascorsa senza variazioni. Resta grave il quadro neurologico. Il paziente è sedato, intubato e ventilato meccanicamente e la prognosi è riservata". È quanto si legge nel nuovo bollettino medico, pubblicato alle 12, sulle condizioni dell'ex pilota di F1 e campione di paraciclismo ricoverato al policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena dal 19 giugno a seguito dell'incidente in handbike nei pressi di Pienza (LE IMMAGINI). "L’équipe multidisciplinare che lo ha in cura valuterà nei prossimi giorni eventuali azioni diagnostico-terapeutiche da intraprendere", si legge ancora nel bollettino (STORIA DEL CAMPIONE - LE PAROLE PRIMA DELLA GARA).

Direttore sanitario dell'ospedale: "Dobbiamo attendere, serve pazienza"

leggi anche

Alex Zanardi stabile. Il ds della staffetta: "Non doveva correre"

Intervenuto a Sky TG24 (VIDEO), il direttore sanitario del Policlinico ha spiegato: “Il bollettino conferma la situazione di stabilità, il quadro neurologico è sempre molto grave. Dobbiamo attendere, avere pazienza e nelle prossime giornate si valuteranno i percorsi diagnostico-terapeutici del caso”. Quanto alla tempistica, "non è ancora definibile". E sulla tempra sportiva di Zanardi, spiega, “atleti come lui hanno un grande allenamento e di conseguenza questo aiuta ad affrontare le situazioni difficili”.

Da oggi settimana-chiave per Zanardi

Dopo la terza notte passata da Zanardi in terapia intensiva in condizioni stabili, Sabino Scolletta, direttore del reparto emergenza dell'ospedale, sempre a Sky TG24, ha detto: "Siamo molto contenti e fiduciosi". Come hanno spiegato i medici, se il decorso clinico prosegue in questo modo, con la buona reazione dell'organismo e senza repentini eventi avversi, aumenta la fiducia per un recupero di Zanardi, anche se lento e con l’incognita decisiva del quadro neurologico. Questa sarà la settimana-chiave per il suo recupero (LA MOGLIE DANIELA AL FIANCO DI ZANARDI).

Cronaca: i più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.