Ifa 2017: le novità più interessanti in arrivo da Berlino

Una hostess scrive su un display interattivo: l'Ifa è aperta al pubblico dal 1° al 6 settembre (Getty Images)
5' di lettura

Da Samsung a Huawei, da Fitbit a Sony: ecco i dispositivi che i visitatori dell'evento potranno osservare da vicino fino al 6 settembre  

Tra smartphone, smartwatch e realtà virtuale, l'Ifa di Berlino si conferma un appuntamento decisivo per conoscere nuovi prodotti e apire dove va il mercato. Molti dei dispositivi più attesi, come d'abitudine, sono stati svelati prima dell'apertura della fiera (in programma dal 1° al 6 settembre). Altri marchi hanno preferito attendere. Ecco le novità che sono arrivate dalla Germania e quelle attese nel corso della manifestazione.

Lg V30

Samsung e Apple hanno optato per presentazioni isolate, lontane dalle fiere di settore. Lg ha invece scelto l'Ifa per svelare il suo smartphone top di gamma: è quindi nato a Berlino il V30, accompagnato dal V30+. Le differenze tra i due dispositivi sono limitate alle dimensioni della memoria interna: 64 Gb contro 128 Gb. Per il resto, la dotazione è identica, dal processore (Qualcomm Snapdragon 835) al display (Oled da 6 pollici) fino alle fotocamere (una doppia posteriore da 16 e 13 Mp e una frontale da 5). Il design segue il trend del momento: schermo ampio e bordi ridotti al minimo.

Sony Experia

Chi invece non ha seguito questa tendenza è Sony. Che continua a disegnare smartphone con bordi abbondanti. Lo stile dei tre dispositivi presentati (Xz1, Xz1 Compact e Xa1 Plus) è molto simile. Cambiano specifiche, dimensioni e (di conseguenza) i prezzi. L'Xperia Xz1 è, del trio, il più avanzato: 5,2 pollici, processore Qualcomm Snapdragon 835, 64 Gb di memoria interna, 4 Gb di Ram. E soprattutto Android 8.0 Oreo, per il quale Sony anticipa la concorrenza. L'Xz1 Compact è la versione “ridotta” dello stesso smartphone, con display da 4,6 pollici. L'Xa1 Plus va invece a collocarsi su una fascia media, ma può vantare una fotocamera posteriore da 23 Mp, una batteria più potente e un prezzo più abbordabile.

Motorola Moto X4

Lo storico marchio Motorola, oggi sotto il controllo di Lenovo, presenta il Moto X4. Uno smartphone di fascia media che si affianca a quelli presentati nel corso del 2017 (Moto Z2 Play e Moto G5s). Display da 5,2 pollici, processore Snapdragon 630, associato a 4 Gb di Ram e 64 Gb di memoria interna: sono queste le sue principali caratteristiche. Il Moto X4 ha una doppia fotocamera posteriore (da 12 e 8 Mp) e una frontale da 16 Mp. Uno smartphone, quindi, che potrebbe definire propenso ai selfie. Lenovo (questa volta con marchio proprio) si presenta a Berlino con un nuovo set per la realtà aumentata, che comprende un visore e una riproduzione della spada laser di Star wars. Imperdibile per i fan della saga.

Huawei 

Il 2 settembre è fissata anche una presentazione di Huawei. Difficile che il marchio cinese possa presentare un nuovo smartphone: il Mate 10 dovrebbe arrivare sempre in Germania, ma a Monaco di Baviera, il prossimo 16 ottobre. Anche se non si escludono anticipazioni. Cosa svelerà, quindi, Huawei? Stando allo slogan dell'evento (“Il futuro è intelligente?”) gli indizi portano a qualcosa che riguardi l'intelligenza artificiale. E in particolare al Soc HiSilicon Kirin 970, un nuovo processore nato con per combinare mobile e Ai.

Fitbit Ionic

Fitbit ha giocato d'anticipo, svelando le sue novità già il 28 agosto. Attese confermate: è arrivato Ionic, il primo vero smartwatch del marchio. Che abbina il cuore del brand (l'attività sportiva) con una gamma più ampia di app in grado di trasformare questo orologio tanto in un supporto per il fitness quanto per i pagamenti digitali. A fare da ancelle a Ionic, due gadget: gli auticolari Flyer (anche questi, per design e caratteristiche, concentrati sullo sport) e la bilancia smart Aria 2.

Samsung Gear

Samsung ha risposto a Fitbit con due nuovi smartwatch con focus sul benessere. Il Gear fit 2 Pro e il Gear sport. Alla possibilità di tracciare i propri percorsi e il battito cardiaco, si aggiunge il monitoraggio del nuovo, anche grazie a una partnership con Speedo. Pensati per l'attività fisica sono anche i Gear IconX, auricolari wireless che consentono, con uno o due tap, di ricevere ed effettuare telefonate e gestire la propria playlist.   

Garmin

Alla grande sfilata di dispositivi wearable partecipa anche Garmin, con un band e due smartwatch. Il primo è Vivosport e concentra in una design essenziale le funzioni-base di un bracciale digitale per il fitness. Più complessi sono invece i suoi fratelli maggiori: Vivoactive 3 e Vivomove Hr. Non solo dispositivi da indossare durante una corsa o un giro in bici ma 24 ore su 24. Con un'ampia gamma di app a disposizione e uno stile un po' vintage, con quadrante rotondo e lancette (nel caso di Vivomove Hr sono vere "analogiche", con il qudrante che peroò dialoga con l'utente). 


Leggi anche:
  • Apple, il 12 settembre sarà svelato il nuovo iPhone
  • Si torna sui banchi, il calendario scolastico regione per regione
  • Valentino Rossi operato a tibia e perone: "Tornerò il prima possibile"
  • Putin: situazione Corea del Nord sull'orlo di conflitto su larga scala
  • Leggi tutto
    Prossimo articolo