Da "Harry Potter" alle Nazioni Unite: i 27 anni di Emma Watson. FOTO

È reduce dal successo di "La bella e la bestia", ma si è fatta conoscere dal grande pubblico nella saga tratta dai libri di J.K Rowling. L'attrice britannica, nata il 15 aprile 1990, ha affiancato all’attività sul set l’impegno per la parità di genere. LA FOTOGALLERY
  • ©Getty Images
    Una filmografia di successo, un ruolo come ambasciatrice alle Nazioni Unite e una laurea conseguita in una prestigiosa università: sono solo alcuni dei traguardi raggiunti da Emma Watson, pronta a festeggiare i suoi primi 27 anni. L’attrice è nata a Parigi il 15 aprile 1990, ma si è trasferita in Gran Bretagna con la madre all’età di 5 anni dopo il divorzio dei genitori - Emma Watson dopo le critiche: topless? Femminismo è libertà di scelta
  • ©Kikapress.com
    Il successo per la Watson è arrivato a soli 9 anni grazie al ruolo di Hermione Granger nella saga di "Harry Potter". Intelligente, perspicace e "perfettina", la streghetta interpretata dalla Watson è la migliore amica del protagonista - Emma Watson, da Harry Potter alla "Bella e la bestia"
  • ©Kikapress.com
    L’attrice ha vestito i panni di Hermione in tutti i film della saga, da "Harry Potter e l’ordine della Fenice" del 2001 a "Harry Potter e i doni della morte - Parte 2" del 2011 - Emma Watson nel mirino degli hacker: rubate foto private
  • ©Kikapress.com
    La carriera dell'attrice non si è però arrestata con la fine della saga di "Harry Potter". Dopo un piccolo ruolo in "Marilyn", ha recitato nel film "Noi siamo infinito" e ha vestito i panni di una bad girl in "Bling Ring" (nella foto una scena dal film) di Sofia Coppola - Scena gay in "La bella e la bestia", rimandata uscita film in Malesia
  • ©Kikapress.com
    Successivamente ha partecipato al colossal "Noah" di Darren Aronofsky accanto a Russell Crowe e Jennifer Connelly. Nella pellicola, veste i panni della figlia adottiva di Noè - Ecco perché Emma Watson non vuole selfie con i suoi fan
  • ©Getty Images
    Della sua filmografia fanno parte anche il thriller "Regression" di Alejandro Amenabar (nella foto con la Watson) e lo storico "Colonia" di Florian Gallenberger. A questo film spetta un triste primato: nella prima settimana di programmazione nel Regno Unito incassò solo 47 sterline - Cinema, nel 2016 record di protagoniste femminili. Ma resta disparità
  • ©Kikapress.com
    Le cose sono andate decisamente meglio per "La bella e la bestia", l’ultimo film targato Disney di cui la Watson è protagonista. La pellicola ha già sorpassato il miliardo di incassi nel box office mondiale, diventando il primo titolo del 2017 ad infrangere l’ambito traguardo - "La bella e la bestia", al cinema arriva il primo gay della Disney
  • ©Kikapress.com
    Gli impegni sul set non hanno mai distratto la giovane star dai suoi obiettivi: Emma ha infatti conseguito nel 2014 il titolo di dottore in letteratura inglese presso la Brown University di New York - Da strega ad attivista: Emma Watson in campo per i diritti delle donne
  • ©Getty Images
    Nel luglio 2014 l’attrice è stata inoltre nominata ambasciatrice di buona volontà all'UN Women, l'organizzazione delle Nazioni Unite che si occupa della parità di genere. In virtù di questo ruolo, ha lanciato la campagna #HeforShe, il cui fine è evidenziare il ruolo degli uomini nella promozione della parità di genere - Eroi in carne ed ossa: le star nei film Disney
  • ©Getty Images
    La moda è un’altra grande passione di Emma Watson, che nel 2014 ha vinto il titolo per il "Best British Style" ai British Fashion Awards. Anche in questo caso, l’eleganza non è fine a se stessa ma diventa strumento di sensibilizzazione: la star è una grande sostenitrice dei look eco-friendly, come quello sfoggiato al Met Gala 2016 realizzato con plastica riciclata o tutti gli outfit del press tour di "La bella e la bestia" - La moda salva gli oceani, ecco i progetti più sostenibili