L'esodo in Bangladesh dei profughi in fuga dal Myanmar. FOTO

La maggior parte delle 123mila persone che stanno oltrepassando la frontiera è di etnia rohingya, la minoranza musulmana perseguitata dall'esercito birmano. FOTOGALLERY
  • ©Getty Images
    Una crisi umanitaria che ha già coinvolto 125mila persone. È questo il numero dei rifugiati scappati dal Myanmar al Bangladesh dallo scorso 25 agosto, data dell'inizio delle violenze dell'esercito birmano sulla minoranza musulmana dei rohingya. Nella foto, rifugiati rohingya in fuga dalle violenze in atto nello stato di Rakhine camminano vicino a Ukhia, al confine tra Bangladesh e Myanmar, il 4 settembre 2017 - Birmania, esercito spara sui civili Rohingya in fuga
  • ©Getty Images
    Secondo i numeri forniti dalle Nazioni Unite, sono 123.600 le persone che solamente negli ultimi 11 giorni hanno dovuto abbandonare lo stato nord-occidentale del Rakhine per rifugiarsi nel vicino Bangladesh - Unicef: “Ogni giorno in Birmania muoiono 150 bambini sotto i 5 anni”
  • ©Getty Images
    Con questi nuovi arrivi è salito a circa 400mila il numero dei rohingya stanziati nei campi profughi del Bangladesh. Una situazione che ha portato l'Onu a parlare di disastro umanitario - Vaticano, incontro tra Papa Francesco e Aung San Suu Kyi. FOTO
  • ©Getty Images
    "Molti dormono all'aria aperta e hanno bisogno di cibo e acqua dopo aver camminato per giorni per raggiungere la sicurezza", ha dichiarato in un rapporto il principale coordinatore dell'Onu in Bangladesh, Robert D. Watkins. Nella foto, rifugiati rohingya attraversano un fiume vicino Ukhia, al confine tra Bangladesh e Myanmar, il 4 settembre 2017 - Birmania, Mohammed come Aylan: la foto shock del bimbo Rohingya
  • ©Getty Images
    Il Bangladesh, che in un primo momento aveva cercato di bloccare l'ingresso dei rifugiati intensificando i pattugliamenti di confine, ha poi dovuto cedere di fronte all'afflusso massiccio. Nella foto, un gruppo di rifugiati riposa vicino a Ukhia - Myanmar, esercito spara su civili Rohingya
  • ©Getty Images
    Anche l'Indonesia si è detta disponibile a contribuire all'accoglienza dei rifugiati, aiutando il governo del Bangladesh, che ora ospita quasi mezzo milione di persone e ha definito l'emergenza un "fardello". Nella foto, attivisti indonesiani protestano contro il governo di Myanmar a Surabaya, la seconda città più grande dell'Indonesia, il 5 settembre 2017 - Birmania, chi sono i Rohingya
  • ©Getty Images
    Gli appartenenti alla minoranza musulmana rohingya sono considerati dal Myanmar come immigranti illegali. A loro non viene riconosciuta la cittadinanza birmana e sono stati per decenni vittime di persecuzioni e discriminazioni. Nella foto, una giovane attivista indonesiana mostra un cartello di sostegno alla minoranza rohingya - Birmania, emergenza umanitaria per i Rohingya
  • ©Getty Images
    L'Unione Europea ha chiesto un "accesso umanitario illimitato" che consenta agli operatori di raggiungere le centinaia di migliaia di "persone vulnerabili nello stato di Rakhine". Lo ha affermato il Commissario europeo per gli aiuti umanitari, Christos Stylianides, esprimendo "grande apprezzamento" per l'ospitalità del Bangladesh. Nella foto, un gruppo di attivisti indonesiani riuniti in una manifestazione pacifica a favore della minoranza rohingya - Myanmar, migliaia di musulmani in fuga dalle persecuzioni