TikTok, 10 cose che forse non sapevi

Tecnologia

Floriana Ferrando

È il social network del momento: amatissimo dalla Generazione Z (i nati dal 1995 in poi), promette di intrattenere attraverso video di pochi, pochissimi secondi. Ecco funzionalità e curiosità sulla app cinese

Amato da giovani e giovanissimi, TikTok permette di creare e condividere - in maniera semplice e veloce - video verticali di 15 secondi, che uniti fra loro possono raggiungere una durata massima di un minuto.

Ecco cosa c’è da sapere sull’app cinese che impazza (anche) in Italia.

1. I numeri di TikTok

Nato nel 2016, TikTok conta oggi più di 500 milioni di utenti attivi mensili ed è l’applicazione più scaricata nel mondo, escluse quelle di gaming. Secondo i dati di Sensor Tower riportati da Forbes, nel solo mese di gennaio 2020 TikTok è stato installato più di 104,7 milioni di volte, con un aumento del 46% rispetto allo stesso periodo nel 2019. È la prima app a superare in numeri Whatsapp, Facebook e Instagram. Il paese con il maggior numero di download è l’India, seguito dal Brasile. In Italia TikTok conta oggi 2,4 milioni di utenti, prevalentemente adolescenti dai 13 ai 19 anni.

2. Molto più del lip-sync

Il contenuto video che va forte su TikTok, complice la fusione con Musical.ly, è quello che sfrutta il lip sync: dopo avere scelto un sottofondo (una canzone o una scena di un film da imitare), l’utente si esibisce davanti alla videocamera dello smartphone cantando quella canzone o recitando quella battuta. Ci pensa l’app a sovrapporre il movimento delle labbra al suono, trasformando qualunque tik toker in un doppiatore provetto. Ma TikTok è più di un semplice sincronizzatore labiale: l’app offre una libreria molto ampia di contenuti video e musicali che si possono personalizzare attraverso filtri, transizioni, effetti (accelerazione e rallentamento) e un montaggio semplice. Il cambio d’abito in loop, ad esempio, è fra le possibilità più sfruttate dagli influencer di moda: basta un battito di mani per cambiare look una volta, poi un’altra e un’altra ancora.

3. TikTok collaborativo: i duetti

TikTok promuove l’interazione fra gli utenti offrendo la possibilità ai tiktokers si esibirsi in duetti virtuali. Stai guardando il video di un utente che balla e vorresti unirti a lui? Esegui un tap sul pulsante di condivisione sul video originale, quindi premi ‘Duetto’ e dai il tuo contributo alla performance musicale. In fase di caricamento di un nuovo video, invece, ogni utente può scegliere se offrire o meno la possibilità di duettare con lui. L’impostazione può essere modificata anche per i video già online. 

4. Le #challenge di TikTok

Le sfide, che chiamano il resto dei tiktokers ad una challenge virale, sono ciò che unisce la community di TikTok e possono essere lanciate dagli utenti o sponsorizzate. Come capire se quel video è un guanto di sfida? Lo dice l’hashtag: solitamente ogni sfida su TikTok è accompagnata dalla parola chiave dedicata. Qualsiasi evento, tema, tendenza può dar luogo ad una challenge: impazzano i video ispirati all’esibizione di Shakira e Jennifer Lopez al SuperBowl 2020, come anche quelli legati al “gioco della sedia” degli anni Settanta. E pure la lotta al cambiamento climatico trova spazio sull’app cinese. L’ultima in voga è la Skullbreaker Challenge, che ha destato la preoccupazione di molti.

5. Privacy: pubblico Vs. privato

TikTok permette di personalizzare le impostazioni legate alla privacy del proprio profilo e selezionare il pubblico dei propri video. L’account, di default impostato come pubblico, può essere reso privato in pochi passaggi, con un tap sull’icona a tre punti in alto a destra del profilo: in questo modo gli altri tiktokers potranno trovare la pagina, senza però vederne i contenuti, finché non sarai tu a permetterglielo. Va precisato che chi dispone di un account privato deve rinunciare ad alcune funzionalità. Quella dei duetti, ad esempio: non sarà possibile prendere parte al video di altri utenti. Inoltre, per tutelare la sicurezza dei più giovani, il social ha recentemente introdotto il Filtro Famiglia e la Gestione del Tempo nel Feed.

6. Disattivare le notifiche push

Chi usa sporadicamente l’app cinese potrebbe ritrovarsi spesso disturbato dal gran numero di notifiche push che TikTok invia agli utenti durante l’arco della giornata, al solo scopo di spingerli ad aprire l’applicazione e utilizzare il servizio. Attraverso il menù ‘Impostazioni’ del proprio account è possibile disattivare i messaggi di notifica automatici. 

7. I più seguiti di TikTok

Gli account più seguiti di TikTok appartengono a giovanissimi, che hanno trovato nel social cinese uno strumento per esprimersi. A livello mondiale, i profili più seguiti sono quelli della cantante Loren Gray, 18 anni, che vanta 38.1 milioni di follower, del regista americano Zach King, appena trentenne, e di Baby Ariel, 19 anni, attrice e cantante statunitense inserita nel 2018 dal Time nella lista delle persone più influenti del web. In Italia, gli account più amati secondo Forbes sono quelli di Luciano Spinelli, 20 anni, nominato ai Kid's Choice Awards come migliore webstar italiana, delle gemelle Cassandra e Melissa, 19 anni, e di Marco Cellucci, il più giovane sul podio, con i suoi 17 anni. 

8. Cantanti e politici su TikTok

Partito in sordina fra le celebrità, oggi TikTok è una piazza virtuale apprezzata anche dalle più note personalità di musica, spettacolo, politica. Sulla piattaforma troviamo - fra gli altri - Justin Bieber, approdato sull’app all’inizio del 2020 per lanciare il nuovo singolo “Yummy” attraverso un video in lip sync, Cardi B., che sfiora i due milioni di follower, Selena Gomez (oltre 15 milioni di followers), Vanessa Hudgens, gli attori Amy Schumer e Will Smith (con 16 milioni di seguaci).

In Italia, pure i politici sfruttano TikTok. Il leader della Lega Matteo Salvini si è registrato sulla piattaforma lo scorso novembre, provando  forse ad avvicinare un pubblico più giovane (lo seguono in più di 194 mila). Anche Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia ci ha provato, memore del successo del  meme di fine anno che l’ha coinvolta, ma ha presto abbandonato l’applicazione.

9. Doctoker, i medici su TikTok

Nonostante canti e buffe danze siano i contenuti più condivisi, l’esperienza video offerta da TikTok rappresenta un’ottima possibilità per affrontare e diffondere in un click informazioni su temi anche difficili (emergenza Coronavirus compresa). Alcuni giovani medici hanno pensato di sfruttare divertenti video di una manciata di secondi per informare i giovanissimi sulle malattie sessualmente trasmissibili, sull’importanza della contraccezione, e molto altro. Fra i doctokers più seguiti ci sono Rose Marie Leslie (@DrLeslie) con i suoi oltre 400 mila follower, la dott.ssa Jess Andrade (@Doctor.Jesss), che ha toccato su Tik Tok anche il delicato tema della depressione e la ginecologa Doctor Jones (@mamadoctorjones). 

10. Le collab house dei tiktokers

Incontrarsi e vivere insieme (almeno per un periodo di tempo) allo scopo di creare nuovi, interessanti, contenuti da condividere su TikTok. E’ l’obiettivo del collettivo costituito lo scorso dicembre da Chase Hudson e Thomas Petrou: è l’Hype House di Los Angeles a fungere da quartier generale delle stelle nascenti del social cinese, che collaborano per fare crescere la piattaforma. Con almeno un centinaio di video realizzati ogni giorno, “la collab house - spiega Petrou al New York Times - è progettata per la produttività". 

Diversity University è un altro collettivo simile: “Abbiamo persone di tutte le etnie, di diversa estrazione. Molte persone parlano molte lingue diverse e pubblicano diversi tipi di contenuti", spiega Tomisin Adeleye (@uncle.tomm su TikTok), che desidera promuovere la diversità online. 

Ha collaborato Micaela Ferraro

@willsmith

You ever wonder what’s going on inside someone’s head? #badboysforlife 📹: 1024x576

♬ original sound - willsmith

Tecnologia: I più letti