Roma, “nasoni” e fontane monumentali mappati da un’app

Tecnologia

Succede grazie a “Waidy”, una sorta di mappa digitale di oltre 3mila fontane, nasoni e case dell'acqua della Capitale. Oltre a sapere dove si trova la fontanella di acqua pubblica più vicina, sarà possibile conoscerne la carta d'identità e accedere a tutta una serie di altre funzionalità

Un aiuto tecnologico per chi si trova a Roma e vuole andare alla ricerca di fontane, “nasoni” e case dell'acqua. Arriva da Waidy, un’applicazione presentata nella capitale nel corso dell’evento “Roma e l’acqua, una grande storia d’amore”. Il progetto “Waidy, l'app amica dell'acqua e dell'ambiente” è nato nel luglio del 2019 dall’idea di alcuni dipendenti del Gruppo Acea, nell’ambito di un programma di imprenditorialità interno sui temi dell’innovazione, così come riporta una nota apparsa sul sito del comune di Roma.

Una mappa digitale

approfondimento

Minecraft si conferma l’app più venduta su Amazon

L'applicazione, il cui download è gratuito, è stata realizzata proprio da un team di sviluppatori di Acea ed è già scaricabile da tutti gli App store (Apple e Android) oppure inquadrando il QR code apposto sui punti di erogazione idrica che rimanda direttamente al download. E’ una piattaforma semplice e pratica che grazie alla digitalizzazione di migliaia di punti di erogazione di acqua potabile attivi nei territori serviti dalle società idriche di Acea e alla loro geolocalizzazione, rende possibile individuare quelli più vicini, conoscerne la storia e la qualità dell’acqua erogata. “Si tratta di una sorta di mappa digitale di oltre 3mila fontane, nasoni e case dell'acqua di Roma: oltre a sapere dove si trova la fontanella di acqua pubblica più vicina, sarà possibile conoscere la carta d'identità", la storia e la provenienza dell'acqua”, ha spiegato la sindaca, Virginia Raggi. Gli utenti che utilizzano l’app, tra l’altro si potranno registrare per segnalare eventuali guasti e malfunzionamenti: “un dialogo in tempo reale tra il cittadino-utente e l'azienda", ha aggiunto Raggi.  "L'obiettivo è quello di garantire ai cittadini di Roma e ai turisti che visitano le meraviglie della capitale degli italiani, sempre acqua pulita, sicura, controllata, accessibile, con un uso sostenibile e consapevole".

Altre funzionalità

 Tra le caratteristiche di Waidy, uno sguardo alla sostenibilità, visto che l’app incentiva l’utilizzo dei contenitori refill e contribuisce alla riduzione della plastica monouso, oltre a invitare ad un uso responsabile della risorsa idrica. Inoltre l’app, mettendo in rete tutti i punti di erogazione, attraverso un sistema intelligente e interattivo detto smart water grid, consente di rilevare eventuali malfunzionamenti delle singole fontane, dando anche la possibilità di segnalare eventuali guasti e richiedere, in tempo reale, i parametri quali-quantitativi dell’acqua erogata. Altro aspetto, quello salutistico, visto che con l’app si può facilmente tener traccia del proprio consumo idrico giornaliero ottimale.

Tecnologia: I più letti