Samsung Galaxy Unpacked 2020: da S20 a nuovo pieghevole, tutte le novità attese

Tecnologia

Nell’evento dell’11 febbraio a San Francisco Samsung svelerà i nuovi smartphone di punta, tra cui Galaxy Z Flip, diverso dal precedente Galaxy Fold. Attesi anche gli auricolari true wireless migliorati 

Samsung è pronta a inaugurare la stagione delle presentazioni dei nuovi device di punta. Durante il Galaxy Unpacked 2020, fissato per l’11 febbraio a San Francisco e in anticipo di qualche settimana rispetto al Mobile World Congress, l’azienda sudcoreana svelerà la nuova linea Galaxy S20 e il nuovo pieghevole Galaxy Z Flip. Questi smartphone saranno però soltanto i protagonisti più attesi di un evento che dovrebbe riservare anche altre novità, tra cui i nuovi auricolari wireless Galaxy Buds Plus, con il miglioramento di alcune funzioni rispetto alla versione precedente.

Samsung Galaxy Z Flip si stacca dal passato

I rumours giunti nelle ultime settimane hanno già svelato in gran parte le probabili caratteristiche di Galaxy Z Flip, per il quale comunque c’è grande attesa. A pochissimi mesi dal debutto sul mercato di Galaxy Fold, infatti, Samsung ha scelto un design molto diverso per il nuovo smartphone pieghevole, che ricalcherà l’aspetto “a conchiglia” di Motorola Razr. Il telefono dovrebbe diventare un quadrato compatto una volta richiuso, mentre aprendolo si potrà sfruttare il display Oled da 6,7 pollici dotato di un innovativo vetro ultrasottile, per evitare gli inconvenienti accaduti con Galaxy Fold. Anche con il device chiuso si potranno comunque visualizzare alcune informazioni, tra cui l’ora e le notifiche, sul display esterno da un pollice. Come processore Samsung dovrebbe optare per lo Snapdragon 855+ di Qualcomm, che garantirà prestazioni di alto livello grazie anche agli 8 GB di Ram e una memoria interna da 256 GB., mentre la batteria sarà da 3300 mAh. Stando alle indiscrezioni il prezzo di Samsung Galaxy Z Flip dovrebbe aggirarsi intorno ai 1400 dollari per le colorazioni nero e viola.

Samsung Galaxy S20, la nuova serie avrà tre smartphone

Oltre che sul nuovo pieghevole, Samsung punterà forte sulla nuova serie Galaxy S20 che dovrebbe prevedere tre smartphone. Al netto del salto in termini di branding, con il passaggio da S10 a S20, il design dei nuovi device dovrebbe richiamare quello già proposto lo scorso anno, con cornici praticamente assenti e un piccolo foro, questa volta al centro, a ospitare la fotocamera frontale. I tre modelli, probabilmente S20, S20 Plus e S20 Ultra, dovrebbero montare un processore Snapdragon 865 e una frequenza di aggiornamento del display a 120 Hz. Il display da 6,2 pollici della variante base salirà a 6,7 pollici in S20 Plus, nel quale sarà presente il sensore Time of Flight in aggiunta al comparto fotografico, in comune con S20, composto da due sensori da 12 megapixel e un teleobiettivo da 64 megapixel. Sarà però Galaxy S20 Ultra a vantare la migliore fotocamera posteriore, con l’obiettivo principale da 108 megapixel abbinato a grandangolo e teleobiettivo dotato di zoom ottico 10x e zoom digitale fino a 100x. Su quest’ultimo smartphone il display dovrebbe essere da 6,9 pollici, con una batteria da 5000 mAh: caratteristiche che influiranno sul prezzo, che partirebbe da 1400 dollari rispetto ai 1000 e 1200 richiesti per gli altri due modelli.

Auricolari wireless e altre novità

C’è maggiore incertezza per quanto riguarda gli altri device che Samsung potrebbe presentare durante Galaxy Unpacked 2020. Tra questi dovrebbero esserci i nuovi Galaxy Buds Plus: al contrario di quanto fatto da Apple con AirPods Pro, la casa sudcoreana non dovrebbe ridisegnare completamente gli auricolari true wireless, che tuttavia dovrebbero vantare più autonomia, fino a 11 ore, e una qualità del suono migliorata. Inoltre, è possibile che Samsung lanci finalmente lo smart speaker Galaxy Home Mini e, secondo il portale 9to5Google, anche qualche novità sviluppata in collaborazione con Google o un nuovo smartwatch. 

Tecnologia: I più letti