F1, Gp Singapore: vince Perez, le Ferrari completano il podio. Video highlights della gara

Sport
©Ansa

Sul circuito di Marina Bay il pilota della Red Bull ha tagliato per primo il traguardo, precedendo Charles Leclerc e Carlos Sainz. Il leader del mondiale Max Verstappen ha chiuso al settimo posto. Perez è finito sotto investigazione per non aver rispettato per due volte la distanza dalla Safety Car e la decisione della Fia è arrivata tre ore dopo la fine della gara: per lui una reprimenda e 5 secondi di penalità. Visto il vantaggio di oltre 7 secondi sul secondo, ha mantenuto la vittoria

ascolta articolo

Sergio Perez vince il Gp di Singapore, diciassettesima e sest’ultima gara del Mondiale di Formula 1. Il pilota della Red Bull ha mantenuto la vittoria anche dopo la penalizzazione che gli è stata inflitta dalla Fia per non aver rispettato la distanza dalla Safety Car in due occasioni. La decisione è arrivata tre ore dopo la fine della corsa, ma non ha inciso sull'ordine d'arrivo. Il messicano ha preceduto sul traguardo le Ferrari di Charles Leclerc e Carlos Sainz. Il leader del mondiale Max Verstappen ha chiuso la sua gara sul circuito di Marina Bay al settimo posto: domenica prossima, in Giappone, può laurearsi campione del mondo per la seconda volta.

La gara

vedi anche

Formula 1, il Mondiale in esclusiva su Sky fino al 2027: i dettagli

Il Gp di Singapore è iniziato in ritardo a causa della pioggia che si è abbattuta sul circuito. La partenza, prevista alle 14, è stata poi spostata alle 15.05 italiane (le 21.05 locali). Charles Leclerc su Ferrari è partito dalla prima fila, seguito da Sergio Perez su Red Bull, Lewis Hamilton con la Mercedes e l’altro ferrarista Carlos Sainz. In avvio, grande spunto di Sergio Perez: il messicano si è portato subito al comando, mentre Lewis Hamilton ha perso una posizione. Dopo il primo giro, le Ferrari di Leclerc e Sainz erano seconda e terza. Il leader del Mondiale Max Verstappen, partito ottavo, era decimo. A metà gara, dopo tre virtual safety car, posizioni di testa invariate: in testa sempre la Red Bull di Sergio Perez, tallonato dalle Ferrari di Charles Lecerc e Carlos Sainz. Quarto Lewis Hamilton, mentre Max Verstappen aveva guadagnato posizioni ed era sesto. Alla fine - dopo molte interruzioni e la gara decisa dal tempo anziché dai giri (3 in meno dei 61 previsti) - Perez ha tagliato per primo il traguardo, davanti alle due Ferrari. Lando Norris e Daniel Ricciardo si sono piazzati al quarto e al quinto posto con le McLaren. Stroll, Verstappen, Vettel, Hamilton e Gasly completano la top ten.

Sergio Perez mantiene la vittoria anche dopo la penalità

vedi anche

F1, a Monza trionfa Verstappen: gli highlights della gara. VIDEO

Sergio Perez è poi finito sotto investigazione per non aver rispettato la distanza dalla Safety Car in due occasioni. La Fia ha deciso di non investigare e prendere la decisione subito, ma di rimandare tutto dopo la bandiera a scacchi. Il verdetto della federazione è arrivato tre ore dopo la fine della corsa. A Perez sono stati inflitti una reprimenda e 5 secondi di penalità, che non cambiano l'ordine d'arrivo: ha vinto, infatti, con un distacco di 7 secondi e mezzo su Leclerc. Ai commissari, Perez ha spiegato di non aver rispettato le distanze obbligatorie dalla Safety a causa delle condizioni non favorevoli della pista. Per comportamento reiterato, comunque, sono arrivati i 5 secondi di sanzione dopo la reprimenda. "Sicuramente è stata la mia miglior prestazione. Ho controllato la gara, gli ultimi giri sono stati molto intensi", aveva commentato Perez dopo la corsa.

Leclerc: “Gara molto difficile”. Sainz: “È stata molto dura”

vedi anche

F1, Gp Olanda: vince Verstappen davanti a Russell e Leclerc. VIDEO

Dopo la gara hanno parlato anche Charles Leclerc e Carlos Sainz. “Ho fatto una brutta partenza che mi ha costretto a inseguire, è stata una gara molto difficile", ha detto Leclerc commentando il suo secondo posto. “È stata molto dura, non sono mai riuscito a trovare il ritmo sul bagnato e non sono mai riuscito a sfidare i primi due. Quando ti manca la fiducia ti devi accontentare e io mi sono accontentato del terzo posto. Peccato non aver vinto, ma è un ottimo risultato per la squadra", ha dichiarato invece lo spagnolo.

Sport: I più letti