Gomorra 4, Loris De Luna: "Valerio si sporca le mani"

Stavolta Valerio  si sporca le mani. Come cambia il suo ruolo ce lo racconta Loris De Luna , che abbiamo incontrato in occasione del lancio della serie. La quarta stagione di Gomorra  va in onda ogni venerdì alle ore 21.15 su Sky Atlantic . Leggi l'intervista.

Gomorra 4, scopri tutto nello Speciale

(@BassoFabrizio
Inviato a Roma)


Un passaggio verso il male veloce e rapido. Ha sempre avuto lo sguardo torbido Valerio, ma mai si era sporcato le mani fino in fondo, mai era entrato in Gomorra in maniera così profonda come avverrà in questa quarta stagione, in programmazione ogni venerdì alle ore 21.15 su Sky Atlantic. Ho incontrato a Roma, in occasione del lancio di Gomorra 4, Loris De Luna e con lui andiamo a scoprire un po' di più di questo ragazzo della Napoli bene che si sente realizzato solo quando l'adrenalina lo avvolge.

Loris, una rivoluzione in tutti i sensi per Valerio.
Una grande svolta per il mio personaggio, mi sporco le mani davvero.
Cosa è cambiato?
Sangueblu non riesce più a salvarlo. Vive male la morte di Ciro, personaggio che Valerio ha sempre guardato con diffidenza e con il quale ha avuto scontri a muso duro.
Sangueblu fa un passo indietro e tu uno in avanti?
Lui resta traumatizzato e io decido che devo espormi: il mio cervello malato spinge alla reazione.
Che accade?
C'è aria di guerra, la morte di Ciro ha fatto saltare molti equilibri e Valerio sente di dovere intervenire nel gioco delle nuove alleanze.
E Sangueblu come reagisce?
Resta la fratellanza. Il nostro è un rapporto necessario nato per caso.
Dobbiamo temere Valerio?
Esprime il suo lato oscuro, negativo e dannato. In Sangueblu ha visto un fratello disposto a credere in lui. Ha tenacia e resilienza. Tra loro restano fratellanza e fiducia e nell'oscurità si muoverà in cerca di soluzioni.
Cosa vince a Gomorra?
L'interesse economico e di mercato è superiore a quello umano. Si spinge in questa direzione, ma la fratellanza resta.
Ci fai un ritratto del tuo Valerio?
Lo vedo come una figura di estrema destra, di quelle che si uniscono per un credo. Se quell'idea, quell'ideologia crollassero non avrebbe più un motore. Con Sangueblu ha una intesa intellettuale. Siamo un Cesare che cerca un Marco Antonio con cui andare in guerra: siamo giovani e ambiziosi.
Le donne crescono...
A Gomorra non temi la donna, temi l'essere umano. La donna è amorevole, affabile, affascinante, intrigante ma anche atroce e paurosa. Interessante l'evoluzione della figura femminile.
Patrizia diventa boss di Secondigliano.
Con Valerio non ha avuto troppi contatti. la prima alleanza è con i fratelli Capaccio. Ciò detto Valerio è molto intrigato da Patrizia.
Marco D'Amore regista è pericoloso come Ciro?
E' pericoloso. Punto. Ha un occhio molto attento, non si lascia sfuggire nulla. Diciamo che è una telecamera armata dalla quale vorresti farti colpire.
Prossimi impegni di Loris?
Sarò un cardinale in una serie sui Medici. Adoro gli sbalzi temporali che mi consente questo lavoro.


SCOPRI DI PIU'

Gomorra 4, Patrizia vuole comandare: l'intervista a Cristiana Dell'Anna

Gomorra 4, ecco il cast FOTO

Gomorra 4, il regista Marco D'Amore: il coraggio di rinunciare a Ciro VIDEO

Gomorra 4: siamo ciò che diciamo. Le frasi più significative del cast

Gomorra 4, video dal backstage: un giorno sul set con Enzo

Gomorra - La Serie: il riassunto delle prime 3 stagioni

Gomorra 4, scopri tutto nello speciale dedicato alla serie