I “Diavoli” aprono il dibattito al webinar su finanza ed etica

Serie TV
Devils 2                 9165 01353

Diavoli, la serie tv del momento, in onda ogni venerdì alle ore 21.15 su Sky Atlantic, prodotta da Sky e Lux Vide, al centro del dibattito avvenuto in diretta sulla pagina della Luiss Business School insieme a Guido Maria Brera, autore del best seller da cui è tratta la serie, Alessandro Borghi, protagonista di Diavoli, Luca Bernabei, amministratore delegato di Lux Vide, e Maximo Ibarra, CEO di Sky Italia. Leggi l’articolo e scopri di più sul webinar.

La finanza etica viene raccontata attraverso il caso Diavoli, il libro di Guido Maria Brera divenuto una serie originale Sky grazie a Lux Vide, lo stesso autore del best-seller e due attori protagonisti di spicco come Alessandro Borghi e Patrick Dempsey. Il Webinar Series, organizzato dalla Luiss Business School, poche ore prima della messa in onda degli episodi 7 e 8 di Diavoli, vede la partecipazione di Guido Maria Brera, Luca Bernabei, Maximo Ibarra e Alessandro Borghi, moderati dal direttore della Luiss Business School Paolo Boccardelli. È proprio il direttore Paolo Boccardelli a dare il via al dibattito riconoscendo a Guido Maria Brera il merito di aver raccontato al grande pubblico il tema della finanza. Quello di Diavoli è stato infatti un progetto molto ambizioso che sin da subito ha voluto raccontare un mondo di monaci guerrieri, di gente che rispetta le regole, ma che magari quelle regole ha avuto modo di scriversele prima. Ma come aggiunge Brera, un conto è raccontare la finanza e le sue dinamiche in un libro dove si ha modo di spiegare tante cose, un conto è raccontare i Diavoli in una serie di 10 puntate. E allora è qui che viene riconosciuta la bravura di chi sta dietro questo progetto, prossimo all’espansione in 200 paesi. Le teorie affascinanti di Guido, interviene Luca Bernabei, sono state messe nero su bianco dagli sceneggiatori e da Sky che insieme hanno saputo svelare i retroscena della finanza mai raccontati fino ad ora. Nella serie si evince come la finanza sia di fatto un passo avanti alla politica, come chi si occupa di finanza non miri solo a fare soldi ma a diventare padrone del mondo.

Alessandro Borghi racconta che tra le cose che lo spingono a prendere parte o meno di un progetto c’è la curiosità, la voglia di sapere di più su temi che sono un tabù. La finanza era una di queste. Preso parte al progetto, Alessandro Borghi confida come sia arrivato davvero a fare i conti con Massimo Ruggero, come sia entrato, attraverso Massimo, a conoscenza di dinamiche che riguardano tutti noi. I suoi film di riferimento nel prepararsi a questo ruolo sono stati Margin Call e The Big Short. Due film molti diversi tra loro ma che entrano nel tema della finanza quanto basta al contrario del film di Martin Scorsese The Wolf of Wall Street che è un puro esempio di politica dello “show off”. Tutto il resto lo ha imparato al fianco di Guido Maria Brera. Ci sono volute tre settimane insieme a Londra, confida Borghi, per entrare in contatto diretto con un mondo che di solito non lascia porte aperte. E continua – “Il primo giorno che insieme a Guido ho messo piede da Morgan Stanley, un’importante banca d’affari, sono stato accolto come una persona con la quale c’era il bisogno estremo di condividere informazioni. Cosa che non sarebbe mai accaduta se non ci fosse stato Guido con me e se non avessimo dovuto raccontare la storia di Diavoli”.

Seppur il tema non sia dei più semplici, Diavoli si conferma come miglior esordio in assoluto della stagione 2019/2020. Titolo, sceneggiatura e attori fanno parte di una ricetta di una serie di successo per Maximo Ibarra. Il tema della finanza cattiva, borderline, da un ritmo alla serie coinvolgente e non ci si può permettere di restare indietro, di perdere un dialogo. Tutto questo mix di cose decretano lo straordinario successo di Diavoli la cui messa in onda capita in un periodo storico particolare.

La finanza è pervasiva, e nella serie torna spesso la frase la finanza è come l’acqua preso dallo speech di David Foster Wallace This is water. Questo perché, come interviene Guido Maria Brera, di troppa acqua si muore e di poca acqua si muore ugualmente. Ciò significa che bisogna essere molto bravi a guidare la finanza quando veramente si ha bisogno di finanza: portare soldi dove c’è bisogno di soldi, dove ci sono le idee. Bisogna ritornare ad un concetto di finanza come cinghia di trasmissione dell’economia. Poi, aggiunge Guido Maria Brera, c’è bisogno di regole di ingaggio.

In questo senso Lux Vide è stato decisivo puntando i riflettori sull’importanza della finanza, una finanza diversa da quella che Hollywood ha raccontato in The Wolf of Wall Street.

Il webinar su finanza ed etica da il la a molti temi, tra i tanti, l’importanza della finanza come oggetto di studio nei corsi specializzati delle sedi universitarie. Parafrasando Ettore Bernabei, Guido Maria Brera ricorda quanto sia importante oggi nel raccontare storie far passare un messaggio e che, quando questo accade, come nel caso di Diavoli, vuol dire che è stato fatto un buon lavoro.

approfondimento

Diavoli, la recensione degli episodi 7 e 8

L'appuntamento con Diavoli è ogni venerdì alle ore 21.15 su Sky Atlantic (anche in 4K HDR con Sky Q satellite) e su NOW TV (disponibile anche on demand). Qui il racconto degli ultimi due episodi.

Spettacolo: Per te