La colonna sonora di Westworld: tutte le cover della serie tv

Dai Radiohead ai Nirvana, lo show HBO è amato anche per la sua colonna sonora pop dal sapore vintage: ecco tutte le cover che accompagnano Dolores, Maeve e gli altri attraverso le loro avventure. Ogni lunedì in prima tv per l'Italia su Sky Atlantic.

LO SPECIALE SCOPRI LA PROGRAMMAZIONE

Nel parco a tema dove l’intelligenza artificiale regna sovrana, abbiamo visto umani e residenti sfidarsi a vicenda, uccidersi, tradire le proprie origini. E nella terza stagione, appena approdata su Sky Atlantic (in onda ogni lunedì in prima tv per l'Italia), le cose per Dolores e compagni, ormai lontani dai luoghi delle prime due stagioni, si complicano. Ogni scena cult dello show HBO è accompagnata da una colonna sonora d’eccezione: ripercorriamo i fatti di Westworld attraverso le cover della musica internazionale.

Guns n' Roses per Westworld 3

La terza stagione della serie tv (SCOPRI cast e personaggi) è appena agli inizi, ma già dal trailer si può presumere che Westworld 3 sarà all’altezza dei capitoli precedenti. Almeno, in tema musicale. Nel video promozionale, al minuto 1:19, un orecchio attento può distinguere la celebre hit rock dei Guns n' Roses "Sweet Child O' Mine”, in un'inquietante versione al pianoforte. Ad interpretare il pezzo della band di Axl Rose è nuovamente il compositore Ramin Djawadi, già autore delle colonne sonore di Iron Man e Il Trono di Spade (per cui ha vinto due Emmy Awards). Il brano risale agli anni Ottanta: fa parte del primo album in studio della band, “Appetite for Destruction”, uscito nell’estate del 1987 ed è il primo (e unico) singolo della band statunitense a conquistare il podio della Billboard Hot 100. Una scelta azzeccata per accendere l’attesa dei fan: “Le divinità stanno tornando. E sono molto arrabbiate”.

 

 

Westworld, il jukebox di HBO

Djawadi ha curato le cover pop anche delle prime due stagioni della serie tv, tutte rivisitate al pianoforte o in chiave orchestrale. "Dato che è un parco a tema - spiega il compositore a Vulture - abbiamo pensato che la colonna sonora potesse essere pensata come un jukebox, come se le persone che abitano il parco scegliessero di ascoltare di volta in volta i loro brani preferiti”, così ecco spuntare alcune canzoni iconiche della musica di ieri e di oggi. I creatori Jonathan Nolan e Lisa Joy hanno lavorato con Djawadi per mescolare sapientemente melodie musicalmente anacronistiche rispetto all'ambientazione  dello show, attraverso il pianoforte e altre armonie.

 

Westworld, la soundtrack della prima stagione

Che musica tira a Westworld è chiaro fin dall'episodio pilota della serie: mentre Maeve (Thandie Newton) sta chiudendo il saloon del parco, il Mariposa, la versione al piano di "Black Hole Sun" dei Soundgarden si staglia in scena. "Paint it, Black" dei Rolling Stones fa da sfondo alla presentazione di Hector (Rodrigo Santoro) e dei suoi amici banditi;  "A Forest" dei Cure drammatizza la storia di Maeve e della figlia; "Something I Can Never Have" dei Nine Inch Nails accompagna Logan (Ben Barnes), William e Dolores (Evan Rachel Wood) nella scena dell'orgia a Pariah, mentre l’epilogo della prima stagione è scandito dalle note elettroniche di "Candy Castle" dei Glass Candy.

 

 

Dai Radiohead alla Carmen

A farla da padrone nel primo Westworld sono le hit dei Radiohead: fra i successi della band inglese di Thom Yorke ricordiamo "Exit Music (For a Film)" (durante il grande discorso finale di Ford), "No Surprises" (quando Maeve inizia a riscontrare piccoli malfunzionamenti mentre cerca di sedurre i clienti nel Mariposa Saloon) e "Motion Picture Soundtrack" (mentre Maeve insieme a Felix capisce come è stata prodotta la sua esistenza). Non mancano le melodie più classiche, come le musiche del pianista francese di fine Ottocento Claude Debussy ("Rêverie" e "Claire de Lune") e “Habanera”, l’aria estratta dalla celebre opera della Carmen (alla fine del quarto episodio della prima stagione, quando Hector e gli altri banditi rapinano il saloon).

 

 

Westworld, la soundtrack della seconda stagione

Ancora più varia la soundtrack di Westworld 2. Si spazia da "Sonata n. 2" di Frédéric Chopin a "Runaway" di Kanye West, dalla cover strumentale di "Seven Nation Army" dei White Stripes a "The Man I Love" di George Gershwin e Leon Fleisher, una sonata degli anni Venti intonata da Clementine (Angela Sarafyan). La versione ospite di James Delos è presentata dalla cover di "Play With Fire" dei Rolling Stones, una cover strumentale di "C.R.E.A.M." dei Wu-Tang Clan è la colonna sonora della tragica danza di Akecheta (Zahn McClarnon) alla fine del quinto episodio della seconda stagione e, ancora Akecheta, mentre esplorava la Mesa per la prima volta, è accompagnato dalla cover per pianoforte di "Heart-Shaped Box" dei Nirvana. Infine, tornano i Radiohead: "Codex", per la prima volta nella versione originale, segna il finale della seconda stagione di Westworld

 

 

Nei prossimi episodi di Westworld 3, oltre ai Guns n’ Roses, troveremo - fra gli altri - i Death Grips, i britannici Pulp, i Massive Attack, la cantante iraniana Sevdaliza e un accenno de Il Trovatore di Giuseppe Verdi.

Clicca qui per il ripasso della prima stagione

Clicca qui per il ripasso della seconda stagione