Scala, dopo l’opera il balletto: in streaming Giselle con la supervisione di Carla Fracci

Spettacolo

Chiara Ribichini

Il Corpo di Ballo sale di nuovo sul palco del Piermarini, per la prima volta dal lockdown, con un grande classico del repertorio, simbolo del romanticismo. Gli artisti sono stati preparati dalla più grande Giselle della storia della danza. Sky Tg24 ha assistito alla registrazione dello spettacolo in un teatro vuoto

Torna la danza al Teatro alla Scala. Dopo la prima opera lirica dall’inizio del lockdown (LO SPECIALE), anche il Corpo di Ballo risale sul palco del Piermarini con Giselle, grande classico del repertorio, simbolo del romanticismo. Un balletto preparato dagli artisti con l’eccezionale supervisione di Carla Fracci, invitata dal neodirettore Manuel Legris.
“La mia prima Giselle lavorata con il grande insegnamento di un’artista che ha segnato la storia della danza. Lei è stata Giselle, la vera Giselle” sottolinea entusiasta a Sky Tg24 la prima ballerina Martina Arduino. “L’attenzione è stata messa sui dettagli, sull’intensità degli sguardi, sul cambiamento del movimento degli occhi. Tanti piccoli segreti”. Segreti determinanti nella scena della follia, una delle più difficili in assoluto da un punto di vista interpretativo. “Mi ha fatto proprio capire il senso di quel momento, la natura di tutti i pensieri e soprattutto il loro evolversi. Avevo già imbastito la mia pazzia ma lei me l’ha reimpostata e l’ha resa vera”.

“La Fracci ci ha regalato il suo vissuto”

approfondimento

Danza, Nicoletta Manni a Sky Tg24: Noi possiamo curare l’animo. VIDEO

Per la prima ballerina Nicoletta Manni, che interpreta Giselle nel secondo atto, lavorare in sala con Carla Fracci è stato un dono magnifico. Un’esperienza unica per i danzatori che la Scala ha reso visibile trasmettendo in streaming due masterclass.

 “Lei ci ha regalato il suo sapere, è stata con noi passo dopo passo in sala, ci ha aiutato a trovare il ruolo, la nostra personalità. Ci ha dato una visione completamente diversa, ci ha insegnato delle sensazioni, ci ha regalato il suo vissuto”. Un vissuto che l’ha resa la più grande Giselle di sempre.

“E’ riuscita a farci capire che Giselle non è materiale, non è una persona, è solo uno spirito, non può essere toccato, anche se ci provi svanisce come uno spirito” aggiunge il primo ballerino Timofej Andrijashenko. 

Uno spettacolo in streaming da un teatro vuoto

approfondimento

Scala, con il "Così fan tutte" di Mozart torna in scena l'opera

 Lo scorso ottobre l’emergenza sanitaria aveva interrotto proprio le prove di Giselle. “Eravamo arrivati a due giorni dalla prima e non eravamo preparati. Non è stato facile affrontare un secondo stop – ricorda Nicoletta Manni - Ogni giorno è stata una lotta per riprendere la nostra forza, la nostra vita, la nostra arte. Non è facile”.

Lo spettacolo è stato ora registrato in un teatro completamente vuoto e andrà in streaming sabato 30 gennaio alle 20 sui canali social del Teatro alla Scala e su Raiplay.

“Tra l’artista e il pubblico c’è sempre uno scambio di energia, c’è sempre quella reazione all’azione in scena. Abbiamo cercato di assorbire queste energie da noi stessi, dai nostri colleghi, dai nostri cuori, da tutto quello che ci circondava” confessa Timofej Andrijashenko. 

Il silenzio e gli applausi degli orchestrali

approfondimento

La prima della Scala senza pubblico, in scena "A riveder le stelle"

Alla fine di ogni variazione il silenzio.  E quel senso di vuoto rotto solamente alla fine, quando danzatori e orchestrali si applaudono a vicenda, cercando di ritrovare anche solo il ricordo della normalità.  “L’orchestra si trova stranamente sullo stesso piano del palcoscenico (è stata costruita una pedana sopra la platea per permettere il distanziamento tra gli orchestrali, ndr). Per loro è la prima volta che possono ammirarci durante lo spettacolo”.

In attesa che il pubblico possa tornare a teatro. “E’ difficile ma in un periodo così è un segno molto forte anche per noi continuare a vivere la danza, a trasmettere l’arte come ha fatto Carla Fracci con noi. Anche senza pubblico dobbiamo continuare a lottare perché presto tornerà” sottolinea Martina Arduino.

 

Al ritorno del balletto alla Scala è dedicata anche la nuova puntata di Hasthagart, la rubrica di Sky Tg24 che racconta l'altra scena dell'arte, quella che si esprime online. Una puntata eccezionalmente Live. Qui il video

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.