Teatro alla Scala, Sky Tg24 alle prove della prima opera in scena dal lockdown. VIDEO

Spettacolo

Chiara Ribichini

Con il “Così Fan Tutte di Mozart” la lirica torna nel suo tempio dopo esattamente 11 mesi di assenza a causa dell’emergenza Covid. Uno spettacolo che andrà in diretta online da un teatro completamente vuoto. Il Maestro Giovanni Antonini: “La difficoltà è tutta nella distanza”. Il soprano Eleonora Buratto: “E’ un messaggio di speranza, rispettiamo le regole e saremo tutti vincitori”

E’ la prima opera dal lockdown. Da quando, il 23 febbraio di un anno fa, il Teatro alla Scala sospese tutte le rappresentazioni per il Covid (GLI AGGIORNAMENTI). In questi 11 mesi, trascorsi tra brevi momenti di riapertura e streaming, non è infatti mai andata in scena un’opera se non in forma di concerto. Neanche per la prima del 7 dicembre quando si scelse, di fronte alle difficoltà dovute anche ai contagi tra i coristi che avevano interrotto le prove della "Lucia di Lammermoor" di Donizetti, di realizzare “A riveder le stelle”, un gala con 24 grandi cantanti internazionali e i primi ballerini della Scala.

Si riparte con Mozart

approfondimento

La prima della Scala, "A riveder le stelle" con Domingo e Bolle

 

A riportare dunque la lirica nel suo tempio saranno le note del "Così Fan Tutte", l’opera buffa di Mozart nel classico allestimento di Michael Hampe con scene e costumi di Mauro Pagano, che andrà in diretta online anche sui social del Teatro alla Scala il 23 gennaio alle ore 19.
Sul podio, in un teatro completamente vuoto, il Maestro Giovanni Antonini.
“Manca il pubblico, non solo gli applausi ma proprio la sua presenza fisica che è una parte integrante di quello che è il rito dello spettacolo. Gli applausi alla fine di un’aria fanno parte dell’opera esattamente come la musica” confessa a Sky Tg24 durante le prove.

 

La difficoltà della distanza

 

Musicisti con la mascherina e distanziati, pareti di plexiglas per dividere i fiati, coristi sui palchi. L’emergenza sanitaria ha costretto a cambiare lo spazio scenico e ha portato l’orchestra là dove solitamente sono seduti gli spettatori, su una pedana costruita sopra la platea (VIDEO).
”C’è una grande differenza perché è il suono della platea, le sedie sono state quasi tutte tolte ed è veramente un suono bellissimo, molto più ricco” osserva il Maestro Antonini. Già in occasione della prima alternativa il direttore musicale del Teatro alla Scala Riccardo Chailly aveva sottolineato a Sky Tg24 proprio come questa nuova disposizione aveva fatto scoprire “il cuore acustico del Piermarini che tutti identifichiamo nel lampadario”.
La difficoltà è tutta nelle distanza dal palcoscenico.
“La musica di Mozart necessita di una grande sincronia e di grande senso ritmico. I cantanti e l’orchestra devono seguire ritmi molto veloci e con accenti molto rapidi. Essere così distanti è molto complicato e sarà una grande sfida” confessa Antonini.

Buratto: "Rispettiamo le regole e saremo vincitori"

approfondimento

La prima della Scala senza pubblico, in scena "A riveder le stelle"

 

Nel cast Emily d’Angelo, Bogdan Volkov, Alessio Arduini, Federica Guida, Pietro Spagnoli ed Eleonora Buratto, che debutta nel ruolo di Fiordiligi dopo esser stata tra i protagonisti di "A riveder le stelle", la prima alternativa del 7 dicembre.

“Ho un ricordo di un’emozione indescrivibile soprattutto perché ero in sala a vederlo , erano tutte clip registrate per garantire una fluidità della serata. Non ho trattenuto le lacrime”.
Giovane, tra le voci più amate e richieste dai teatri di tutto il mondo, ha un passato rock.

“Mi piacevano entrambe le strade. Poi ho capito che nel pop e nel rock non avrei potuto dare quello che sento di poter dare all'opera”.

Mantovana, come lo scenografo Mauro Pagano che vuole essere ricordato dalla Scala proprio con questo spettacolo, dal palco del Piermarini vuole lanciare un messaggio alla sua città, tra le più colpite dal Covid nelle ultime settimane. “Questo spettacolo è il simbolo della speranza e della ripartenza. Con calma e con prudenza. Rispettiamo tutte le regole e saremo vincitori”.

 

Al ritorno dell'opera alla Scala è dedicata anche la nuova puntata di Hasthagart, la rubrica di Sky Tg24 che racconta l'altra scena dell'arte, quella che si esprime online. Una puntata eccezionalmente Live. Qui il video

Spettacolo: Per te

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.