Esplora Sky TG24, Sky Sport, Sky Video

La Nasa dedica ai Rolling Stones una pietra su Marte

I titoli di Sky Tg24 delle ore 8 del 23/8

3' di lettura

Una piccola roccia, poco più grande di una pallina di golf, è stata nominata 'Rolling Stones Rock' dall'agenzia spaziale americana in onore della leggendaria band britannica

Una pietra su Marte è stata dedicata dalla Nasa ai Rolling Stones e si chiamerà "Rolling Stones Rock". A diffondere la curiosa notizia è stato l’attore Robert Downey Jr. che prima che la celebre band salisse sul palco del Rose Bowl Stadium di Pasadena per un concerto il 22 agosto, ha detto alla folla che una pietra su Marte sarebbe stata dedicata al gruppo di Mick Jagger, Keith Richards, Charlie Watts e Ronnie Wood. L'agenzia spaziale americana l'ha avvistata grazie al suo lander InSight e quindi ha preso la particolare decisione. “Per decenni, la musica dei Rolling Stones ha avuto una portata globale qui sulla Terra. Ora, l'influenza della band si estenderà fino a Marte”, si legge proprio all’interno di un articolo pubblicato dalla Nasa. Il gruppo ha dichiarato soddisfazione per la scelta: "Questo è sicuramente un traguardo nella nostra lunga storia, ricca di eventi. Un enorme grazie a tutti e alla Nasa per averlo realizzato", ha detto entusiasta Jagger.

Le caratteristiche della pietra

Un po’ più grande di una pallina da golf, la pietra è stata vista rotolare per circa 1 metro il 26 novembre 2018, spinta dai propulsori di InSight mentre l'astronave atterrava su Marte per studiare il Pianeta Rosso. Nelle immagini scattate dal lander il giorno successivo, è stato possibile vedere diversi punti nel terreno rosso-arancione che hanno testimoniato il movimento di quella che è stata ribattezzata ‘Rolling Stones Rock’. La missione InSight è stata guidata dal Jet Propulsion Laboratory della NASA, che si trova proprio a tre miglia di distanza dal Rose Bowl. Protagonista di tutte le missioni su Marte di inSight dal 1997 è stato il geologo Matt Golombek. "Ho visto molte rocce su Marte durante la mia carriera", ha detto l’esperto. “Questa probabilmente non sarà inserita in molti articoli scientifici, ma è sicuramente una delle più interessanti", ha aggiunto in riferimento alla pietra dedicata agli Stones.

Gli sforzi del programma Artemis

Come specifica la Nasa stessa, i nomi scientifici ufficiali per luoghi e oggetti presenti in tutto il sistema solare, inclusi asteroidi, comete e posizioni dei pianeti, possono essere designati solo dall'Unione Astronomica Internazionale. Ma gli scienziati che lavorano con i rover della Nasa destinati a sbarcare su Marte hanno dato un sacco di soprannomi non ufficiali alle rocce e ad altre caratteristiche geologiche del Pianeta Rosso. In questo modo è più facile per loro discutere di tali oggetti e fare riferimento a loro in articoli scientifici. Quindi, sebbene il nome’ Rolling Stones Rock’ sia informale, apparirà sulle mappe attive del Pianeta Rosso. La Nasa le utilizzerà per le sue missioni robotiche su Marte nel tentativo di preparare l’esplorazione umana su Marte stessa. In particolare è il programma ‘Artemis’ quello su cui l’agenzia spaziale americana sta concentrando i propri sforzi, con la speranza di consentire il prossimo balzo dell'umanità su Marte.  

Leggi tutto
Prossimo articolo
Segui Sky TG24 sui social:

SCELTI PER TE

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Schermata Home"

    Aggiungi Sky TG24 al tuo Homescreen

    Clicca l'icona e seleziona

    "Aggiungi a Home"