Icon, è in orbita il satellite della Nasa che studierà la ionosfera

Scienze

Il satellite, grande come un frigorifero, esaminerà la parte più alta dell'atmosfera terrestre alla scoperta degli effetti del meteo spaziale  

La Nasa ha comunicato ufficialmente che ha avuto successo il lancio in orbita del satellite Icon (Ionospheric Connection Explorer), inviato nello spazio giovedì scorso da Cape Canaveral, in Florida, per esplorare la ionosfera, la parte più alta dell'atmosfera terrestre dove le variazioni del meteo spaziale possono influenzare le orbite dei satelliti, i segnali Gps, le comunicazioni e anche l’eventuale rischio di radiazioni per i cosmonauti.

Lancio riuscito nonostante un problema tecnico

Nonostante alcuni problemi tecnici, scrive l’Agenzia Spaziale Americana sul proprio sito, Icon ha raggiunto la sua destinazione. Un aereo Northrop Grumman Stargazer L-1011 era decollato da Cape Canaveral per trasportare Icon su un razzo Northrop Grumman Pegasus XL, lanciato ad un'altitudine di circa 39.000 piedi. Il primo lancio però non era andato a buon fine a causa di problemi di comunicazione tra la squadra di terra a Cape Canaveral e l'aereo. Al secondo tentativo però l'equipaggio dell'aeromobile ha rilasciato il suo carico e i sistemi automatizzati sul razzo Pegasus hanno lanciato nello spazio Icon, un veicolo spaziale grosso quanto un frigorifero. Ora, dopo un periodo di messa in servizio di circa un mese, Icon inizierà a inviare i suoi primi dati scientifici a partire dal mese di novembre.

Gli studi del satellite

Cosa studierà, in particolare, questo satellite? A dirlo sono direttamente gli ingegneri spaziali della Nasa, che sottolineano come Icon esaminerà la ionosfera, luogo che oltre ad interferire con i segnali di comunicazione, prevede un tempo meteorologico che può esporre gli astronauti a rischi per la salute causati dalle radiazioni. Storicamente questa regione critica dello spazio vicino alla Terra è stata difficile da osservare: i veicoli spaziali infatti non possono viaggiare attraverso le parti basse della ionosfera. "Icon ha un compito importante da svolgere: aiutarci a comprendere l'ambiente spaziale dinamico vicino a noi", ha affermato Nicola Fox, esperto di eliofisica presso la sede della Nasa a Washington. "Questa sarà la prima missione utile per tenere traccia simultaneamente di ciò che sta accadendo nell'atmosfera superiore alla Terra e nello spazio per vedere come le due interagiscano, causando cambiamenti che possono interrompere i nostri sistemi di comunicazione".

La posizione di Icon in orbita

L'orbita di Icon, si legge ancora sul portale della Nasa, intorno alla Terra prevede un'inclinazione di 27 gradi e un'altitudine di circa 360 miglia. Da lì, il satellite potrà osservare la ionosfera attorno all'equatore. Icon punterà i suoi strumenti per visionare ciò che sta accadendonell limite inferiore dello spazio, da circa 55 miglia a 360 miglia sopra la superficie.  

Scienze: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24