Covid-19, ecco come funziona il vaccino di Pfizer e Biontech

Salute e Benessere
©Ansa

Dopo l’annuncio congiunto delle due aziende, secondo cui il vaccino da loro prodotto è “efficace al 90%”, in base ai primi dati legati alla fase tre dello studio di sperimentazione, la comunità scientifica internazionale ha risposto positivamente alla notizia. Secondo il super esperto americano di malattie infettive Anthony Fauci, “la nuova tecnologia utilizzata, basata sull' impiego dell'Rna messaggero funziona nell'indurre la risposta immunitaria"

Uno tra i vaccini in corsa per essere definitivamente approvato nella lotta al coronavirus, quello sviluppato dall’azienda farmaceutica statunitense Pfizer, consorziata con la società di biotecnologie tedesca Biontech, è “efficace al 90%” in base ai primi dati legati alla fase tre dello studio di sperimentazione, che è ancora in corso. L’annuncio, arrivato ieri 9 novembre, da parte delle due aziende, è stato definito una “notizia incoraggiante” da Tedros Adhanom Ghebreyesus direttore dell'Oms. E l'efficacia del vaccino di Pfizer è stata giudicata "straordinaria", inoltre, da Anthony Fauci, super esperto americano di malattie infettive, secondo cui questo vaccino avrà un importante impatto sulla risposta al Covid-19. Ma come funziona, esattamente, questo vaccino?

Il vaccino Pfizer - Biontech
Il vaccino Pfizer - Biontech - ©Ansa

Una tecnologia innovativa

approfondimento

Covid, dal Viagra ai vaccini: la storia di Pfizer e Biontech

Come spiega anche un articolo del “Corriere della Sera”, il vaccino BNT162b2 (questo il suo nome scientifico), in base ad una serie di risultati preliminari, è risultato efficace al 90% dopo 28 giorni dalla prima dose e dopo sette dalla seconda, nei pazienti che hanno beneficiato della cura. Si tratta di un vaccino ad Rna, basato su una tecnologia che utilizza “le informazioni contenute nel nucleo del Sars-CoV-2 relative alla proteina Spike di cui il virus si serve per agganciare le cellule umane e penetrarle”. Il vaccino, una volta iniettato, dovrebbe riuscire a stimolare la produzione di anticorpi, proprio contro questa proteina. In particolare, il vaccino anti Covid sviluppato da Pfizer e BioNTech si basa su una delle tecnologie più innovative e avanzate, adottata allo stesso modo anche da altre due grandi aziende in corsa per l’approvazione definitiva di un vaccino sicuro ed efficace. Si tratta della tedesca Curevac e dell'americana Moderna, che nella ricerca sul vaccino collabora a stretto contatto con l'Ente statunitense di ricerca sulle malattie infettive, il Niaid, diretto proprio da Fauci, e con la Coalion for Epidemic Preparedness Innovation (Cepi). Tutti e tre questi vaccini sono arrivati ad un buon punto negli step che portano alla definitiva approvazione, tanto che stanno affrontando la terza e ultima fase della sperimentazione clinica.

I vaccini ad Rna ed il ruolo della proteina Spike

approfondimento

Pfizer, vaccino efficace al 90%. Von der Leyen: 300 mln di dosi per Ue

I vaccini di questo tipo, ovvero ad Rna, utilizzano nello specifico la sequenza del materiale genetico del nuovo coronavirus, ossia l'acido ribonucleico (Rna), di fatto il messaggero molecolare che contiene le istruzioni per costruire le proteine del virus stesso. Utilizzare l'Rna messaggero (mRna), hanno spiegato gli esperti, è stata una scelta dettata dalla necessità di cercare di produrre vaccini anti-Covid in un lasso temporale piuttosto breve, vista l’emergenza attuale. Al momento, la risposta immunitaria ottenuta è stata definita dai medici “ottimale”. Obiettivo delle aziende farmaceutiche, come Pfizer, è quello di somministrare direttamente l'mRna che controlla la produzione di una proteina contro la quale si desidera innescare la reazione del sistema immunitario. Come detto, nel caso del virus responsabile dell’attuale emergenza sanitaria mondiale, la proteina in questione è la Spike, una sorta di artiglio molecolare utilizzato per agganciare le cellule sane e quindi invaderle. Il meccanismo, prevede che per trasportare le istruzioni ed indurre così le cellule a produrre la proteina Spike, entrino in gioco “minuscole navette”. La stessa proteina Spike è stata una delle prime ad essere individuata dai ricercatori, è ormai conosciuta ed è stato possibile osservare come il sistema immunitario umano sia perfettamente in grado di riconoscerla. Nel momento in cui tale riconoscimento avviene, le difese dell'organismo stimolano la produzione di cellule B, responsabili della produzione di anticorpi, oltre a quella di cellule T, specializzate nel distruggere le cellule infette.

Il giudizio di Fauci: a breve due vaccini?

approfondimento

Coronavirus, Fauci: “Pandemia? Saremo al sicuro a fine 2021”

La notizia del successo, almeno in base alle dichiarazioni delle due aziende, del vaccino di Pfizer e Biontech, ha scatenato le reazioni della comunità scientifica internazionale. Proprio il direttore del Niaid, l'immunologo Anthony Fauci, ha definito i risultati "molto buoni", osservando che “la nuova tecnologia utilizzata, basata sull' impiego dell'Rna messaggero funziona nell'indurre la risposta immunitaria". E proprio perché la tecnologia è la stessa che riguarda il vaccino americano anti-Covid di Moderna, secondo Fauci esista la possibilità che a breve "potremo forse avere due vaccini".

Le fasi di sperimentazione

In ogni caso tutte le sperimentazioni, come anche quella della Curevac, sono giunte nella terza e ultima fase della fase di sviluppo: dopo i test preclinici condotti in laboratorio, infatti, ogni prodotto viene sperimentato sull'uomo in tre fasi. La fase 1, condotta su un piccolo numero di volontari sani, è importante che fornisca risposte sulla sicurezza, la fase 2, condotta invece su un numero più vasto di persone, deve proporre le prime risposte sugli effetti. In ultimo, la fase 3 condotta su numeri molto più grandi, deve chiarire tutto in merito all'efficacia del vaccino stesso.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24

Fai login per ottenere il meglio subito.

Accedi con il tuo Sky ID o registrati in pochi istanti.