Covid, Cuba: al via vaccinazione per bimbi e ragazzi da 2 a 18 anni

Salute e Benessere
©Ansa

La decisione del governo locale è arrivata in occasione dell'inizio dell'anno scolastico 2021-2022, con le lezioni che cominciano proprio oggi, ma a distanza. Obiettivo è quello di riaprire gli istituti in presenza una volta che tutti i bambini e i ragazzi del Paese saranno vaccinati, probabilmente tra ottobre e novembre

Nella lotta alla diffusione del coronavirus arriva da Cuba la notizia del recente lancio di una campagna nazionale di vaccinazione contro il Covid-19, dedicata a bambini e adolescenti dai 2 ai 18 anni. Si tratta di una decisione fissata dal governo locale in occasione della ripartenza dell’anno scolastico, prevista proprio per oggi, 6 settembre, con le lezioni a distanza.

La campagna vaccinale cubana dedicata ai più giovani

approfondimento

Vaccino Covid, Locatelli (Cts): “In autunno anche ai bambini”

Dunque, sebbene anche altri Paesi tra cui Cina e Venezuela abbiano annunciato l'intenzione di vaccinare i bambini, Cuba, in seguito ad un aumento dei casi che sta mettendo in crisi il proprio sistema sanitario, è tra i primi in assoluto a farlo. La campagna vaccinale, basata sui vaccini cubani Abdala e Soberana, sarà organizzata inizialmente con il farmaco destinato agli adolescenti dai 12 anni in su, per poi essere estesa anche ai bambini dai 2 agli 11 anni, a partire dal 15 settembre. Il governo cubano ha infatti deciso che le scuole, le cui attività partiranno in dad, non riapriranno prima di aver vaccinato tutti i bambini del Paese. Quindi, una volta conclusa la campagna, la previsione è quella di riaprire gli istituti scolastici, in maniera graduale, nei mesi di ottobre e di novembre. Tra l’altro, proprio nelle scorse ore, l'agenzia regolatoria dei medicinali Cecmed ha annunciato di aver autorizzato l'uso d'emergenza del vaccino Soberana 2, proprio uno dei vaccini che verranno utilizzati in questa campagna, per bambini e adolescenti di età compresa tra i 2 e i 18 anni. La composizione dei vaccini cubani, che ad oggi non sono riconosciuti dall'Oms, si basano su una particolare proteina ricombinante, la stessa tecnica utilizzata dalla società americana Novavax. Cuba, che conta 11,2 milioni di abitanti, ha fatto registrare oltre 672mila casi di Covid-19 in totale, di cui oltre 5mila decessi. Solo all'inizio del mese di agosto 95.100 minori cubani hanno contratto il coronavirus e 7 di loro hanno perso la vita.

Le lezioni a distanza e il distanziamento

Come detto, a Cuba l'anno scolastico comincia oggi, con tutte le attività didattiche che verranno gestite a distanza e con il ritorno delle lezioni in presenza prevista dal governo quando tutti gli studenti saranno vaccinati. La conferma era arrivata anche dalla ministra della Pubblica Istruzione, Ena Elsa Velázquez Cobiella, che parlando ai giornalisti ha riferito “la decisione di avviare le lezioni a distanza, presa d'intesa con gli esperti del ministero della Sanità pubblica”. Come sottolineato da Velázquez Cobiella, “le famiglie cubane sono molto preoccupate per la ripresa dell'anno scolastico 2021-2022”. Ed è proprio per questo motivo che è arrivata anche la decisione di mantenere, tra le regole anti-contagio, quella del distanziamento sociale, decisa nel corso di una riunione a cui hanno partecipato anche il presidente della Repubblica, Miguel Díaz-Canel Bermúdez, e il primo ministro, Manuel Marrero Cruz.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24