Bambini e cibo, un vademecum per gestire il momento dei pasti

Salute e Benessere
©Getty

I ricercatori dell'Università del Kentucky consigliano di cercare di rendere rilassato e piacevole il momento in cui si sta a tavola, e di evitare di allarmarsi se a volte i bimbi più piccoli mangiano piccole quantità di cibo in un pasto. Ecco i loro suggerimenti

Il momento del pasto in famiglia è un appuntamento di convivialità atteso solitamente con gioia sia dai più piccoli sia dagli adulti. Ma come fare se i bambini fanno i capricci in fatto di cibo? In soccorso agli adulti che hanno difficoltà a gestire il momento dei pasti con i bimbi, arrivano i suggerimenti dei ricercatori dell'Università del Kentucky. In un articolo pubblicato sul sito dell'ateneo, gli studiosi consigliano di cercare di rendere rilassato e piacevole il momento in cui si sta a tavola, e di evitare di allarmarsi se a volte i bimbi più piccoli mangiano piccole quantità di cibo in un pasto.

I consigli dei ricercatori

approfondimento

Etichette nutrizionali: italiani sono consumatori attenti e informati

Per evitare che un bambino diventi un mangiatore schizzinoso, secondo i ricercatori è importante proporre una varietà di piccole porzioni di cibi sani. "I pasti dovrebbero essere relativamente brevi e i bambini non dovrebbero essere costretti a finire tutto", precisano gli esperti, sottolineando che alcuni bimbi potrebbero "esercitare la loro indipendenza rifiutandosi di mangiare se si sentono costretti, puniti o se si inizia a contrattare con loro". I ricercatori consigliano, inoltre, di concentrarsi sul proprio pasto, dopo aver lasciato a disposizione dei bimbi piccole porzioni da cucchiaio. "Meno ci si focalizza su ciò che mangia il bimbo, meglio mangerà - suggeriscono gli studiosi -. Se il piccolo obietta che non gli piace quello che gli è stato preparato, importante è dirgli che va bene e offrirgli le stesse opzioni di cibo del resto della famiglia, quindi tornare al proprio pasto". Così facendo, si otterrà comunque un risultato: o mangerà quello che aveva già nel piatto o qualcos'altro.
È, inoltre, importante incoraggiare i bimbi a provare cibi nuovi. "Un bambino potrebbe provare un nuovo alimento da 10 a 15 volte prima di rendersi conto che gli piace davvero", spiegano i ricercatori, invitando gli adulti a non demordere qualora il bambino non apprezzasse i cibi nuovi, e ad incoraggiarlo anche se ne addenta anche solo un piccolo boccole.  In generale, per aiutare i bambini a mangiare meglio durante i pasti, i ricercatori consigliano di cercare di limitare le bevande prima del momento in cui si mangia, di pianificare l'ora della merenda evitando che i più piccoli abbiano a disposizione cibi a tutte le ore, e di ricordare che si fa da modello anche a tavola.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24