Covid, nuovo lockdown in Australia. Eventi annullati a Pechino

Salute e Benessere

Nello stato del Victoria, uno dei più popolosi del Paese, sono state reintrodotte le restrizioni che erano state rimosse appena dieci giorni fa. In Cina si corre ai ripari per far fronte all’aumento dei contagi

L’emergenza Covid-19 continua a rappresentare un problema per molti Paesi del mondo. La circolazione della variante Delta, sempre più predominante, ha costretto i governi ad affidarsi a varie misure restrittive per provare a contrastare l’aumento dei contagi. In Australia, per esempio, i tre stati più popolosi sono tutti in lockdown, anche per colpa della scarsa quantità di vaccinazioni eseguite. Dopo il Nuovo Galles del Sud, alla sua settima settimana di chiusura e il Queensland, dove le restrizioni sono in vigore da sabato scorso, da ieri anche il Victoria è tornato in lockdown. Si tratta della sesta chiusura dello stato ed è arrivata ad appena dieci giorni di distanza dall’ultima riapertura. 

 

Di fronte a questa scelta non sono mancate varie proteste, che a Melbourne hanno portato all’arresto di quindici persone. Nel frattempo i numeri continuano a salire, soprattutto nel Nuovo Galles del Sud. Situazione in miglioramento nel Queensland, dove le restrizioni potrebbero essere eliminate a breve.

 

Aumentano i casi in Cina 

approfondimento

Covid, la Cina ha sospeso il rilascio dei passaporti ordinari

Anche in Cina l’emergenza Covid continua a correre. Ieri, giovedì 5 agosto, si sono registrati 124 contagi, di cui 80 di trasmissione domestica (il numero più alto dall’inizio dell’anno)  e 44 importati. Come riferito dalla Commissione sanitaria nazionale, quella dello Jiangsu resta la provincia più colpita, con ben 61 casi trasmessi localmente. Per ridurre le probabilità di infezione, le autorità di Pechino hanno deciso di cancellare varie mostre ed eventi su larga scala che si sarebbero dovuti svolgere nel corso di agosto nella città. Tra gli appuntamenti più importanti è possibile citare la World 5G Convention e il Beijing International Film Festival 2021, entrambi rinviati.

Cala la curva in Brasile

Nelle ultime 24 ore, in Brasile si sono verificati 40.054 casi di coronavirus e 1.099 decessi, che hanno portato il totale dei morti dall’inizio della pandemia a 560.706. Il lato positivo è che la curva epidemiologica continua a rallentare, grazie ai passi avanti compiuti dalla campagna vaccinale nel Paese. Circa il 50% della popolazione ha già ricevuto almeno una dose del vaccino e il 21% si è sottoposto anche alla seconda inoculazione. Gli ultimi dati disponibili indicano che la media dei decessi è scesa a 887 al giorno, il numero più basso mai raggiunto negli ultimi sette mesi. 

 

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24