Covid, New York introdurrà il pass vaccinale per palestre e ristoranti

Salute e Benessere
©Ansa

Introdotto a partire da metà agosto, dopo un periodo di transizione entrerà definitivamente in vigore a metà settembre, in concomitanza con la riapertura delle scuole e con il rientro di molti lavoratori alle proprie attività. Sarà richiesto sia ai clienti sia ai dipendenti e riguarderà anche luoghi al chiuso dove si svolgono spettacoli o eventi sportivi

La città di New York si appresta, per prima in tutti gli Stati Uniti, a chiedere ai propri cittadini il certificato di vaccinazione per l'ingresso in luoghi al chiuso quali palestre e ristoranti, sia per i clienti sia per i dipendenti. La norma, come riporta il “New York Times”, è stata annunciata nel corso di una conferenza stampa tenuta dal sindaco della città, Bill de Blasio, e, nella sua applicazione, sarebbe simile agli obblighi introdotti in Italia e in Francia.

I dettagli della norma

approfondimento

Green pass obbligatorio, fra tre giorni il debutto. Le prossime tappe

“Se sei vaccinato hai la chiave d’accesso e puoi aprire la porta. Ma se non sei vaccinato, purtroppo, non potrai partecipare a molti eventi”, ha detto il primo cittadino di New York. La scelta, che riguarderà anche i luoghi al chiuso dove si svolgeranno spettacoli, come i cinema, ma anche quelli dove si svolgono eventi sportivi, è stata dettata dal recente aumento dei casi di coronavirus negli Stati Uniti. De Blasio, tra l’altro, ha affermato che il pass sanitario verrà chiamato “Key to NYC” e sarà lanciato a partire dal 16 agosto, seguito da un periodo di transizione dopo il quale, a metà settembre entrerà definitivamente in vigore, in concomitanza con la riapertura delle scuole e con il rientro di molti lavoratori a Manhattan.

La lotta al virus

“È tempo che le persone considerino la vaccinazione, letteralmente, come necessaria per vivere in piena salute”, ha affermato ancora de Blasio nel corso della conferenza. Proprio nelle ultime settimane, tra l’altro, lo stesso sindaco ed il governatore dello stato di New York, Andrew Cuomo, hanno lavorato ad una serie di provvedimenti orientati alla lotta contro la diffusione della variante Delta. Lo stato di New York, in quest’ottica, chiederà a tutti gli operatori sanitari “a contatto con il pubblico” e che non lo abbiano già fatto, di provvedere con la vaccinazione anti-Covid, a partire da settembre. E chiederà anche che tutte le decine di migliaia di dipendenti dello stato mostrino la prova dell’avvenuta vaccinazione o che affrontino test settimanali. Stando ai dati più recenti, nella città di New York, dove vivono otto milioni di persone, il 71,8% degli adulti ha ricevuto almeno una dose di vaccino.

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24