Stati Uniti, la procuratrice di New York: "Cuomo ha molestato diverse donne"

Mondo

Le accuse nei confronti del governatore arrivano a conclusione di una indagine guidata da Laetitia James. Il politico democratico si difende: "Mai toccato nessuno impropriamente". Biden e Pelosi: "Dimissioni"

Il governatore di New York, Andrew Cuomo, "ha molestato diverse donne". Questo quanto sostiene la procuratrice generale dello stato di New York, Letitia James, annunciando i risultati di un'indagine indipendente sulle accuse contro il politico democratico. Sarebbero undici le donne che accusano Cuomo. L'ufficio del procuratore distrettuale della contea di Albany, la capitale dello stato di New York, ha aperto un indagine penale.

Le accuse

"L'indagine - ha detto James in una conferenza stampa - ha concluso che il governatore Andrew Cuomo ha molestato sessualmente più donne e nel farlo ha violato la legge federale e statale". Secondo James, l'indagine ha accertato che Cuomo "ha molestato sessualmente attuali ed ex dipendenti dello stato di New York, con contatti indesiderati e non consensuali e facendo numerosi commenti di natura sessuale che hanno creato un ambiente di lavoro ostile per le donne". Non solo. Secondo la procuratrice, Cuomo, con un chiaro abuso di potere, ha messo in atto delle rappresaglie contro chi ha provato a denunciare le molestie, creando all'interno dei suoi uffici "un clima di paura e di intimidazione". Si tratta di accuse pesantissime che prefigurano reati gravissimi e che potrebbero presto portare ad una incriminazione del governatore da parte della magistratura newyorchese, con capi di accusa di natura anche penale.

Il governatore si difende: "Mai toccato nessuno impropriamente"

leggi anche

Covid, New York introdurrà il pass vaccinale per palestre e ristoranti

"Non ho mai toccato nessuno in maniera non appropriata": così Andrew Cuomo, visibilmente scosso e quasi in lacrime, in diretta tv si è difeso dalle pesantissime accuse di molestie mosse dalla procuratrice generale dello stato di New York Letitia James, sulla base delle indagini condotte. "Sono profondamente dispiaciuto, questo non è quello che io sono", ha detto quindi Cuomo, negando le accuse e respingendo ogni ipotesi di dimissioni. Il governatore ha quindi sottolineato, mostrando diverse foto con diverse personalità, come il gesto di posare le sue mani sulle guance delle persone o quello di abbracciarle per salutarle fa parte di una gestualità ereditata dalla sua famiglia e dalla sua educazione, così come usare l'espressione "ciao bella!". "Io bacio le persone sulla fronte, bacio le persone sulle guance, uomini e donne. A volte - ha proseguito - chiamo le persone amore, tesoro, a volte dico delle battute, ma l'intento è solo di mettere le persone a loro agio, nessuna molestia sessuale". "E a chi vuole usare questo momento per screditarmi e delegittimarmi - ha aggiunto Cuomo - dico solo che io guardo le mie figlie tranquillo, con la coscienza a posto".

Da Biden a Pelosi, pressing per le dimissioni

approfondimento

Usa Weekly News, gli incentivi (economici) di Biden ai nuovi vaccinati

Il presidente Usa Joe Biden, alla domanda se Andrew Cuomo debba dimettersi, ha risposto "Sì". Sull'ipotesi di impeachment, Biden ha quindi sottolineato: "Un passo alla volta, vediamo come si sviluppo la situazione". Il presidente americano ha confermato di non aver parlato col governatore sotto accusa. Anche la speaker della Camera del Congresso americano, Nancy Pelosi, ha chiesto che Cuomo si dimetta. Insieme a lei anche il leader dei senatori democratici Chuck Schumer e la senatrice dem Kirsten Gillibrand. "Non posso che elogiare le donne che hanno avuto il coraggio di parlare e di dire la verità", ha detto Pelosi.

Mondo: I più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24