Covid, il vaccino cinese CoronaVac protegge all'83,5%

Salute e Benessere
©Getty

Il preparato sviluppato dalla casa farmaceutica Sinovac è sicuro e fornisce il 100% di protezione contro l'ospedalizzazione. È quanto emerso da un'analisi i cui risultati sono stati pubblicati su The Lancet

Il vaccino cinese CoronaVac, sviluppato dalla casa farmaceutica Sinovac, è sicuro e fornisce l'83,5% di protezione contro il Covid-19 sintomatico dopo due dosi e il 100% di protezione contro l'ospedalizzazione. È quanto emerso da un'analisi, i cui risultati sono stati pubblicati su The Lancet e presentati al Congresso europeo di microbiologia clinica e malattie infettive (ECCMID). Lo studio di fase III del vaccino cinese, condotto in Turchia, ha anche mostrato che gli effetti avversi di CoronaVac erano principalmente lievi e si manifestavano entro sette giorni dall'inoculazione. (VACCINO COVID: DATI E GRAFICI SULLE SOMMINISTRAZIONI IN ITALIA, REGIONE PER REGIONE)

Nessun evento avverso grave

approfondimento

Vaccino mRna, Ema: possibile legame con miocardite e pericardite

In particolare, la sperimentazione sul vaccino è stata condotta dai ricercatori del Centro provinciale cinese per il controllo delle malattie di Hebei su 10.000 volontari, con un'età media di 45 anni. Il 58% di essi era di sesso maschile e, dopo i test, non sono stati segnalati eventi avversi gravi o morti. Dopo 14 giorni dalla seconda dose, sono stati 9 i casi di Covid-19 verificatisi nel gruppo dei pazienti vaccinati, e 32 in quelli che avevano ricevuto il placebo. L'analisi della risposta immunitaria indotta dal vaccino ha, inoltre, dimostrato lo sviluppo di anticorpi nel 90% delle persone vaccinate, in calo però con l'aumentare dell'età. "I dati pubblicati indicano che le due dosi di vaccino, somministrate a 14 giorni di distanza, inducono una robusta efficacia", hanno spiegato Maheshi N Ramasamy e Lucy Jessop dell'Università di Oxford. Il vaccino, inoltre, "è disponibile anche in una singola dose". Tuttavia, hanno aggiunto i ricercatori, saranno necessari ulteriori studi per confermare l'efficacia del vaccino nel lungo periodo, su un gruppo piu nutrito di partecipanti e considerando anche le varianti del virus. 

Come funziona il vaccino

Il vaccino Coronavac, in particolare, si basa su un virus intero inattivato. Quando il farmaco viene iniettato, il sistema immunitario attacca il virus in questa versione non dannosa, con il risultato di produrre gli anticorpi che lo combattono e conducendo cosi all'immunità. Può essere conservato e trasportato a 2-8 gradi di temperatura ed è stato approvato per l'uso  d'emergenza in 22 Paesi, mentre a partire da metà 2020 è in fase di sperimentazione in Brasile, Indonesia, Cile e Turchia.

    

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24