Vaccini Covid, Speranza: "Regioni si adeguino a indicazioni governo"

Salute e Benessere
©LaPresse

Il ministro della Salute: "Abbiamo un messaggio chiaro su AstraZeneca, cioè evitare l'uso sotto i 60 anni e questo vale sia per la prima sia per la seconda dose e per questo per la seconda dose si useranno vaccini mRNA. Questa è una posizione chiara, netta delle nostre autorità". E aggiunge: "Vaccinazione arma fondamentale e strategica per sconfiggere la pandemia"

"Abbiamo un messaggio chiaro su AstraZeneca, cioè evitare l'uso sotto i 60 anni e questo vale sia per la prima sia per la seconda dose e per questo per la seconda dose si useranno vaccini mRNA. Questa è una posizione chiara, netta delle nostre autorità e chiediamo alle autorità regionali di allinearsi ai piani nelle prossime settimane". Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, incontrando i giornalisti per fare il punto sulle vaccinazioni anti-Covid (IL VIDEO INTEGRALE - COVID, AGGIORNAMENTI - SPECIALE).

"Ema chiara su AstraZeneca, seguiamo atti formali non interviste"

vedi anche

Vaccino AstraZeneca, Cts: somministrare solo a over 60

In riferimento alle dichiarazioni rilasciate da Marco Cavaleri, presidente della task force sui vaccini dell'Ema, in merito alla possibilità di vietare il vaccino AstraZeneca anche agli over 60, Speranza ha detto: "Sto agli atti formali che produce Ema, con tutto il rispetto per ciascuno non possiamo stare ogni giorno alle interviste. Negli atti formali Ema è molto chiara per AstraZeneca e dà una indicazione di possibilità di utilizzo dai 18 anni in su. Le indicazioni dei nostri scienziati, insieme al ministero e all'Aifa, vanno nella direzione che io ho indicato, e cioè uso di AstraZeneca sopra i 60 anni sia per la prima sia per la seconda dose".

"Vaccinazione arma fondamentale contro la pandemia"

vedi anche

Vaccini, il piano delle regioni dopo stop AZ e J&J agli under 60

Per Speranza la “vaccinazione è un’arma fondamentale” contro la pandemia. “Siamo ormai a 42 milioni di dosi somministrate - ha aggiunto il ministro - un italiano su due ha avuto almeno una dose”. “Domani - ha proseguito Speranza - arriveremo a due terzi degli italiani in zona bianca, ciò testimonia il buon andamento della campagna di vaccinazione e ci consente di guardare con maggiore fiducia alle prossime settimane, con altre regioni che potranno andare in zona bianca” (VIDEO). Il ministro si è detto fiducioso sul fatto "che il numero dei morti possa scendere e spero che il 95% degli italiani sia in zona bianca nei prossimi 7 giorni. Dobbiamo lavorare perché il numero dei morti diventi zero, ma tutto ciò è possibile grazie ai vaccini".

"Nuove valutazioni anche per abbassamento tasso di incidenza"

leggi anche

Vaccini, la circolare del ministero: AstraZeneca e J&J solo a over 60

Speranza ha spiegato inoltre che le valutazioni sui vaccini sono cambiate anche in base alla diminuzione dei contagi. "Il tasso di incidenza si è trasformato in medio e poi basso. Con un tasso di circolazione basso è stata data una valutazione diversa del rapporto rischi-benefici".

"AstraZeneca sarà ancora utilizzato, studi incoraggianti su mix vaccini"

vedi anche

Vaccino AstraZeneca, le linee guida per fasce d’età nel mondo

Ancora a proposito di AstraZeneca, Speranza ha spiegato: "In questo momento ci sono indicazioni che limitano l'uso di AstraZeneca e noi le abbiamo assunte in modo perentorio, quindi AstraZeneca in Italia sarà ancora utilizzato ma è chiaro che c'è una limitazione di utilizzo, poi c'è una discussione a livello europeo sugli acquisti per prossimi anni e c'è un orientamento verso i vaccini a mRNA. Quanto alla vaccinazione eterologa - ha continuato - ci sono studi incoraggianti che indicano una risposta addirittura migliore. Come sempre dobbiamo affidarci ai nostri scienziati" (VIDEO).

"Vaccino J&J particolarmente indicato in alcuni casi"

vedi anche

Vaccini Covid, Aifa: 1 caso di trombosi ogni 100mila dosi Astrazeneca

Sul preparato Janssen di Johnson&Johnson, "era già vigente una raccomandazione per l'utilizzo sotto i 60 anni - ha detto ancora Speranza -. Il Cts ha riconosciuto la forza di questo vaccino monodose, particolarmente indicato in alcuni casi. Queste indicazioni dobbiamo assumerle tutte pienamente e consentono di affrontare la seconda parte della campagna vaccinale, investimento strategico fondamentale per il futuro del nostro Paese".

Salute e benessere: Più letti

Arriva sempre primo

Ricevi le notizie più importanti di politica, mondo, cronaca, spettacolo, le analisi e gli aggiornamenti. Per accettare le notifiche devi dare il consenso.

Hai attivato le notifiche di sky tg24